Peli superflui cause

Quali sono le cause dei peli superflui? Perchè si formano i peli superflui? Negli ultimi decenni abbiamo assistito a tanti cambiamenti nel nostro concetto di mascolinità e di femminilità, però una cosa non è mutata: le persone hanno ancora dei peli superflui sul viso, o sul corpo e spesso ne ignorano le cause.

Le cause di questi peli superflui possono risalire sia a dei casi di irsutissimo (incremento della peluria nel petto, vicino alle orecchie, nelle mani, nelle dita, ossia in zone cutanee che sono differenti per quantità in base al sesso delle persone), sia a delle patologie (tumori).

Peli superflui cause

Peli superflui cause

Spesso la gente che si ritrova con l’anomala peluria non richiede un aiuto sanitario in quanto ha paura che alcuni medici sminuirebbero tale disagio (a causa della sua appartenenza etnica, o per via di una storia familiare simile).

Nella realtà se vi doveste trovare di fronte al suddetto problema sappiate che esistono alcuni trattamenti che possono comunque apportare dei benefici, estetici e psicologici, talvolta perfino di notevole durata.

Il ruolo del testosterone

Il testosterone si ritiene a torto essere un ormone strettamente maschile, ma questo non è del tutto esatto in quanto esso è presente sia nelle femmine sia nei maschi (in questi in un livello decisamente più alto).

Durante l’infanzia la percentuale del testosterone è irrisoria nei bambini (femminucce comprese), a differenza della pubertà dove notiamo un deciso aumento (in particolar modo nei maschietti).

Durante questa seconda fase della nostra crescita esso varia e causa una maggiore untuosità della pelle e la comparsa dei peli pubici, ascellari.

Non è raro che nelle donne crescano dei peli nel torace, nella parte bassa della schiena, nel collo e nelle guance.

A volte la questione di una peluria superflua nasconde una sintomatologia di disordine ormonale, soprattutto se accompagnata da periodi di irregolari variazioni di peso.

Misurazione delle alterazioni ormonali

Le misurazioni del testosterone libero (questo è una porzione dell’omonimo ormone che può tuttavia viaggiare nei tessuti), e dell’androstenedione, permettono di venire a capo della ragione della vostra proliferazione pilifera.

Alti valori di questi due summenzionati gonadotropi indicano che le cause della abbondante crescita summenzionata possa essere associata a delle patologie ovariche, surrenaliche (o da entrambe).

Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)

La sindrome dell’ovaio policistico è la più nota forma di irsutissimo di origine ovarica.

Essa può essere dovuta ad un’eccessiva stimolazione dell’ovaio da parte dell’ormone luteinizzante (LH), che lo induce a produrre una sproporzionata percentuale di testosterone libero, e di androsteneidione.

Ancora, può essere associato ad un consistente numero di cellule ovariche prodottesi durante la menopausa.

Quindi se una donna nota delle frequenti alterazioni nel suo ciclo mestruale (compresa la sua eventuale scomparsa), oltre che ad una peluria in aree cutanee prima esenti da essa, farebbe bene a rivolgersi immediatamente alla sua ginecologa.

Uno smisurato tasso di testosterone potrebbe essere legato infine ad un’iperplasia surrenale (malattia congenita che colpisce le ghiandole surrenali).

Essa si manifesta con l’ipertricosi (crescita extra di peluria in certe parti del nostro corpo già normalmente ricoperte di peli, durante l’infanzia, la menopausa, la gravidanza), con un’acne persistente, con l’improvviso arresto nell’altezza di una persona.

L’irsutismo iatrogeno invece può essere fatto risalire all’uso di contraccettivi orali a base di progenestinici, o di corticosteroidi (insomma a date tipologie di farmaci).

Alcune disfunzioni ormonali possono per giunta essere associate ad una inusuale elaborazione della vostra peluria, fra le quali vi ricordo:

  • l’acromegalia: legata ad un’esorbitante produzione del livello dell’ormone della crescita (GH), per via delle ghiandole pituitarie (alla base del cervello), che porta ad una deformazione del viso, degli arti inferiori e superiori, nonché di alcuni organi interni
  • l’ipotiroidismo: dovuta ad una disfunzione della tiroide che causa pure stati di frequente irritazione, sonnolenza, ciclo abbondante
  • la sindrome di Cushing: fu diagnosticata nel 1932 da un chirurgo americano Cushing appunto, (da cui prende il nome), e viene distinta in esogena (si fa risalire all’impiego di steroidi sintetici), o in endogena (quando si è in presenza di un aumento vistoso di cortisolo, in genere legato all’insorgenza di un tumore).

Nonostante tutto, lo sviluppo eccessivo di peli può essere slegato a delle alterazioni ormonali (irsutismo androgeno-dipendente) e risalire semplicemente ad una iper reattività dei follicoli piliferi alla secrezione del testosterone.

Trattamenti contro la proliferazione della vostra peluria

I peli si possono togliere:

  • tramite il classico rasoio (in modo rapide, efficace)
  • con delle pinzette (se sono sporadici, però a lungo andare potreste ritrovarvi con i peli incarniti)
  • con delle creme, delle cerette a strappo fredde (anche queste potrebbero non essere il vostro giusto rimedio in quanto causano frequentemente delle sensibilità cutanee)
  • con l’elettrolisi (distrugge il pelo in modo consolidato e permanente attraverso la corrente elettrica continua, però il metodo è molto lungo e assai doloroso. Naturalmente bisogna che vi mettiate nelle mani di accertati professionisti)
  • il laser: riduce la peluria, comunque non è adatto per le persone con storie di melanomi, che hanno la pelle molto chiara, o una peluria bionda
  • attraverso il ricorso a dei medicinali che bloccano l’esagerata produzione del testosterone (come lo spironolattone).

Le cause della formazione dei peli superflui sono molte ma fortunatamente le nuove tecnologie ci possono aiutare a risolvere questa problematica qualora si mostrasse in forma troppo invasiva.

Ecco quali sono le cause della formazione dei peli superflui

Bellezza corpo: uomo donna

Lascia il tuo commento: