Paracetamolo: dosaggio e indicazioni

A cosa serve il paracetamolo? Il paracetamolo è un analgesico disponibile da banco che agisce all’interno dell’organismo. Allevia temporaneamente dolori minori e riduce la febbre. Questo farmaco è disponibile anche in medicinali soggetti a prescrizione combinato con altri ingredienti. 

Perchè si usa il paracetamolo? Il paracetamolo è un analgesico utilizzato per il dolore lieve o moderato per la febbre negli adulti e nei bambini. Il paracetamolo è spesso usato in persone che non possono assumere anti-infiammatori (per esempio a causa di un'ulcera gastrica), perché è delicato per lo stomaco. È meno probabile che peggiori l’asma o che provochi un attacco d’asma, contrariamente agli antinfiammatori (FANS). Per i bambini, il paracetamolo è il farmaco più comunemente prescritto per ridurre una temperatura elevata o per alleviare il dolore. La Tachipirina e l’Efferalgan, ad esempio, contengono paracetamolo.

paracetamolo a cosa serve

Paracetamolo a cosa serve

Da quanto tempo è usato il paracetamolo?

Le proprietà di alleviare il dolore e la febbre del paracetamolo sono state scoperte nel 1893. È stato reso disponibile, solo su prescrizione, nel 1956, e poi come un farmaco da banco nel 1963. Ora è l’antidolorifico più diffuso.


Come funziona il paracetamolo

Come per molti farmaci, l'efficacia del paracetamolo è stata scoperta senza sapere come funziona. È risaputo che il suo meccanismo d'azione sia diverso dagli altri antidolorifici, ma anche se si pensa che il sollievo dal dolore operi in tutto il corpo e nel cervello, l'esatta natura del meccanismo non è chiara. Tuttavia, è noto gli effetti di abbassamento della temperatura siano prodotti dall’inibizione delle prostaglandine nel cervello. Il paracetamolo, infatti, blocca la produzione di prostaglandine che può causare:

  • Infiammazione (gonfiore e arrossamento).


Il paracetamolo è disponibile in:

  • Compresse
  • Capsule
  • Pastiglie solubili
  • Miscele per bambini e 
  • Supposte.


Paracetamolo: quando prenderlo

Il paracetamolo è un farmaco analgesico e antipiretico. È usato per:

  • Dolore lieve o moderato
  • Febbre
  • Emicrania
  • mal di testa dovuto a tensione

Chi può utilizzare i farmaci contenenti paracetamolo?

Questi medicinali sono adatti a molte persone tra cui bambini e anziani. Le interazioni con altri trattamenti non sono un problema e possono generalmente essere presi da persone che sono sensibili all'aspirina. Il paracetamolo è ben tollerato da chi ha l’ulcera peptica e in generale chi soffre di asma.

I farmaci contenenti paracetamolo in forma liquida sono particolarmente adatti per i bambini.

Il paracetamolo è contenuto in:

  • Molte compresse e bevande per il raffreddore e l’influenza
  • Alcune miscele per la tosse
  • Antidolorifici
  • Alcune pastiglie per l’emicrania


Dosaggio di paracetamolo e indicazioni

  • Adulti: 500 mg - 1000 mg ogni quattro ore - ma non più di 4000 mg (otto compresse da 500 mg) al giorno.
  • Bambini 1-5 anni: 120 mg-250 mg ogni quattro ore - ma non più di 4 dosi al giorno (24 ore)
  • Bambini 6-12 anni: 250-500mg ogni quattro ore - ma non più di 4 dosi al giorno (24 ore)
  • Bambini sotto 1 anno: consultate il pediatra o il farmacista.

Le miscele per i bambini sono generalmente in 120mg/5ml o 250mg/5ml. Fate attenzione a usare la giusta quantità a seconda della forza della miscela.


Effetti collaterali del paracetamolo

Gli effetti collaterali sono rari. Includono:

  • Eruzioni cutanee
  • Altri sintomi allergici e 
  • Malattie del sangue. 

Si pensa che l'abuso cronico di paracetamolo possa causare problemi ai reni.

Effetti indesiderati non comuni:


Sovradosaggio di paracetamolo

Danno epatico - chiamate immediatamente il medico, anche se non ci sono sintomi. È molto importante tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini per evitare l’overdose, come del resto dovreste fare per tutti i farmaci.

Il paracetamolo è presente in un certo numero di farmaci per il dolore, raffreddore e influenza. Se è presente in un farmaco, fate attenzione a non prendere anche altre medicine che contengono paracetamolo.

Patologie trattate dal paracetamolo:

Sintomi associati:

Problemi di dentizione

Trattamenti legati al paracetamolo:

  • Appendicectomia
  • Iniezione di anestetico locale nei punti trigger
  • Controllo del dolore nei bambini 
  • Trattamento cronico del dolore non oncologico

Suggerimenti per i farmaci con paracetamolo

Quando si utilizzano medicinali contenenti paracetamolo, è importante sapere che:

  • Possono verificarsi gravi danni al fegato se assumete una dose eccessiva elevata o se bevete tre o più bevande alcoliche ogni giorno durante l'utilizzo del farmaco.
  • Non dovete usarlo con altri farmaci da prescrizione o da banco contenenti paracetamolo.
  • fondamentale leggere attentamente e seguire le indicazioni dell'etichetta.
  • Prendere più farmaco di quello consigliato può causare rischi per la salute.

Non utilizzare il paracetamolo se:

  • State prendendo altri farmaci che contengono paracetamolo, da banco o con prescrizione
  • Siete allergici al paracetamolo
  • La confezione sembra manomessa o rotta, ad esempio nei sigilli o sulle pellicole che rivestono il farmaco

Chiedere a un medico prima di usarlo se:

  • State prendendo un altro farmaco contenente un principio analgesico attivo che agisce all’interno del corpo (aspirina, salicilato di magnesio, naproxene sodico, ibuprofene o ketoprofene)
  • Soffrite di una malattia al fegato
  • State assumendo un farmaco anticoagulante
  • Bevete tre o più bevande alcoliche al giorno.
  • Aspettate un bambino o siete in fase di allattamento

Interrompere l'utilizzo del paracetamolo e chiedete al medico se:

  • La febbre peggiora o dura più di tre giorni o se il dolore non migliora o si protrae per più di 10 giorni
  • Notate nuovi sintomi come arrossamento o gonfiore
  • Ne avete preso troppo. Contattate immediatamente un medico o il centro veleni più vicino

Consigli per i genitori


Dosaggio

  • I medicinali contenenti paracetamolo sono disponibili in dosaggi diversi. Non date al vostro bambino un farmaco per adulti in quanto non sarebbe la dose adeguata e può causare danni al fegato.
  • Leggete l'etichetta, dove ci sono le istruzioni del dosaggio corretto per il bambino. Contattate il pediatra come indicato.
  • Per i medicinali liquidi, utilizzate solo il misurino fornito con la medicina.
  • Se date al bambino una dose eccessiva di farmaco o altri medicinali contenenti paracetamolo nell’arco di 24 ore, rischiate di danneggiare il fegato. Non esagerate e seguite le dosi consigliate. 

Quando consultare il pediatra

  • Rivolgetevi al pediatra prima di dare il paracetamolo a un bambino con una malattia epatica.
  • Se il bambino ha un forte mal di gola che dura per più di due giorni, accompagnato o seguito da febbre alta, mal di testa, nausea o vomito, chiamate subito il pediatra

Ulteriori benefici del paracetamolo

Il paracetamolo è quindi praticamente privo di effetti collaterali se seguite le dosi consigliate. È una scelta più sana come antidolorifico rispetto ad altri farmaci. Inoltre, sembra che l'uso di paracetamolo possa aiutare a proteggere dall’indurimento delle arterie, inibendo l'ossidazione di alcune lipoproteine a bassa densità che trasportano il colesterolo “cattivo” e prevenendo uno dei principali processi coinvolti nella formazione della placca arteriosa. Essa contribuisce alla morte di diverse persone ogni anno per ictus e malattie cardiache. Non solo: pare che il paracetamolo protegga significativamente dal carcinoma ovarico.

Considerazione finale sul paracetamolo

In breve, il paracetamolo è un farmaco utile contro il dolore. Diversamente da altri medicinali, è raro che si manifestino effetti collaterali. Può essere preso da bambini, adulti e anziani. È importante però che seguiate le dosi consigliate: è comunque un farmaco e può causare danni all’organismo, soprattutto al fegato. Di solito è molto usato in caso di febbre: la Tachipirina è sicuramente il medicinale più conosciuto che contiene paracetamolo. Seguite le istruzioni riportate sul foglietto interno. Ricordate però che non fa miracoli: se il dolore è insopportabile, probabilmente è necessario un farmaco più forte prescritto dal medico.

Indicazioni e dosaggi del paracetamolo

Malattie

Lascia il tuo commento: