Parodontopatia

Parodontopatia (significato, denti e dentale, fumo e diabete, giovanile, marginale, grave acuta ed espulsiva, problemi dolore infiammazione pus, antibiotici e amoxicillina, alimentazione). La parodontopatia riguarda un gruppo di malattie che si sviluppano sulla cavità orale affliggendo i tessuti che sostengono i denti: curare la vostra parodontopatia è importantissimo per la salute della vostra bocca.

Parodontopatia

Parodontopatia

Parodontopatia

Parodontopatia cosa è

Nell’ambito medico la parodontopatia è vista come una malattia cronica di tipo infiammatorio, purtroppo molte volte sfocia in una forma di infezione dei tessuti orali, tra cui appunto le gengive, il legamento paradontale, il cemento dentale e l’osso alveolare: queste parti sono fondamentali per il dente, in quanto la gengiva è una membrana il cui compito è quello di ricoprire la sua base e l’osso alveolare, è composta al centro dal legamento paradontale e, sulla sua superficie a contatto con il dente, dal cemento che funge da struttura calcificata della zona. La principale area coinvolta dalla parodontopatia è il solco gengivale, una sorta di sacca presente appunto tra il dente e la gengiva dove non è raro notare un accumulo di microbi e batteri che, con il tempo, possono provocare alcuni disturbi e forme infettive nella zona.

Il significato del termine medico parodontopatia

La malattia parodontale è un gruppo di disturbi che possono colpire molto facilmente i tessuti di sostegno e supporto per i denti e se non trattata può portare alla totale distruzione e degrado delle gengive, dell’osso alveolare ed allo strato esterno della sua radice: ecco perché liberarsi della parodontopatia significherà automaticamente evitare il rischio di perdere i denti interessati da tale problema. Consultate immediatamente il vostro dentista onde curare la malattia in questione e tornare a godere di una buona salute alla cavità orale.

Cosa significa avere la parodontopatia?

Se cominciate ad avere segni evidenti di gengive gonfie ed arrossate, alito pesante e difficoltà perfino a parlare visto l’intenso dolore, questi potrebbero essere dei chiari sintomi della parodontopatia, soprattutto se siete fumatori incalliti, avete un’età avanzata o siete affetti da malattie quali diabete o altre patologie. Il vostro dentista, non appena individuata la parodontopatia, consulterà immediatamente un parodontologo per trattare l’infezione, onde prevenire la caduta del dente.

La parodontopatia dentale: effetti sui denti della parodontopatia

La parodontopatia può essere definita come una malattia dentale nonostante il fatto che colpisca indirettamente il dente, affliggendo prima la gengiva e la sua struttura; gli effetti della parodontopatia sui denti possono risultare davvero devastanti, in quanto il rischio vero e proprio di questa malattia è proprio la caduta definitiva dei denti: non vi sembra un motivo sufficiente per tentare di risolvere la vostra condizione e curare una volta per tutta questo disturbo?

Alcuni possibili fattori scatenanti della parodontopatia: fumo e diabete

Alcune patologie come il diabete, ma anche diverse abitudini quotidiane tra cui il fumo, sono strettamente collegate allo sviluppo della parodontopatia nei giovani quanto nelle persone adulte: se siete quindi a stretto contatto con queste condizioni potreste sicuramente avere maggiori probabilità di venir colpiti dallo stadio iniziale della malattia, che potrà però evolversi fino a raggiungere il suo livello più pericoloso per la salute dei vostri denti. Smettere subito di fumare sarà una scelta davvero utile per evitare il problema, mentre in caso di diabete sarà necessario consultare il proprio medico per stabilire quale metodologia di trattamento seguire per liberarsi del problema.

La parodontopatia giovanile

Molte persone credono fortemente che le malattie orali siano un problema di interesse solamente per le persone adulte, ma sappiate che la parodontopatia giovanile è molto diffusa, tra cui troviamo in particolar modo la gengivite, il primo stadio della parodontopatia.

Ecco i tipi più comuni tra i bambini ed i ragazzi nell’età adolescenziale:

  • Gengivite, anche cronica - Solitamente questa condizione colpisce il tessuto gengivale provocando infiammazione, gonfiore e sanguinamento, ma resta comunque un problema facilmente prevenibile e curabile con un’attenta igene della cavità orale, lavando i denti tre volte al giorno e passandoli con il filo interdentale quotidianamente: ricordatevi che se non viene immediatamente curato, il problema può evolversi fino a portare la parodontopatia giovanile.
  • Parodontopatia aggressiva - Questa malattia può affliggere molti adolescenti anche apparentemente sani, cominciando ad attaccare soprattutto i primi molari ed i denti incisivi; la parodontopatia giovanile aggressiva può causare irrimediabilmente la perdita dell’osso alveolare, risultando quindi un aspetto alquanto grave per la salute della cavità orale.
  • Parodontopatia aggressiva generalizzata - Ecco una malattia orale che può cominciare il suo sviluppo durante la pubertà e coinvolgere l’intera bocca, colpendola con una forte infiammazione delle gengive ed intense sedimentazioni di placca e tartaro sui denti, formando carie e infezioni anche forti. Questa è una delle più comuni malattie che possono, se non trattate efficacemente, portare alla caduta dei denti.

Solitamente la parodontopatia giovanile si verifica nei bambini per le stesse cause per cui colpisce gli adulti, così come le varie soluzioni di trattamento risultano le stesse: cercate di non sottovalutare questo problema, potrebbe davvero rivelarsi scomodo e pericoloso.

La parodontopatia marginale e orizzontale

La parodontopatia marginale è una forma di malattia che nella maggior parte dei casi colpisce le persone adulte, portando con il tempo al riassorbimento dell’alveolo osseo, chiamato anche cresta marginale, portando inevitabilmente a numerosi problemi a denti e gengive. Una condizione simile l’abbiamo nel caso di una parodontopatia orizzontale, che provoca invece il riassorbimento dell’osso alveolo in senso orizzontale. Questa è una forma avanzata della parodontopatia, un altro aspetto di questa malattia che rende necessario un intervento immediato onde prevenire sintomi davvero fastidiosi. Consultate immediatamente un medico specialista nel campo delle malattie orali per capire come ridurre la possibilità dello sviluppo di questo problema, se ha già cominciato il suo corso lungo la struttura delle vostre gengive.

L’ultimo stadio della parodontopatia: la sua forma acuta grave ad espulsiva

Lo stadio della parodontopatia acuta grave ed espulsiva non è altro che l’ultima fase del suo corso all’interno della vostra cavità orale, il cui risultato finale non sarà altro che la perdita dei denti colpiti. Questa terribile condizione è caratterizzata da una profonda sedimentazione del tartaro, che in combinazione con l’infezione presente nelle gengive provocano il forte rischio che il dente non riesca più ad essere ben saldo alla base; il corpo risponde infatti alla parodontopatia grave con un aumento esagerato dell’attività immunitaria dell’organismo, favorendo l’espulsione dei denti malati come forma di protezione per il resto del corpo(da qui deriva il termine parodontopatia espulsiva). Sappiate però che fortunatamente c’è una semplice soluzione per questa malattia, se affrontata prima che sia troppo tardi: una profonda pulizia delle tasche gengivali con un applicatore da 12 millimetri riuscirà a ripulire la zona da tutti i batteri e gli accumuli di tartaro dannosi per la cavità orale.

I problemi correlati alla parodontopatia: pus, dolore ed infiammazione

Le malattie parodontopatiche che colpiscono la cavità orale possono portare una vasta gamma di problemi dentali e gengivali, tra cui troviamo in particolar modo una forte infiammazione ai tessuti di supporto dei denti, con sintomi quali dolore, gonfiore e rossore, ulcere e perfino la secrezione di pus dalla zona, probabile testimonianza della presenza di una forma infettiva. Per questo motivo la parodontopatia viene vista come una malattia davvero intollerabile, i cui sintomi e problemi derivati risultano difficili da affrontare, se non si prendono immediatamente alcuni provvedimenti a riguardo.

Gli antibiotici per trattare la parodontopatia: l’amoxicillina

Il vostro medico potrebbe consigliarvi alcuni tipi di farmaci antibiotici come ad esempio l’amoxicillina per curare la vostra forma grave di parodontopatia in maniera tale da eliminare i virus ed i batteri presenti nelle sacche gengivali, primi responsabili dell’infezione e dei suoi sintomi. In questo caso gli antibiotici si possono rivelare davvero utili per curare la parodontopatia, risolvendo un problema davvero fastidioso per la vostra salute orale: chiedete al vostro medico le istruzioni migliori per riuscirci una volta per tutte, magari facendovi consigliare l’amoxicillina come soluzione ideale per il vostro caso.

L’alimentazione ideale per affrontare la parodontopatia

Chiaramente non potrete certo combattere la vostra parodontopatia senza seguire alcuni accorgimenti a riguardo della vostra alimentazione, che dovrà d’ora in avanti seguire delle regole ben precise. Migliorare le difese immunitarie del proprio corpo con una dieta ricca di minerali e vitamine sarà fondamentale per rafforzarvi contro i virus, evitando così infezioni anche gravi. Bere molta acqua per favorire la disintossicazione del corpo, inoltre, è vista come una saggia mossa da tutti coloro che desiderano liberarsi una volta per tutte da questo problema che colpisce la cavità orale, ma che compromette diversi aspetti della vostra vita quotidiana.

Considerazioni finali sulla parodontopatia e cosa fare

La parodontopatia è una malattia che alla lunga può diventare davvero fastidiosa e pericolosa per la salute della vostra bocca, compromettendo la sua naturale funzione. Consultare un medico diventa di vitale importanza al momento che cominciate a notare alcuni sintomi come segnali della presenza di malattie orali come la parodontopatia, così da cominciare subito il trattamento per sbarazzarsene e tornare a godere di una buona salute, anche della vostra bocca.

Informazioni ed approfondimenti di carattere generale sulla parodontopatia.