Perdite vaginali bianche

Perdite di colore bianco? Le perdite bianche vaginali possono manifestarsi talvolta abbondanti, durante la gravidanza oppure prima del ciclo (perdite bianche premestruali) o anche quando una donna è incinta. Nelle donne le perdite vaginali bianche sono un problema comune. La variazione di tali perdite dipende dal ciclo mestruale, tra l'altro risulta più abbondante nel periodo precedente all'ovulazione. Solitamente la consistenza del liquido è di tipo elastica e diventa chiaro nella sua fase “acquosa” durante l'ovulazione. Le perdite bianche sono un avvenimento normale, tuttavia ciò che dovrebbe destare preoccupazione in questa fase è la formazione di cattivi odori, prurito e dolore. Questo flusso è comunque fondamentale perché permette alle cellule e ai lipidi di essere espulse attraverso la vagina stessa mantenendola protetta e pulita.

Perdite vaginali bianche

Perdite vaginali bianche

Cause delle perdite vaginali bianche:

Eppure se la normale secrezione vaginale è di colore bianco potrebbero esistere diverse cause : una vaginite batterica porta ad un'infiammazione della vagina e quindi alla crescita di batteri. Una crescita eccessiva di questi batteri può perciò devastare l'equilibrio naturale dei batteri presenti normalmente nella vagina traducendosi in perdite anomale di tipo bianco. Un'altra causa potrebbe essere un'infezione di lievito che sostiene infatti le perdite vaginali bianche. Tale affezione è caratterizzata da prurito e irritazione vaginale.

Sintomi classici delle perdite bianche vaginali:

Il consulto di un medico specialista è la cosa migliore da fare. Diagnosticare le cause è d'obbligo sicché il sottoporsi ad un esame pelvico, analizzare un campione della perdita tramite microscopio è sicuramente opportuno.

I sintomi che portano con se le perdite vaginali bianche sono molteplici e fastidiosi. Come già asserito sono la norma ma uno dei sintomi più semplici da riconoscere è l'anormalità di queste perdite. Il cattivo e forte odore che emanano, il prurito, il rossore, una sensazione nella zona vaginale di forte bruciore, crampi e mal di testa, costipazione e perdite associate di sangue sono tutti sintomi che portano ad un'anomalia delle perdite bianche vaginali. Il verificarsi di un'eccessiva crescita di batteri nella vagina avrà come sintomatologia, quindi, una perdita di fluido bianco provocando dolore e prurito. Un'infezione vaginale di tipo lievito porta ad un colore bianco delle perdite vaginali, così come il consumo eccessivo di antibiotici nelle donne in gravidanza, come quelli per il diabete, per le mestruazioni oppure l'assunzione della pillola anticoncezionale; sono tutti metodi che trasmuteranno poi in sintomi che successivamente causeranno le perdite vaginali di colore bianco.

Cosa fare per le perdite bianche:

Se ci si rende conto di avere fuoriuscite di liquido bianco vaginale anormali è necessario vedere un ginecologo, ma prima di ciò è utile seguire delle semplici mosse che potrebbero aiutare a risolvere tale problematica senza bisogno di particolari trattamenti farmacologici.
Le perdite bianche sono comuni nel mondo femminile ma al fine di evitare irritazioni molte donne prediligono l'uso di pastiglie sottili per assorbire le perdite, oppure trovano utile indossare biancheria intima di cotone, questo permette infatti di incrementare il flusso d'aria e la traspirabilità nelle parti intime del corpo. Inoltre si consiglia di ricorrere abitualmente a docce o comunque ad una efficacie e frequente igiene intima. Questo non significa che è richiesto l'uso di saponi, ma di sola acqua. I profumi, i saponi possono appagare quella sensazione di pulito che si cerca, purtroppo possono intaccare quell'equilibrio naturale della flora batterica all'interno della vagina provocando infezioni e irritazione difficili da curare.

Trattamenti e rimedi naturali per la cura delle perdite vaginali bianche:

Esistono una moltitudine di creme e pomate che sono in grado di curare le perdite bianche, anche alcuni farmaci sono adoperati per il trattamento, ovviamente se la causa deriva da una qualche infezione. Alcuni rimedi, invece, a base di erbe sono piuttosto noti per la cura di queste perdite bianche, le più conosciute sono la Amalaki, il Symplocus, il Racemosus e la Ashoka o Saraca Indica. Queste erbe naturali sono considerate come disinfettanti per l'apparato genitale femminile difatti aiutano a mantenere un'igiene consona nel tratto urinario facendo si che le tossine che provocano le infezione vengano espulse.
Questi trattamenti sono però da affiancare ad una corretta e non saltuaria igiene intima senza l'ausilio di detergenti commerciali o prodotti profumati, ricordando espressamente l'uso del preservativo durante un rapporto sessuale onde evitare facili infiammazioni e irritazioni.

Cause cure e consigli per le perdite vaginali bianche.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo perdite vaginali bianche

Perdite bianche senza dolore e prurito

Io ho perdite bianche piú abbondanti del normale negli ultimi tempi e, benché non siano associate a dolore o prurito, le trovo insolite e fastidiose (mi sento bagnata e mi mette a disagio questo). Ma passa?

Perdite molto abbondanti e continue

Io ho delle perdite molto abbondandi e continue non si fermano mai, sia prima del ciclo che dopo! Alcune volte mi danno molto fastidio e provocano prurito altre volte no! Il fastidio è che ci sono sempre e quindi per non sentirmi bagnata utilizzo il salva slip e so che non è il massimo ma non voglio sentirmi bagnata ogni istante...come faccio?

Perdite bianche in menopausa

Io ho 53 anni e sono in menopausa da almeno 10. Ho iniziato con delle perdite abbondanti bianche 3 sere fa. La cosa curiosa è che mi vengono solo di notte, vorrei contattare uno specialista perche cosi non mi era mai capitato

Lascia il tuo commento: