Perdita dei capelli nelle donne: cause

Le cause che portare alle perdita di capelli sono diverse per l'uomo e per la donna ed per tale motivo è bene conoscerle.

Vedere i capelli cadere non deve essere necessariamente il segnale di qualcosa che non sta andando come dovrebbe. Ogni giorno, infatti, tutti noi perdiamo una quantità di capelli compresa fra le cinquanta e le cento unità. I fattori che portano ad una caduta prematura dei capelli sono una materia ancora abbastanza controversa all’interno della comunità scientifica. Su di essi, infatti, non vi è ancora un accordo generale. Allo stato attuale delle cose, differenti cliniche hanno differenti opinioni sul problema, sviluppando le proprie tecniche di trattamento di conseguenza.

Perdita dei capelli nelle donne: cause

Perdita capelli donne cause

Possibili cause della perdita dei capelli nella donna e nell'uomo

Alcuni studiosi individuano nell’ormone maschile del testosterone il principale responsabile della caduta dei capelli. Il testosterone è strettamente connesso con l'ereditarietà. Se un uomo ha ereditato i geni responsabili della perdita di capelli, una piccola quantità di testosterone viene a formarsi ad opera delle radici dei capelli in un derivato chiamato didrotestosterone.

Ed il didrotestosterone è in effetti il responsabile della perdita dei capelli, presente nel sebo degli individui geneticamente predisposti, e con la sua azione va a rimpicciolire il follicolo, di modo che la radice ed il capello che successivamente vi cresceranno dentro sarannno più sottili. Quando il nuovo, più fine capello va a produrre nuovamente didrotestosterone, il follicolo si restringerà ulteriormente, il capello che lo seguirà sarà ancora più fine e così via, fino ad arrivare alla calvizie. Gli ormoni maschili iniziano a "lavorare" quando un uomo è sessualmente maturo, quindi non c'è pericolo di perdita dei capelli prima della pubertà.

Un punto di vista alternativo e per certi aspetti speculare alla teoria della predisposizione genetica concentra l’attenzione sul flusso sanguigno. Qui non sono il testosterone e gli ormoni maschili ad essere considerati la causa principale della perdita di capelli, ma un flusso sanguigno scarso al cuoio capelluto, una quantità insufficiente di sostanze nutrienti nel sangue ed uno scarso drenaggio dei prodotti di scarto attraverso il sistema linfatico. Chi si affida a questa teoria quindi mira a stimolare con appositi interventi l’afflusso di sangue al cuoi capelluto.

Una terza teoria vede come responsabile della perdita dei capelli negli uomini e nelle donne l’eccessiva presenza di sebo nel cuoio capelluto, che andrebbe ad ostruirne i pori ed a soffocare la crescita del follicolo. Con il tempo la radice dei capelli viene asfissiata, rendendo impossibile per i nuovi capelli crescere. Se il cuoio capelluto non viene pulito adeguatamente il sebo diventa cera che ostruisce i pori. Così, i nuovi capelli non possono uscire. I pochi capelli che riescono superare questo strato di cera sono così deboli che possono cadere in qualsiasi momento.

Perdita dei capelli: le cause

Tra le altre cause di perdita dei capelli abbiamo anche le seguenti:

  • Squilibrio ormonale.
  • L’inquinamento ambientale.
  • Infezioni.
  • Invecchiamento.
  • Il contatto con sostanze tossiche.
  • Radiazioni.
  • Tensioni emotive, stress e disturbi nervosi. Lo stress fisico e mentale può provocare una caduta temporanea dei capelli, che spesso si verifica due,tre mesi dopo l’inizio del periodo stressante. Questo perché, sotto queste particolari condizioni, il capello entra nella fase telogen, la fase di riposo dello sviluppo del capello, prematuramente e questo impedisce a nuovi capelli di formarsi. Una volta rimossa la fonte di stress i capelli dovrebbero ricominciare a crescere.
  • Lesioni e danni alla cute, alopecia cicatriziale. L’alopecia cicatriziale è una condizione rara che va a svilupparsi in uomini e donne altrimenti sani e che porta alla distruzione dei follicoli dei capelli di una persona. Dove una volta vi erano i follicoli si va a formare tessuto cicatriziale e la ricrescita risulta impossibile.

Una combinazione di questi fattori aumenta considerevolmente le probabilità di perdita dei capelli.
Inoltre, ci sono molti farmaci che prendiamo ogni giorno senza sospettare minimamente che anche questi possano essere responsabili della condizione dei nostri capelli. Tra i farmaci che fra i loro effetti collaterali annoverano la perdita di capelli ci sono: i farmaci che abbassano il colesterolo, i farmaci contro il Parkinson,  medicine per l’ulcera, i farmaci per l’artrite, gli anticonvulsivanti per l'epilessia, gli antidepressivi, gli antibiotici e molti altri.

Ogni clinica offre diverse spiegazioni per le cause della perdita di capelli e cerca di convincervi che questa spiegazione è quella giusta e che loro sono le persone giuste per porvi rimedio. Naturalmente, le cliniche devono vendere i loro prodotti per realizzare un profitto ed affermano con sicurezza che i loro prodotti sono i migliori sul mercato. Pertanto, si dovrebbe stare molto attenti nel prendere per oro colato quello che queste cliniche vi promettono ed operare una riflessione approfondita nella scelta di uno specialista dei capelli. Ad ogni modo, prima di acquistare qualcosa che promette di fare miracoli ed iniziare un trattamento si dovrebbe avere una diagnosi certa sulle reali cause della perdita dei vostri capelli.

Siamo portati a credere che la calvizie sia un problema che interessa esclusivamente gli uomini, ma al contrario può colpire tanto i maschi quanto le femmine. Un cambiamento drastico dei livelli ormonali può provocare la perdita dei capelli, in particolare nelle donne. La perdita dei capelli è comune durante la menopausa e dopo il parto a causa dei livelli di estrogeni in calo. Quando la perdita dei capelli è causata da livelli di estrogeni in calo, la perdita è di solito temporanea e con il tempo i capelli ricrescono. Se una donna ha superato i quarant’anni di età , non potrà purtroppo  aspettarsi di vedere i capelli della sua giovinezza tornare con la ricrescita. Alcune donne che iniziano od interrompono l’assunzione della pillola anticoncezionale possono soffrire di perdita prematura dei capelli. Questo di solito si verifica nelle donne con una tendenza ereditaria verso il diradamento dei capelli.

Un’altra causa della caduta prematura dei capelli nelle donne è l’uso eccessivo di forcine, clip ed elastici. Se usate per tenere i capelli troppo stretti, a lungo andare possono finire per romperli. Quando si comprano delle forcine, i dermatologi consigliano di puntare su quelle con la superficie liscia. I fermagli per capelli devono avere un imbottitura di gomma spugnosa nel punto in cui entrano in contatto con i capelli. Piuttosto che usare degli elastici per legarvi i capelli a coda di cavallo, provate dei nastri di tessuto, che terranno assieme i vostri capelli senza strozzarli eccessivamente. Usare quantità eccessive di shampoo, pettinare o spazzolare (cento colpi o più al giorno) troppo energicamente può provocare la rottura dei capelli. L'uso frequente di un asciugacapelli tende a danneggiare i capelli. Il calore generato da un asciugacapelli può far evaporare l'acqua nel fusto del pelo lasciando i capelli fragili ed inclini alla rottura. Pettinare i capelli bagnati o strofinare troppo vigorosamente un asciugamano sui capelli bagnati per asciugarli sono altre abitudini che sarebbe meglio perdere.

Per diagnosticare la causa della perdita di capelli, un dermatologo di solito parte dall’ottenere una dettagliata anamnesi. Il paziente viene interrogato sui farmaci assunti, sulle sue allergie, sulla sua storia familiare e sulla sua dieta. Alle donne viene chiesto del loro ciclo mestruale, di eventuali gravidanze e della menopausa. Il dermatologo esegue anche un controllo dettagliato dei capelli e del cuoio capelluto e guarda il modo in cui è distribuito il pelo sul resto del corpo. Il dermatologo esaminerà il processo di perdita dei capelli per trovare schemi che permettano di individuare segni di malattia od indicazioni di una infezione del cuoio capelluto. A volte una biopsia, un esame del sangue o del cuoio capelluto sono necessari per giungere ad una diagnosi.

Conoscere le cause che possono portare alla perdita dei capelli nelle donne.

Capelli: bellezza capelli

Lascia il tuo commento: