Rimedio contro la perdita dei capelli

Trovare un rimedio efficace contro la perdita dei capelli non è difficile vista la moltitudine di prodotti e le moltissime informazioni presenti in rete.

Prima di fornire attenzione al rimedio giusto ed efficace per la perdita dei capelli è bene approfondirne anticipatamente le cause che possono portare all'insorgere della patologia. La maggior parte delle persone perde tra i 70 e i 150 capelli, ogni giorno, in particolar modo quando i capelli vengono lavati e pettinati: il cuoio capelluto comincia a diradarsi quando i capelli che cadono sono di più di quelli che vengono rinnovati, tuttavia ciò inizia a diventare piuttosto evidente soltanto quando la densità dei capelli si riduce di circa il 40%; una eccessiva caduta dei capelli, processo che prende il nome di alopecia, può essere causata da diversi fattori.

Rimedio contro la perdita dei capelli

Rimedio perdita capelli

Come mai avviene la perdita dei capelli?

Ad esempio, la componente ereditaria, infatti la causa più comune della calvizia è proprio la predisposizione genetica (da qui il nome di calvizia ereditaria, conosciuta anche come calvizia maschile), alcune malattie con relative terapie o condizioni fisiche, come, ad esempio, la febbre alta, le patologie della tiroide, la carenza di proteine nella dieta, la carenza di ferro, lo stress, i disturbi ormonali e così via; la calvizia può manifestarsi in due modi: il primo è la perdita di capelli a chiazze, ovvero aree calve ben definite, mentre la restante copertura del cuoio capelluto rimane buona; mentre la seconda è la perdita di capelli generalizzata, vale a dire un diradamento uniforme su tutto il cuoio capelluto, senza zone completamente calve o del tutto normali.

La struttura dei capelli

Per poter capire da cosa dipendono le calvizie occorre analizzare la struttura dei capelli: ogni capello cresce da un follicolo pilifero, un piccolo insieme di cellule che si trova vicino alla superficie della pelle, all’interno del quale si trova la radice del capello stesso; la radice, dalla quale cresce il capello, si trova sotto la superficie della pelle di circa 2 o 4 millimetri e si presenta come un bulbo di colore bianco rigonfio rispetto al capello stesso, mentre quello che comunemente viene definito “capello” non contiene tessuto vivente, ma si compone di materiale proteico intrecciato come una sottilissima corda; ogni capello è collegato a:

  • una ghiandola sebacea, che secerne l’olio che mantiene i capelli idratati
  • un muscolo erettore, che permette il sollevamento del capello dalla superficie della pelle (ad esempio nei momenti di stress) e mantiene il calore

I capelli non crescono continuamente, infatti il ciclo di crescita si compone di:

  • un periodo iniziale di crescita che dura circa tre anni
  • un secondo periodo in cui il capello non cresce e la parte più profonda del follicolo pilifero deperisce
  • un periodo di riposo della radice di circa 90 giorni, durante il quale i capelli non crescono
  • un’ultima fase, nella quale il capello cade e viene prodotto un nuovo capello

I capelli sono distribuiti su tutto il cuoio capelluto, casualmente, in modo che in ogni momento, alcuni capelli saranno in fase di crescita, altri saranno nella fase di riposo ed altri ancora cadranno perché hanno già attraversato tutte le fasi di crescita; da persona a persona, varia il numero di capelli perso ogni giorno e ciò dipende dal numero di capelli del cuoio capelluto e dal ciclo di crescita, tuttavia, con l’avanzare dell’età, diminuisce il tasso di crescita dei capelli, con conseguente diradamento del cuoio capelluto.

I prodotti più utilizzati contro l’alopecia

  • Regaine – Minoxidil: la cui componente chimica principale è il minoxidil, rappresenta uno dei trattamenti più utilizzati dagli uomini che soffrono di calvizie, in tutto il mondo; è uno dei trattamenti più efficaci che stimola la ricrescita dei capelli, nei casi in cui il numero di capelli che cadono è superiore al numero di quelli che ricrescono, infatti, in media, nel 66% dei casi avviene una crescita moderata dei capelli, per quanto riguarda i capelli spessi.
  • Procerin è uno dei trattamenti contro la calvizia più apprezzati dagli uomini, disponibile in commercio, senza prescrizione medica, sotto forma sia di compresse sia di soluzione, e deve essere utilizzato due volte al giorno per aumentare la crescita dei capelli e la densità del cuoio capelluto. Procerin è particolarmente indicato per le stempiature e per il picco della vedova (attaccatura dei capelli a forma di ‘v’), spesso associato alla calvizie maschile, inoltre è costituito da ingredienti naturali ed è, anche per questo, uno dei trattamenti più efficaci a disposizione; tra le varie funzioni, questo prodotto inibisce la produzione di diidrotestosterone e riduce al minimo la caduta dei capelli, permettendo al cuoio capelluto di avere il tempo necessario di ricrescita.
  • Propecia è un trattamento basato sulla finasteride, un farmaco di sintesi volto a contrastare lo sviluppo delle calvizie tra gli uomini, che viene progettata per il preciso scopo di contrastare la formazione e la sintesi nell’organismo di diidrotestosterone, uno degli ormoni responsabili della caduta dei capelli. Sfortunatamente, il trattamento non ha alcuna efficacia per le donne; negli uomini, al contrario, la percentuale di risultati positivi, circa, l’82% secondo alcuni studi, mentre secondo altri la percentuale è leggermente inferiore, ma, comunque, molto alta. Propecia, consigliato da esperti e medici, viene utilizzato per via orale e agisce come un inibitore, riducendo in modo notevole la produzione di diidrotestosterone.
  • Toppik viene considerato uno dei prodotti che nasconde e copre le zone calve nel migliore nei modi, infatti, agisce rendendo i capelli più spessi e favorendo, di conseguenza, una copertura il più naturale possibile; inoltre, questo prodotto è progettato a partire da componenti naturali, perciò garantisce un risultato assicurato, senza l’utilizzo di sostanze chimiche o l’insorgenza di effetti collaterali.

I rimedi naturali contro la perdita di capelli

I principali sintomi delle calvizie sono, appunto, la caduta e l’indebolimento dei capelli, condizioni alle quali si può porre rimedio: esistono, infatti, in commercio molti trattamenti a base di erbe, ovvero oli naturali che, applicati sul cuoio capelluto con un massaggio, idratano i capelli, rendendoli più sani.

La maggior dei rimedi naturali, tuttavia, può essere preparata in casa con facilità; tra questi ricordiamo:

  • l’uva spina indiana (conosciuta anche con il nome di amla): si consiglia di bollire l’amla con l’olio di cocco
  • la lattuga
  • l’olio di cocco: si procede massaggiando, ogni giorno, il cuoio capelluto, con l’olio di cocco, mescolato, volendo, con l’acqua ed il succo di limone
  • l’olio di ricino
  • i piselli verdi tropicali
  • i semi di limone con il pepe nero
  • l’olio di oliva: occorre massaggiare il cuoio capelluto con l’olio di oliva caldo; le vitamine contenute nell’olio, infatti, rendono i capelli idratati, lucidi e sani

Altri utili consigli

  • arricchire la dieta di nutrienti, ad esempio aumento il consumo delle verdure e della frutta
  • eliminare o, comunque, limitare l’utilizzo di asciugacapelli e piastra
  • non tirare i capelli con il pettine o con la spazzola, soprattutto quando sono bagnati
  • evitare di sottoporsi a condizioni di stress

Curiosità

  • il cuoio capelluto ha, in media, circa 100.000 capelli
  • quasi due uomini su tre sviluppano una qualche forma di calvizia, mentre una percentuale persino maggiore di uomini e donne subiscono, nel corso della loro vita, una perdita di capelli
  • circa il 90% dei capelli di una persona si trova in una fase di crescita
  • il restante 10% è, invece, in una fase di riposo
  • ogni giorno vengono persi, regolarmente, da 70 a 150 capelli
  • le persone con i capelli biondi hanno, in genere, più capelli (in media 140.000) delle persone con i capelli bruni (circa 105.000) o rossi (più o meno 90.000)
  • quando la densità dei capelli si riduce al 40% inizia a diventare evidente il diradamento
  • tagliare i capelli non stimola la crescita
  • staccare i capelli non ferma la crescita
  • i capelli crescono più velocemente quando fa caldo, rispetto a quando fa freddo
  • i capelli crescono di circa 1 centimetro al mese

Erbe che possono aiutare nella lotta alla perdita dei capelli

Si può individuare una lista di erbe utili per la lotta alla perdita dei capelli come ad esempio:

  • Ginko Biloba: aumenta la circolazione e porta vantaggi ai follicoli piliferi riattivando i processi di ricrescita dei capelli. Il dosaggio consigliato è di 120-160 mg al giorno da assumere in tre momenti distinti
  • Tè verde: Le proprietà mediche del tè verde sono davvero ampie e abbracciano un’ampia gamma di patologie; nella cultura orientale è un pilastro della medicina tradizionale da secoli, ma recentemente si è imposto anche in Europa.
  • Saw palmetto: E’ uno dei rimedi più comuni nella lotta contro la calvizie.
  • Pygeum: E’ ottenuto da una corteccia sempre verde tipica dell’Africa ed ha un funzionamento analogo a quello del tè verde. Viene somministrato attraverso apposite capsule e il dosaggio è variabile in base alle specifiche condizioni del soggetto interessato.
  • Ortica: La sua funzione principale è quella di ostacolare la trasformazione del testosterone in DHT. I risultati sono maggiori se l’impiego dell’ortica viene associato a quello della Seranoa.
  • Olio di noci di cocco: Anche se sembra stravagante, questo elemento è un alleato dei nostri capelli rivelandosi un efficace tonico. L’olio di noci di cocco può essere consumato in modo abbondante se si vuol far sì che si concretizzino effetti benefici per la crescita ed inibitori per ciò che concerne la caduta
  • Succo di spinaci: Non è esattamente una leccornia per tutti i palati, ma un succo composto principalmente da spinaci e lattuga può fare benissimo per i nostri capelli. L’importante è berne in quantità molto consistenti (circa mezzo litro) e tutti i giorni: c’è bisogno di costanza e perseveranza per osservare i primi risultati.
  • Foglie di hennè: E’ un rimedio fai da te nota da moltissimi anni e consiste nel far bollire le foglie in un pentolino fino a realizzare un infuso che va lasciato inizialmente riposare. Dopo aver atteso il tempo necessario, si deve passare all’operazione di filtro per consentire successivamente alla lozione così ottenuta di essere applicata sui capelli. Questo shampoo del tutto naturale si rivela un amico per la salute dei nostri capelli.
  • Igiene personale: Sembra superfluo ricordarlo, eppure è bene ricordarsi sempre che la prevenzione e la cura dei propri capelli nasce da una corretta pulizia. I capelli sono estremamente delicati e vanno detersi con prodotti non aggressivi ma in modo frequente per evitare che si creino infezioni o irritazioni del cuoio capelluto che possono favorire la caduta. Se si teme di non impiegare shampoo e balsamo adeguati, si può chiedere consulto ad uno specialista che saprà indicarci cosa scegliere nel ginepraio di offerte commerciali di cui siamo inondati. A differenza di ciò che avviene quando la perdita di capelli è originata da tare genetiche, nel caso di una pulizia non corretta è possibile frenare il fenomeno in modo facile adottando misure e comportamenti corretti.

Considerazione finale sul rimedio più adatto contro la perdita dei capelli

La caduta dei capelli è un processo naturale che, tuttavia, può degenerare in una condizione patologica, conosciuta come calvizie; questo problema riguarda, purtroppo, molte persone, ma fortunatamente le ultime ricerche stanno fornendo prodotti sempre più efficaci e sicuri: non bisogna, quindi, disperare perché tra i vecchi e affidabili rimedi naturali e le ultime innovazioni nel campo della ricerca sulla cura dei capelli, presto i problemi di calvizie saranno solo un lontano ricordo.

Suggerimenti utili per conoscere il rimedio più funzionale contro la perdita dei capelli

Capelli: bellezza capelli

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo rimedio contro la perdita dei capelli

Rimedio contro la perdita dei capelli

Proverò sicuramente almeno uno di questi rimedi grazie

Lascia il tuo commento: