Peonia officinalis L.

La pianta di peonia officinalis per le sue proprietà è largamente impiegata in omoeopatia ancora dall'antichità come rimedio omeopatico contro l'epilessia, inoltre può essere considerata attualmente un buon antispasmodico e sedativo (in particolare la radice). Proprio l'uso antico riguardante l'epilessia ha fatto utilizzare la pianta (radice) nel trattamento di stati neurastenici, di agitazione ed ansia, nelle forme nevralgiche e nell'emicrania.

Peonia officinalis L.

Peonia officinalis

Nome comune: Peonia
Francese: Pivoine officinale
Inglese: Peony
Famiglia: Peoniaceae
Parte utilizzata: radice e fiore

Costituenti principali della peonia officinalis:

  • Radice:
    paenolo (metossi-acetofenolo), paeoniflorina
    0,4% di olio essenziale
    15-20% di amido
  • Fiori:
    antociani: peonina; flavonoidi, > derivati del kaempferolo
    tannini (gallotannini)

Attività principali: antispasmodiche e sedative

Impiego terapeutico: tosse spasmodica; fistole, ragadi anali, emorroidi (uso topico)

I fiori di peonia vengono spesso impiegati per abbellire alcune tisane e in particolare quelle pettorali ove, oltre al fattore "bellezza", viene sfruttata l'azione antispasmodica ed antitussiva della pianta. Secondo Ledere risulta efficace nella pertosse e nelle tossi ribelli (5-10 gocce di tintura al dì). Il paenolo è un principio antibatterico, antinfiammatorio, analgesico e antispasmodico.

Nella pianta si ritrova la paeoniflorina ugualmente sedativa, analgesica ed anticonvulsivante.

Le piante spontanee sembrano più efficaci di quelle coltivate.

Con i fiori di Peonia, particolarmente ricchi in antociani, flavonoidi e tannini, si preparano delle formulazioni per uso topico indicate per il trattamento di fistole, ragadi anali associate ad emorroidi.

I semi, inodori e poco saporiti, emulsivi, sono considerati emetici e purgativi.

Curiosità sulla Peonia officinalis

  • Da Paeon, medico greco degli dei a cui la pianta fu dedicata e che, secondo la leggenda, avrebbe guarito Plutone impiegando tale pianta (Omero, Iliade).
  • Un tempo venivano fatte collane per i bambini, in quanto si riteneva potessero prevenire le convulsioni.
  • La radice di Peonia veniva fatta mordere agli epilettici ogni qual volta sentivano arrivare una crisi. Se riuscivano a masticarla, la crisi veniva bloccata.

Peonia officinalis L.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: