Perdita capelli

Perdita capelli cosa fare? Una perdita di capelli può essere una tappa di molte persone, quale che sia il sesso, l’età o la razza, difatti viviamo in un’epoca magnifica, piena di possibilità e novità, ma a dir poco frenetica, dove ognuna delle mille incombenze che pendono sul nostro capo richiederebbe da noi una piena e completa attenzione che non siamo in grado di fornire. I mille impegni da onorare nella vita quotidiana possono avere conseguenze importanti sulla nostra vita sociale, sulla nostra salute fisica e sul nostro umore, nonché sulla salute dei nostri capelli.

Perdita capelli

Perdita capelli

Perdita di capelli e stress

Lo stress può influenzare i capelli allo stesso modo in cui colpisce altri importanti organi, come il cuore. Una delle cause più comuni del diradamento e della perdita dei capelli sia per gli uomini che per le donne è lo stress quotidiano. Traumi fisici e mentali possono causare la perdita di capelli ed il loro conseguente diradamento, molte volte dai tre ai sei mesi dopo che l’evento traumatico si è verificato. E osservando i vostri capelli radi o caduti non potete fare altro che aggiungere stress allo stress. La comune forma di stress, simile all’ansia, che quando non trattata, può avere effetti significativi sulla nostra salute mentale e fisica ed uno di questi effetti, specialmente nelle donne, è la perdita dei capelli. Ciò può essere causato anche da altre condizioni mediche o dall’uso eccessivo o non corretto di determinati farmaci, quindi è importante che visitiate il vostro medico per escludere queste possibilità.

Perché avviene la perdita dei capelli?

A volte la perdita dei capelli avviene senza nessun motivo apparente. Ad esempio, una malattia chiamata alopecia areata colpisce sia gli uomini sia le donne e nei casi più gravi, provoca a chi ne soffre, la perdita delle ciglia, delle sopracciglia e dei peli del corpo. La malattia è causata da un disordine del sistema immunitario che ferma la produzione dei capelli da parte dei follicoli piliferi. In alcune persone, l'alopecia areata è temporanea, con una durata che varia da diversi mesi a diversi anni. In altre persone, la condizione permane, con miglioramenti e peggioramenti nel tempo che si sviluppano apparentemente a capriccio.

Cosa fare se la perdita dei capelli è dovuta allo stress

Se la vostra perdita dei capelli è causata dallo stress ci sono diverse possibilità per ridurre la perdita e promuovere una nuova ricrescita:

Fase 1: Identificare il fattore di stress. Certamente è più facile a dirsi che a farsi, ma è importante identificarlo per poterlo successivamente fermare. Di fronte ad una situazione che provoca ansia, le vostre ghiandole endocrine producono adrenalina, cortisolo ed altri ormoni. Queste sostanze hanno diversi effetti sul corpo umano, compresa la riduzione del flusso sanguigno ai follicoli piliferi. L’osservazione empirica ci consente di affermare che un periodo di tempo di almeno una settimana di stress continuo riduce il flusso di nutrienti verso i capelli per un tempo sufficiente a provocarne la caduta. Una volta eliminata la fonte dello stress od una volta imparato ad affrontarla con più calma, i capelli torneranno decisamente sani nell’arco di un mese. Potrebbe essere molto utile tenere un diario delle attività in cui siete impegnati, delle persone con cui interagite e di quello che provate al riguardo. Capire cosa provoca lo stress e ridurre il suo effetto rallenterà la perdita dei capelli nel corso del tempo. Avrete bisogno di tenere un resoconto nel vostro diario di almeno due settimane, od anche di più, per individuare eventuali tendenze e disturbi. Cercate di mantenere di giorno in giorno una ben definita routine, per ridurre il numero di variabili che potrebbero essere la causa dello stress.

Fase 2: Aumentare l'assunzione di acqua per almeno otto-dieci bicchieri al giorno. La disidratazione può causare la perdita dei capelli in parallelo ai sintomi prodotti dallo stress.

Fase 3: Evitare di tormentare eccessivamente i vostri capelli. Lavarli ed acconciarli troppo spesso può contribuire alla loro perdita. Lo stress indebolisce i follicoli dei capelli ed ulteriori manipolazioni aumenteranno ulteriormente la caduta. Una manipolazione eccessiva dei capelli impedisce ad un’eventuale futura ricrescita di svilupparsi forte e robusta. Evitate lo shampoo ed i prodotti per i capelli che contengono grandi quantità di fragranze ed agenti essiccanti come l'alcool.

Fase 4: Mantenere uno stile di vita sano. Una dieta ricca di vitamine, frutta fresca e verdura, proteine e cereali integrali fornirà al vostro corpo tutto il carburante necessario per rafforzare i capelli. Venti o trenta minuti di esercizio al giorno possono aiutare a bilanciare gli ormoni e le sostanze chimiche del cervello, riducendo lo stress.

Fase 5: Visita il tuo medico per discutere con lui sulla possibilità che eventuali malattie in corso o farmaci che stai assumendo possano essere responsabili del tuo problema al cuoi capelluto. In alcuni casi lo stress è un fattore, ma non necessariamente la causa regina della perdita dei capelli.

Le cause della perdita di capelli

La perdita dei capelli si verifica quando i follicoli piliferi si restringono e producono capelli sempre più sottili, processo che prosegue fino alla loro completa sparizione. Le cause possono essere molteplici, ma fondamentalmente lo sviluppo della condizione è dovuto ad alcuni fattori principali:

  • età
  • fattori ereditari
  • predisposizione genetica
  • dieta carente di nutritivi

Nel caso femminile si possono aggiungere delle ulteriori cause che possono portare alla perdita di capelli:

  • menopausa
  • cambiamenti ormonali improvvisi (come l’assunzione della pillola contraccettiva)

Rimedi naturali e consigli in caso di perdita di capelli

Le prime regole comprese nei rimedi naturali per il trattamento della perdita di capelli è che serve seguire uno stile di vita sano e salutare oltre al fatto che bisogna curare la propria dieta alimentare, pertanto:

Inoltre serve fare attenzione all’uso/abuso di determinati prodotti per capelli (es. prodotti per lo styling dei capelli, uso eccessivo del phon etc) che possono indebolire il fusto del capello, come anche i lavaggi troppo frequenti e con prodotti aggressivi che non rispettano il ph fisiologico del capello.

Il massaggio può aiutare molto a migliorare la salute dei capelli ed evitarne la perdita, in quanto massaggiare il cuoio capelluto significa anche attivare e migliorare la circolazione che potrebbe essere “non perfetta”. Ad esempio massaggiate il cuoio capelluto almeno due volte alla settimana con olio di oliva, olio di mandorle o con l’olio di cocco aiuta ad arrestare la perdita dei capelli.

Trattamenti per la perdita di capelli

Circa il sessantacinque percento dell’intera popolazione maschile prima o poi soffre in una certa misura di calvizie e per coloro che affrontano questo problema le conseguenze possono non essere puramente estetiche. Alcune ricerche hanno infatti messo in correlazione lo sviluppo della calvizie ad una maggiore incidenza delle malattie cardiache. Tralasciando questo aspetto complicato e medico verifichiamo altri possibili rimedi disponibili. La prospettiva probabilmente più costosa e meno rischiosa è celare il problema con qualche artificio, ricorrendo ad esempio a parrucche, toupet o ad un piccolo intervento di trapianto dei capelli. Chi si sottopone ad un trapianto di follicoli riceve in media parecchie migliaia di innesti, piccole strisce di capelli rimosse dal paziente stesso nel caso dell’autotrapianto, ad un costo però spesso molto elevato, di diverse migliaia di euro. I costi continuano ad aumentare quando i pazienti tornano nel corso degli anni per ulteriori trattamenti.
Chi si sottopone a questo tipo di terapie difficilmente potrà sperare di finirle con la chioma fluente di un divo del cinema, nonostante questo bisogna puntualizzare che la scienza è migliorata e sta migliorando notevolmente in questo campo negli ultimi anni.

Perdita di capelli e dieta

Come spesso accade per problemi di natura fisica, modificare la nostra dieta con qualche piccolo accorgimento potrà se non risolvere, quantomeno dare una mano a combattere il problema. Le mandorle, le arachidi, i fichi e le noci sono ottime fonti di oli naturali che vi aiuteranno a donare lucentezza, salute e bellezza ai vostri capelli “denutriti” e frutta e verdura non dovrebbero mai mancare in nessuna dieta. Una dieta equilibrata e sana serve non solo per la salute del corpo ma anche dei capelli che ne risentono se l’alimentazione è troppo carente a livello nutrizionale o tendenzialmente troppo ricca di grassi. Mangiare sano vuol dire avere anche capelli sani!

Trattamento chirurgico a laser per perdita di capelli

Il laser ad infrarossi è un trattamento non chirurgico e non invasivo che è stato appurato essere molto utile per rafforzare il bulbo del capello debole e di aiutare anche ad una ricrescita più rapida dei fusti dei capelli. Solitamente al trattamento laser ad infrarossi viene combinato anche la tecnica del massaggio stimolante che accelera e migliora la circolazione sanguigna che arriva ai capelli.

Perdita di capelli e farmaci

La possibilità alternativa è stimolare la ricrescita dei nostri piccoli amici attraverso l’applicazione di medicinali mirati, come ad esempio il Minoxidil per il trattamento locale ed il finasteride per i trattamenti orali. Il Minoxidil è considerato un po’ il farmaco per eccellenza in caso di perdita dei capelli e solitamente molte persone notano miglioramenti utilizzando questo trattamento locale per due volte al giorno per almeno 12 mesi, mentre il trattamento orale tramite finasteride è utile in caso di alopecia di origine ormonale o ereditaria e non deve assolutamente essere preso senza prima aver consultato un medico oltre al fatto che viene venduto tramite prescrizione medica.

Considerazione finale sulla perdita di capelli

Il primo passo in caso di perdita di capelli anomala è quello di rivolgersi ad uno specialista qualificato che possa aiutare a trovare la soluzione migliore e più adatta al singolo e soggettivo caso. Le cure ed i trattamenti stessi sono diversi in base alle persone, per esempio: la pillola anticoncezionale potrebbe scatenare emicranie o riempire la pelle di brufoli; l'aspirina può provocare un terribile mal di stomaco etc. Prima si cerca aiuto, prima si può ridurre od anche invertire la perdita dei capelli.

Suggerimenti e consigli utili ed efficaci contro la perdita di capelli.