Perdere 6 Kg in tre settimane

Come perdere 6 Kg in tre settimane? Con un po' di sforzi e fatica, perché quasi a a questo mondo è gratuito, potremmo riuscire a perdere 6 Kg in tre settimane con alcuni consigli che troveremo qui di seguito.

E' importante prendere in considerazione una serie di tecniche di valutazione dei progressi in modo da poter avere un quadro completo di ciò che si sta facendo.

Perdere 6 Kg in tre settimane

Perdere 6 Kg in tre settimane

Spesso capita che se la bilancia non si muove nella direzione sperata, ci abbattiamo e finiamo per cedere all'idea che non riusciremo mai a raggiungere l'obbiettivo tanto ambito.

Quindi diamo uno sguardo a ciò che dobbiamo sapere.

Prima che iniziamo a sfinirci andando a correre otto ore al giorno con la speranza di perdere peso, dobbiamo ben capire la differenza fra il peso corporeo e il grasso corporeo.

Il peso corporeo è in realtà un indicatore di progresso non molto affidabile, perché tutto ciò che ci dice è se si è guadagnato o perso peso. Esso non indica se il calo o l'aumento di peso è dovuto alla perdita di grasso o muscolo.

Quindi potrebbe succedere che, se siamo agli inizi e notiamo la bilancia salire, abbiamo guadagnato massa muscolare piuttosto che perdita di grasso corporeo.

Perciò, non appena annotiamo questo sulla bilancia, ci abbattiamo credendo di non aver fatto alcun tipo di progresso, anzi. Arrivando ad utilizzare, invece, una misurazione del grasso corporeo si otterrà un quadro molto più preciso di ciò che sta succedendo.

Un altro utile consiglio da seguire per perdere 6 Kg in tre settimane consiste nel scegliere un'attività fisica adatta.

Dunque appuntiamoci che l'attività cardiovascolare brucia molto più grasso rispetto all'allenamento di potenza. Ovvio che ogni tipo di attività fisica brucia calorie. Tuttavia, la quantità consumata varia in base al tipo di esercizio che si sta seguendo. Ed è l'esercizio aerobico quello che ci fa consumare molte più calorie.

Però, secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins University, il metabolismo del corpo ritorna rapidamente ai livelli pre-esercizio entro mezz'ora dopo l'allenamento cardio.

D'altra parte, l'allenamento della forza, noto anche come allenamento di resistenza, può provocare una combustione più ampia calorie per un massimo di due ore dopo l'allenamento.

Purtroppo, molti abbandonano l'allenamento della forza come mezzo per perdere peso, perché un aumento della massa muscolare può anche significare un aumento del peso corporeo.

L' aerobica, tuttavia, presenta un sacco di vantaggi. Oltre a migliorare le condizioni cardiovascolari, l'esercizio aerobico migliora la muscolatura, ci aiuta a perdere peso, riduce il rischio di diabete, osteoporosi e alcuni tipi di cancro.

Ed ora arriviamo a smascherare una famosa leggenda metropolitana.

Volete perdere grasso in un determinato punto come la pancia?

Contrariamente alla credenza comune e spot pubblicitari in onda sui media, l'idea di ridurre il punto vita resta un mito. Non esistono pillole magiche che ci faranno perdere peso in una determinata regione del corpo. Noi perdiamo grasso in determinate parti piuttosto che in altre perché tutto ciò è dovuto alla nostra genetica di base. Se siamo determinati a ridurre solamente una parte di grasso, la liposuzione o l'aspirazione chirurgica del adiposo (grasso) dei tessuti può compiere tale miracolo. Ma probabilmente non è la soluzione che stiamo cercando!

Mentre invece arriveremo a perdere 6 Kg in tre settimane associando una dieta adatta alla giusta attività fisica.

Ma esistono anche altre piccole avvertenze da seguire per facilitarci il compito.

Ad esempio:

Non mangiare al di là delle 19:00.

Forse direte che non ha senso.

«Perchè non mangiare al di là delle sette di sera? Forse perché il nostro metabolismo lavora più lentamente superata una certa ora?»

Ovvio è che le calorie, in fin dei conti, non riconoscono il tempo. Dovremmo solo imparare che è veramente importante riconoscere quando stiamo consumando troppi alimenti. In fin dei conti, la nostra attività fisica, passata una certa ora, diminuirà. Perciò questa “credenza” si basa sull'idea che le persone restino inattive dopo cena.

Non mangiare tra i pasti

Gli spuntini non sono la ragione principale per cui tendiamo ad aumentare peso.

La colpa è delle calorie che ingeriamo.

In effetti, moltissimi piani dietetici consigliano di mangiare pasti più piccoli ma con più frequenza.

Ciò ci impedirà di soffrire la fame finendo col mangiare più del dovuto. 

Quindi, riassumendo il tutto:

Fare la giusta attività fisica, affiancata ad una dieta sana ed equilibrata, stando ben attenti a quanto consumiamo e quando consumiamo.

Perdere 6 Kg in tre settimane

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: