Parodontite sintomi

I sintomi che caratterizzano la parodontite sono risaputi e ben identificabili, la malattia parodontale (conosciuta anche come parodontite) è una malattia progressiva e la principale causa di perdita dei denti tra gli adulti nel mondo sviluppato. La malattia parodontale si ha quando le sostanze tossiche che si trovano nella placca iniziano ad irritarsi e infiammano la gengiva (tessuto gengivale). L'infezione batterica risulta spesso conosciuta come gengivite, e può portare alla distruzione del tessuto gengivale e dell'osso sottostante. Se la malattia parodontale non viene trattata, può anche portare alla perdita dei denti.

Parodontite sintomi

Parodontite sintomi

Parodontite come riconoscerla

Ci sono molti tipi comuni di malattie parodontali tra cui aggressiva, cronica, necrotizzante, e  associata a malattie sistemiche. Ognuno di questi tipi di malattia parodontale ha le proprie caratteristiche distinte e i propri sintomi peculiari, e tutti richiedono un trattamento immediato presso un dentista per fermare l'avanzamento fino all'osso e la conseguente perdita del tessuto.

Tutti i sintomi che possono indicare parodontite:

I segni della parodontite aggressiva

La parodontite avanzata è una malattia delle gengive che ha effetti sulle ossa mascellari e sui denti, e colpisce persone di tutte, le razze età e sesso. Le cause di questa malattia gengivale possono variare, andando da un sistema immunitario compromesso fino ai prodotti del fumo, e disturbi comuni come l'influenza. Le scelte di una dieta povera e la mancanza di una corretta igiene possono  svolgere un ruolo nello sviluppo delle malattie gengivali come la parodontite.

Infiammazione

Uno dei primi sintomi di  parodontite è l'infiammazione. Il gonfiore del parodonto, o tessuto gengivale, può verificarsi con poco o nessun dolore. Quando il dolore si verifica durante il gonfiore,  potrebbe significare che vi è una infezione localizzata, soprattutto a causa di carie.

Decolorazione

Quando il parodonto comincia a mostrare macchie di colore viola o rosso, questo può essere un segno di parodontite aggressiva. I cambiamenti di colore sono di solito segno di danni ai tessuti a causa di infiammazione e infezione.

Tenerezza

Le gengive possono essere morbide al tatto, soprattutto nelle zone più vicine ai denti. Lavarsi i denti può aggravare ulteriormente questa condizione, e il parodonto può sanguinare e diventare doloroso. Il passaggio a uno spazzolino a setole morbide può porre rimedio nel calmare la tenerezza che si verifica con malattie gengivali.

Recessione delle gengive

Qualche persona che soffre di parodontite aggressiva può notare che le gengive si ritirano per tirare fuori i denti. Questo si chiama linea recessiva. Fondamentalmente, il parodonto comincia a deteriorarsi, esponendo il dente.

Gapping

Durante la recessione della linea, lacune nuove si formano tra i denti. Questo perché  i denti affondano nella mascella, formando una radice. Siccome la malattia tira fuori i denti, questi si assottigliano diventando evidenti. Alla fine, appariranno spazi interdentali che modificano l'aspetto della bocca.

Infezione e necrosi

Le fasi successive della parodontite aggressiva prevedono la comparsa di pus tra i denti. Il pus è evidente di solito a causa della necrosi del tessuto parodonto. Si ha così decolorazione delle gengive, variando nel colore dal rosso profondo fino a una tinta grigio verdastra.

Perdita dei denti e ossa

La recessione dei tessuti gengivali, e le infezioni necrotiche,  per lo più comportano la perdita di molti denti in un periodo apparentemente breve. Molti di coloro che soffrono durante le ultime fasi  della parodontite aggressiva vedono aumentare la carie, perdendo ben cinque denti in un arco di 6 mesi. La carie dentaria, a questo punto è normalmente indolore e causa di danni ai nervi, a meno che l'infezione causi solo rammollimento e perdita di parti della mandibola e dell'osso.

Tabella comparativa dei sintomi delle varie forme di malattie gengivali

Sano

  • Le gengive sane hanno colore rosa
  • La gomma abbraccia la linea dei denti strettamente
  • Nessun sanguinamento

Con parodontite

  • Le gengive sanguinano facilmente quando ci si lava o quando vengono sondate delicatamente durante l'esame
  • Le gengive sono infiammate e sensibili al tocco
  • E' possibile la presenza di alito cattivo e cattivo gusto
  • Le gengive tra i denti possono apparire bluastra di colore rosso

Parodontite precoce

  • Le gengive possono cominciare a tirarsi fuori dai denti
  • Emorragia, gonfiore e infiammazione sono più pronunciati
  • Presenza di alito cattivo e cattivo gusto
  • Leggera perdita di osso, orizzontalmente su raggi X
  • Esistenza di sacche di 3-4mm tra i denti e le gengive in una o più aree della bocca

Parodontite moderata

  • Bolle o ascessi gengivali possono svilupparsi
  • I denti iniziano a ritirarsi
  • I denti anteriori possono cominciare ad andare alla deriva e a mostrare gli spazi
  • Presenza di forte alito cattivo e cattivo gusto
  • La perdita ossea è orizzontali e angolari ai raggi X
  • Presenza di tasche tra denti e gengive da 4-6mm profondo

Parodontite avanzata

  • I denti possono diventare mobili o allentati
  • Alito cattivo, cattivo gusto sono costanti
  • Le radici possono essere esposte e sono sensibili al caldo e al freddo
  • Grave perdita ossea orizzontale e angolare su X-ray
  • Tasche tra denti e gengive ora in eccesso di 6 millimetri in profondità

La diagnosi della parodontite

La parodontite è un'infezione comune ma altamente prevenibile almeno nelle forme gravi. Essa può abbattere l'osso dei tessuti molli, può provocare la perdita dei denti e causare gravi condizioni di salute. La classe più diffusa della parodontite è descritta come cronica. E 'il tipo che la maggior parte adulti oltre i 35 anni sviluppa. Quando la parodontite inizia nell'infanzia o nella prima età adulta si parla di tipo aggressivo.
La malattia parodontale può anche non avere segnali di allarme, tuttavia è possibile riscontrare  gonfiore, rossore, gengive che sanguinano facilmente. La parodontite aggressiva avanza più rapidamente che la varietà cronica, in alcuni casi i pazienti possono soffrire di grave perdita dei denti già all'età di 20 anni.

La condizione può anche verificarsi sporadicamente con alternanza di periodi di infezione acuta e di altri in cui i segni della malattia sembrano svanire.

Dal momento che l'infiammazione che causa parodontite aggressiva è di solito lieve, la malattia è spesso diagnosticata durante un sondaggio parodontale o un'ispezione ai raggi-x.

Fattori di rischio

La parodontite aggressiva può essere connessa a carenze immunitarie, così come quelle genetiche.
La placca si sviluppa sui denti quando le particelle di cibo in bocca, che contengono zuccheri e amidi, si mescolano con i batteri della placca Quando rimane sui denti per più di un paio di giorni si può solidificare sotto la linea gengivale in tartaro. Il tartaro di solito richiede una pulizia professionale per essere rimosso.

Problemi di salute associati

La ricerca indica che i batteri che sono la causa della parodontite possono diffondersi attraverso il flusso sanguigno e possono anche muoversi attraverso le arterie fino al cuore. Questo può causare  un ciclo di infiammazione e di restringimento delle arterie che possono portare ad attacchi di cuore.
Altre complicanze correlate includono basso peso alla nascita i neonati, problemi respiratori e  diabete gestito senza successo.

Trattamento

La prognosi per la parodontite aggressiva è molto buona quando essa è localizzata e trattata. Tuttavia quando la condizione è avanzata molti casi sono ad alto rischio di perdita dei denti. Il trattamento per la parodontite aggressiva include una procedura chiamata scaling. Essa viene eseguita con strumenti tradizionali o un dispositivo a ultrasuoni che rimuove tartaro e batteri dalla superficie dei denti e sotto la gomma.
Una procedura denominata levigatura radicolare leviga la superficie radicolare e sopprime ulteriori accumuli di tartaro.

Antibiotici contro la parodontite

Il dentista o parodontologo può prescrivere antibiotici per uso topico o orale per aiutare a tener sotto controllo la parodontite aggressiva. Gli antibiotici topici sono più spesso preferiti. Essi possono essere in forma di collutori o di gel antibiotico che vengono applicati nello spazio tra i denti e gengive, o nelle tasche dopo una pulizia profonda.

Chirurgia per la parodontite

L'intervento chirurgico può essere necessario in alcuni casi di parodontite aggressiva. Durante l'intervento chirurgico di riduzione della tasca, il parodontologo esegue piccole incisioni nella gengiva per consentire ad una sezione di tessuto gengivale di essere tirato indietro per scavare in maniera più approfondita.
Una procedura chiamata innesto osseo viene fatta quando l'osso che circonda la radice del dente è stato devastato dalla malattia orale. L'innesto può essere costituito da minuscoli frammenti di ossa propri o donati, e possono ache essere utilizzati ossi sintetici.

Considerazioni finali

E' molto importante agire sin dalle prime fasi della malattia con una buona igiene orale e tenendola sotto controllo, in modo che essa non degeneri a forme più gravi.

Informazioni relative ai sintomi della parodontite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo parodontite sintomi

Grazie per tutte le informazioni sulla parodontite

Siete stati molto esaustivi e dettagliati!
Nel Web difficilmente si trovano informazioni cosi ricche di particolari.
Da queste notizie ho potuto riscontrare molte caratteristiche che accomunano la mia personale esperienza con la Parodontite, tranquillizzandomi da un lato e spronandomi dall'altro a dare ascolto ai consigli del mio dentista.
Ora sono più tranquilla e convinta dei passi che sto per compiere al fine di curare la mia parodontite.
Grazie!

Parodontite sintomi

grazie ! informazione ben approfondita e soddisfacente

Informazioni sulla parodontite

complimenti per le informazioni precise e dettagliate sicuramente altri lettori come me ne faranno tesoro

La parodontite

finalmente delle informazioni chiare. grazie per la vostra disponibilità

Lascia il tuo commento: