Peeling

Pelling cosa è? Come si fa? Il peeling è il nome dato al processo di rimozione delle impurità dallo strato cutaneo superficiale, in maniera da liberarlo da tutte le tossine ed i composti grassi ed oleosi che si formano sulla pelle ostruendo i pori responsabili della fuoriuscita di sebo e questo trattamento è molto utile non solo per la pulizia della pelle ma anche per idratare l’epidermide e mantenerla in salute.

Peeling

Peeling perchè?


Peeling perchè?

Il peeling aiuta a migliorare l'estetica del viso e risulta essere il trattamento estetico di pulizia maggiormente utilizzato per esfoliare e rinnovare l'epidermide e migliorare notevolmente la salute della pelle rendendola più bella e luminosa.

Il peeling

Parlando di peeling è importante distinguere tra quelli che possono essere eseguiti con il fai da te comodamente a casa, a quelli dall'estetista ed infine quelli per i quali è necessario un medico vero e proprio. Tale distinzione dipende dall'utilizzo degli acidi che vengono utilizzati per detergere e levigare l'epidermide mediante il trattamento stesso.

Peeling fai da te con l’uso del guanto

Il peeling fai da te è la più comune tecnica esfoliante e consiste principalmente nell’utilizzo di un apposito guanto per strofinare la superficie cutanea, che aiuta a rimuovere le cellule morte e permette così ai pori di riaprirsi e di far passare la giusta quantità di sebo. Oltre al guanto è possibile utilizzare alcune sostanze omeopatiche per aumentare l’efficacia del peeling, che raggiunge così anche i tessuti che si trovano in profondità nella struttura dell’epidermide.


Peeling al viso

Il peeling viso esiste di vari tipi, in base al trattamento che si deve fare ed anche al tipo di pelle da trattare si sente parlare di peeling superficiale o leggero, peeling medio o peeling profondo e, quale che sia la scelta del peeling, deve essere fatto senza ovviamente "aggredire" la pelle né alterare il suo ph naturale valutando attentamente anche il tipo di pelle che deve essere trattata.

Peeling chimico

Il peeling chimico utilizza sostanze chimiche conosciute che rimuovono la pelle morta e questo tipo di peeling risulta essere uno degli strumenti maggiormente utilizzati in dermatologia e medicina estetica in particolare per i trattamenti di invecchiamento cutaneo, rughe, discromie epidermiche, cicatrici, smagliature ed acne.
Gli acidi usati per il peeling chimico agiscono riducendo l'adesione tra le cellule, favorendone così una più rapida eliminazione e stimolando il ricambio cellulare a livello cutaneo. In particolare, l'acido salicilico agisce attivando un'esfoliazione superficiale, mentre l'acido piruvico penetra e agisce più in profondità.

Peeling chimico costi

Il peeling chimico ha dei prezzi che possono variare tra € 80,00-100,00 a seduta di trattamento, mentre il più costoso risulta il peeling chimico con TCA Acido tricloroacetico che si aggira attorno ai € 160,00.

Peeling chimico per acne

Il peeling chimico per l’acne è molto noto anche con il nome di dermapeeling ed il suo trattamento è risultato molto efficace in moltissimi casi di acne in quanto grazie all’applicazione di alcune sostanze chimiche (come acido glicolico, tca, etc.) si procede all’esfoliazione della pelle, aiutando così ad eliminare anche le imperfezioni e gli inestetismi presenti sulla pelle, compresa l’acne e le sue cicatrici.


Peeling enzimatico

Questa è una delle scelte preferite da molte persone, in quanto utilizza gli enzimi proteolitici forniti da ananas e papaia per eliminare le impurità della pelle, aiuta a minimizzare le rughe, purificare la pelle facendola apparire più luminosa e con un bel incarnato. Solitamente viene venduto in farmacia sotto forma di polvere da amalgamare con l’acqua e mettere come sul viso come una maschera fino al suo asciugamento, dopodiché si risciacqua il tutto con acqua tiepida o fredda.

Peeling combinato

E' una tipologia di peeling in cui vengono usati acidi diversi per ottenere più risultati con un unico trattamento e solitamente vengono usati acidi alfa-idroassiacidi (detti AHAs) in combinazione con gli acidi beta-idrossiacidi (detti BHAs). I primi acidi alfa-idroassiacidi sono acidi contenuti nella frutta e stimolano il rinnovo dell’epidermide, mentre gli acidi beta-idrossiacidi sono composti aromatici tra cui troviamo il più noto acido salicilico; in combinazione i due acidi sono molto utili per il trattamento di problematiche come ad esempio: acne, cicatrici, invecchiamento epidermico, dermatite seborroica etc.


Peeling corpo

Il peeling può essere effettuato anche sul corpo e si può fare con delle ricette fai da te molto semplici composte da:

  • Peeling naturale con le erbe: Quando si fa il peeling non bisogna dimenticare di trattare anche collo e décolleté, in modo da asportare le cellule morte anche da queste aree. Stendere la preparazione sulla pelle precedentemente pulita e inumidita, eseguendo ampi movimenti rotatori. Massaggiare accuratamente dalla fronte al décolleté per alcuni minuti, poi lavare l'intera superficie trattata con abbondante acqua calda e rinfrescare il viso con un tonico.
  • Peeling con avena contro le infiammazioni: L'avena macinata elimina dolcemente le cellule morte; inoltre l'acido silicico in essa contenuto lenisce e cura le infiammazioni. Le sostanze nutritive presenti in questo cereale donano alla pelle un colorito roseo e, se usato con regolarità, restringono i pori dilatati.
  • Peeling con olio di enotera per rinforzare le difese: L'olio di enotera, dal gradevole profumo, rinforza le difese della pelle contro i batteri. L'uso regolare ottimizza le secrezioni sebacee e liquide delle pelli impure e scarsamente irrorate.
  • Peeling con olio di oliva nutritivo per pelli normali: L'olio di colore verdastro ottenuto dalla spremitura a freddo delle olive svolge un'azione particolarmente nutritiva e curativa ed è in grado di migliorare la struttura cellulare in modo duraturo. In questo modo le piccole cicatrici guariranno più in fretta.
  • Peeling con i semi di lino per pelli delicate: I semi di lino macinati freschi possono essere usati con successo nel trattamento di ogni tipo di pelle. Svolgono, infatti, un'azione disinfiammante, stimolano l'irrorazione sanguigna e disintossicano la pelle, migliorando la capacità di interscambio delle cellule con l'ambiente esterno.


Peeling TCA

L’acido tricloroacetico detto TCA è spesso usato in combinazione con altri tipi di acidi e può essere impiegato sia per peeling superficiale sia su quelli medio e profondi, in base alla concentrazione usata negli stessi (più alta è la concentrazione maggiormente di profondità sarà il trattamento). Il peeling TCA può ridurre le rughe, schiarire le macchie cutanee causate dal sole e dall’età, migliorare l’aspetto della pelle in generale

Peeling acido glicolico

Un peeling all’acido glicolico è noto portare ad un trattamento di rivitalizzazione cutanea, stimolando i fibroplasti e le cellule basali ad una maggiore attività. L’acido glicolico fa parte degli acidi alfaidrossiacidi come l’acido lattico, l’acido malico (derivante dalle mele), l’acido tartarico (derivante dal vino) e l’acido citrico (derivante dagli agrumi), mentre invece l’acido glicolico è un derivante dalla canna a zucchero ed è usato in concentrazioni alte solo da dottori per uso medico. L’acido glicolico permette un’ottima esfoliazione delle cellule morte ed è consigliato per trattamenti di: invecchiamento cutaneo, macchie sulla pelle, pelle grassa, acne, rughe.


Peeling viso: gli acidi usati

Per fare un bel peeling al viso possono essere utilizzati prodotti con diversi acidi, ognuno dei quali con specifiche caratteristiche che rendono più o meno "attivo" a contatto con la pelle da trattare che devono essere scelti con criterio in base al tipo di pelle.

Gli acidi più usati nei vari peeling sono:

  • acido glicolico: è estratto dalla canna da zucchero e può essere usato a diverse concentrazioni, per un effetto più o meno profondo. È adatto per esfoliare la pelle e aumentarne la luminosità.
  • acido cogico: è un acido di origine vegetale che può essere estratto dal riso o ottenuto in laboratorio come prodotto di sintesi. Agisce in particolare sulle macchie dovute all'eccessiva esposizione al sole, diminuendo la formazione di melanina e schiarendo la pelle.
  • acido fitico: è un acido contenuto nella frutta, nei legumi e nei cereali. Ha effetto antiossidante e favorisce la rigenerazione cellulare.
  • acido piruvico: è una sostanza prodotta spontaneamente dal metabolismo cellulare che, applicata sulla pelle, agisce in profondità aumentando la produzione di collagene e provocando un assottigliamento dello strato corneo superficiale con effetto illuminante e ringiovanente.
  • Acido tricloroacetico detto TCA: è un acido di media intensità usato per un'esfoliazione più marcata a causa di cicatrici, macchie evidenti o rughe di vecchia data. Agisce in profondità provocando una maggiore esfoliazione rispetto agli altri acidi.
  • alfaidrossiacidi, betaidrossiacidi, acido salicilico, acido azelaico, retinoico, resorcina, fenolo.

A cosa serve il peeling?

Fare un peeling è una soluzione adatta per levigare e migliorare l’aspetto della pelle, in quanto è un trattamento accelerato di esfoliazione della cute che stimola la rigenerazione cellulare (detta turnover cellulare); elimina le cellule morte o danneggiate che si depositano sullo strato corneo della pelle, provocando un’accelerazione del ricambio cellulare naturale ed attiva una maggiore produzione di collagene e di elastina.

Informazioni relative al peeling (a cosa serve e quando farlo).