Peeling con acido salicilico

Quali sono i vantaggi del peeling con acido acido salicilico? I trattamenti contro gli inestetismi cutanei, negli ultimi tempi, stanno diventando sempre più diffusi, sia per il desiderio comune delle persone di avere una pelle liscia ed uniforme, sia perché gli stessi trattamenti sono diventati più accessibili, dal punto di vista economico e dal punto di vista pratico: uno dei trattamenti più diffusi per eliminare inestetismi cutanei ed altre irregolarità della pelle è il peeling chimico, un trattamento che viene considerato, sia dagli esperti che dalle persone che l’hanno provato, sicuro ed efficace; tra i vari peeling chimici, quello con acido salicilico viene utilizzato con successo da moltissime persone, grazie ai numerosi vantaggi che comporta.

Peeling con acido salicilico

Peeling acido salicilico

Acido salicilico e peeling

L’acido salicilico è conosciuto ed utilizzato da secoli, infatti già il famoso medico greco Ippocrate seppe individuare alcuni dei numerosi benefici che oggi si conoscono dell’acido salicilico, utilizzandolo come rimedio di alcuni dolori lievi e di patologie febbrili; quella di Ippocrate fu una grande intuizione, infatti uno dei farmaci più conosciuti ed utilizzati, vale a dire l’aspirina, è un composto chimico derivato proprio dall’acido salicilico.
L’acido salicilico appartiene agli acidi della famiglia dei beta idrossiacidi e si ricava dalla corteccia dell’albero del salice: si tratta di un acido organico incolore che ha una struttura cristallina ed è scarsamente solubile in acqua; questo acido si può ricavare dall’idrolisi dell’aspirina o dal salicilato di metile (il principale, se non unico, composto dell’olio essenziale di Wintergreen). L’acido salicilico viene utilizzato come ingrediente principale di numerosi prodotti per la cura della pelle, in diversi cosmetici e, soprattutto, in alcuni medicinali; i diversi prodotti a base di acido salicilico contengono questo acido in concentrazioni diverse, che variano a seconda del disturbo che si vuole trattare.

Il peeling con acido salicilico

I prodotti a base di acido salicilico, utilizzati per effettuare il peeling, contengono una concentrazione piuttosto elevata di questo acido, in quanto, attraverso il peeling, si cerca di rimuovere le cellule morte della pelle, favorendo il ricambio delle cellule e la formazione di un nuovo strato di pelle. L’acido salicilico è uno degli acidi più indicati per questo tipo di peeling, in quanto appartiene al gruppo degli agenti cheratolitici, un insieme di sostanze che vengono utilizzate per rompere gli strati di cheratina all’interno del tessuto epiteliale: la rottura della cheratina va ad indebolire, di conseguenza, i legami tra i lipidi che mantengono le cellule morte sulla superficie della pelle; in questo modo si favorisce il distacco di queste cellule morte e la formazione di uno nuovo strato di cellule più giovani.

Il peeling con acido salicilico al 20% di concentrazione

La maggior parte dei dermatologi afferma che il peeling con prodotti a base di acido salicilico, la cui concentrazione si attesta intorno al 20%, sia uno dei migliori trattamenti contro l’invecchiamento della pelle, contro i danni causati dalla radiazione solare e contro numerosi altri disturbi della pelle.
Una concentrazione di acido salicilico, pari al 20%, infatti, permette una maggiore azione di rottura dei legami tra le diverse cellule della pelle, di conseguenza favorisce l’eliminazione degli strati superficiali della pelle, costituiti solamente da cellule morte.Questo tipo di peeling, inoltre, è particolarmente indicato nel trattamento dell’acne, in quanto l’acido salicilico agisce, tra le altre cose, come un antinfiammatorio, quindi aiuta a ridurre la condizione di infiammazione, quasi sempre associata alla presenza di acne sulla pelle; il peeling con acido salicilico viene utilizzato, non solo nel trattamento dell’acne, ma anche per ridurre la visibilità di rughe sottile ed altri piccoli segni, in quanto questo acido, esfoliando gli strati della pelle e liberando i pori, tende a levigare la superficie cutanea.

I vantaggi dell’acido salicilico

I numerosi vantaggi che l’utilizzo di acido salicilico comporta sono conosciuti da secoli, infatti già dai tempi più antichi questo acido veniva utilizzato per curare la febbre ed altre condizioni dolorose; ancora oggi, l’acido salicilico riveste un ruolo importante in ambito medico, in quanto viene utilizzato come antidolorifico e nella prevenzione delle malattie cardiache: l’aspirina, uno dei farmaci più utilizzati, è proprio un derivato dell’acido salicilico, che agisce inibendo l’attività di alcuni enzimi e, di conseguenza, limitando la sintesi di prostaglandine e trombossani; queste molecole sono responsabili della formazione di coaguli all’interno dei vasi sanguigni, che possono favorire gli attacchi cardiaci, quindi l’uso di acido salicilico riduce notevolmente o, addirittura, elimina il rischio che si formino coaguli di sangue all’interno dei vasi, diminuendo, di conseguenza, le probabilità di un attacco cardiaco.

I vantaggi del peeling con acido salicilico

I vantaggi del peeling con acido salicilico sono diversi, infatti questo acido, quando viene applicato sulla superficie cutanea, favorisce il distacco delle cellule morte accumulate sulla superficie della pelle, evitando l’ostruzione dei pori, da parte delle cellule stesse, e limitando la possibilità di una eventuale infezione batterica: l’effetto principale del peeling con acido salicilico, dunque, consiste nell’eliminazione delle cellule morte e nella conseguente liberazione dei pori ostruiti.

Proprio per questa ragione, infatti, l’acido salicilico viene utilizzato nel trattamento di diverse condizione della pelle, quali, ad esempio, l’acne, la presenza di verruche, la formazione di punti neri ed altre ancora: per ognuna di queste condizioni esiste uno specifico prodotto a base di acido salicilico; oltre ai prodotti utilizzati per effettuare il peeling, esistono anche shampoo, gel, saponi, creme ed altri prodotti a base di acido salicilico, che vengono utilizzati nel trattamento di numerose condizioni della pelle.

Gli effetti collaterali dell’acido salicilico

E’ necessario ricordare i possibili effetti collaterali che l’utilizzo di prodotti a base di acido salicilico comporta; innanzitutto, uno degli effetti collaterali più comuni a questo tipo di trattamento sono, in genere, le reazioni allergiche: dopo aver effettuato un trattamento con acido salicilico, si possono manifestare condizioni allergiche lievi, come il gonfiore della lingua, della gola, delle labbra o del viso in generale, ma anche condizioni allergiche ben più gravi, come le difficoltà respiratorie.

Altri effetti collaterali abbastanza diffusi sono le irritazioni cutanee: le irritazioni cutanee, come le reazioni allergiche, possono manifestarsi in forme lievi o, nei casi più gravi, in forme più acute, la pelle può apparire secca o arrossata fino ad assumere i sintomi tipici delle ustioni o delle punture di vespa, infatti alcune persone, dopo aver effettuato un trattamento con acido salicilico, hanno riportato una sensazione di fortissimo calore su tutta la superficie della pelle.

Se si manifesta uno di questi effetti collaterali, è di fondamentale importanza interrompere immediatamente l’utilizzo del prodotto a base di acido salicilico e contattare il proprio medico, in modo da valutare se si tratti di una condizione lieve, della quale non preoccuparsi, o di una possibile reazione allergica.
Infine, si consiglia, durante la gravidanza e durante l’allattamento, di non utilizzare i prodotti a base di acido salicilico, né per via orale né per via topica, applicandoli su ampie zone della superficie cutanea o, comunque, di richiedere il parere del proprio medico a questo proposito.

Uno trattamenti più utilizzati ed efficaci per la cura della pelle è il peeling con acido salicilico

Questo acido, che appartiene alla famiglia dei beta idrossiacidi, viene utilizzato nel trattamento di diverse condizioni della pelle, grazie alle sue numerose proprietà benefiche; l’acido salicilico, infatti, favorisce la liberazione dei pori ostruiti, riduce le condizioni infiammatorie della pelle, combatte efficacemente contro i batteri ed agisce esfoliando la pelle.

Considerazione finale sul peeling a base di acido salicilico

Il peeling con acido salicilico, quindi, risulta essere un trattamento sicuro ed efficace contro numerose condizioni della pelle, inoltre permette di ridurre la visibilità degli inestetismi presenti sulla superficie cutanea: proprio per queste ragioni, il peeling con acido salicilico sta diventando sempre più diffuso.

Consigli e spiegazioni dedicate all'acido salicilico ed al peeling.

Prodotti bellezza estetica donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo peeling con acido salicilico

Peeling con acido salicilico

L'articolo è molto interessante, io sto provando l'acido per le micro rughe vediamo se gli effetti sono positivi come dite voi

Acne e peeling con acido salicilico

Molto utile la spiegazione.. ora ho le idee più chiare!! Posso provarlo per l'acne..vediamo se funziona.

Lascia il tuo commento: