Perdite vaginali marroni

Perdite vaginali marroni, quali cause e rimedi per curarle? Capire cosa fare in caso di perdite vaginali marroni è importante, le cause delle perdite vaginali sono principalmente associate a periodi di stress, alla depressione, al sovrappeso, al consumo non controllato di pillole contraccettive e risultano essere anche segnali di un imminente aborto spontaneo. Valutando ora le perdite di colore marrone, sappiamo che esse portano a forti dolori addominali, a nausea, a sensazioni dolorose durante il ciclo mestruale, a eruzioni cutanee e prurito sugli organi genitali e sanguinamento uterino.

Perdite vaginali marroni

Perdite vaginali marroni

Perdite vaginali di colore marrone:

Il colore marrone di queste perdite è molto comune nelle donne e generalmente può essere causa di infezioni batteriche nell'organo sessuale femminile, tuttavia le cause sono sempre diverse da soggetto a soggetto. La presenza però di questo colore è oltretutto data da periodi irregolari del ciclo mestruale e nella fattispecie tal colore marrone è spesso riscontrato nelle persone con problemi di sovrappeso. Inoltre nel campo dell'alimentazione è stato appurato che le diete sistematiche e gli sforzi fisici eccessivi possono causare perdite vaginali marroni. In aggiunta possono causare perdita di appetito con annessa percezione di stanchezza. Tali fluidi sono da tenere strettamente sotto osservazione soprattutto perché possono causare reali problemi di fertilità.

Sintomi delle perdite vaginali marroni:

La secrezione vaginale nelle donne, in piccole quantità, è frequente e normale. Nel caso però si nota una maggiore perdita vaginale si può pensare ad un'infezione, peraltro esistono altre ragioni per cui si hanno tali secrezioni, come per esempio l'eccitazione sessuale oppure un certo tipo di stress psicologico o fisico. Per quanto concerne le perdite vaginali marroni però i sintomi sono ben conosciuti seppure, ovviamente, variano da donna a donna.

Quando si intraprende una terapia antibiotica e in questo frangente se ne abusa eccessivamente alcuni soggetti hanno presentato queste secrezioni di tipo marrone. Uno dei primi sintomi che causano queste perdite sono prurito e bruciore della vagina stessa. La secchezza vaginale è un altro sintomo da non sottovalutare in quanto essa dovrebbe per sua natura essere sempre lubrificata. Altri sintomi che possono destare preoccupazione sono la perdita di appetito e eruzioni cutanee.

Possono manifestarsi anche dolori, principalmente nella zona dell'utero durante il periodo mestruale oppure durante un rapporto sessuale. Il sintomo più ricorrente ma non per questo sorvolabile è il cattivo odore.

Cosa fare e come curare le perdite vaginali quando sono marroni:

Le case farmaceutiche dispongono di svariati medicinali per curare il problema delle perdite vaginali marroni, come per esempio varie tipologie di compresse e creme, purtroppo però la presenza di effetti collaterali è sempre un'attualità sicché si consiglia vivamente l'utilizzo di erbe naturali, trattamenti perciò senza effetti indesiderati. Oltre a ciò è opportuno munirsi di buona volontà in modo tale da porre dei freni alla dieta, andandola quindi a modificare a ragion veduta ma che sia comunque nutriente. Evitare dapprima i cibi piccanti e quelli ad alto contenuto di colesterolo e bere allo stesso tempo molta acqua in quanto essa aiuta l'organismo a depurarsi dalle infezioni. Da evitare, come d'altronde è risaputo, l'alcol, il fumo da sigaretta e le droghe. In conclusione si consiglia di eliminare tutti quegli alimenti ricchi di zuccheri.

Trattamenti e rimedi per la cura delle perdite vaginali marroni:

Il trattamento delle perdite vaginali marroni può risultare semplice, ma siccome varia da donna a donna ognuna esigerà della propria diagnosi e quindi del proprio trattamento. Se tale condizione risulta essere causa di alcune malattie particolari sono ragionevoli e obbligatori alcuni test ed esami che dovranno essere presi in esame da un medico specialista.

I trattamenti che poi verranno configurati per le malattie da perdite vaginali marroni sono di tipo farmacologico anche se in alcuni casi sono obbligatori degli interventi chirurgici. Si verrà sottoposti anche a Pap test, in casi gravi alla chemioterapia, mentre con sintomatologie lievi bastano degli integratori alimentari e semplici test medici. I trattamenti più comuni e consigliati dal medico in una fase di perdite vaginali marroni ordinarie sono piuttosto semplici da seguire.

Per esempio il cambio giornaliero della biancheria intima, l'uso di uno salvaslip sono ottime metodologie caserecce; così come il mantenimento del tessuto vaginale sano e l'uso di assorbenti igienici e privi di deodoranti che potrebbero causare irritazioni fastidiose, sono tutti trattamenti molto semplici ma allo stesso tempo efficaci. Di norma è comunque indispensabile effettuare visite ginecologiche abitudinarie.

Cure trattamenti e rimedi per le perdite vaginali marroni.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo perdite vaginali marroni

Ho delle perdite vaginali marroni e ho deciso di andare da un ginecologo

ciao a tutte! io è da un mese che ho queste perdite gelatinose marrone scuro quasi nero a momenti...............sono più intense in alcuni momenti ad esempio quando faccio fitness..........poi cmq le ho sempre tutti i giorni......!
Io ho deciso di andare a farmi vedere da un ginecologo e in farmacia!!!!!!

Lascia il tuo commento: