Perdite vaginali verdi

Perdite verdi, cosa fare? Le perdite vaginali di tonalità verde sono associate a diverse cause che comportano l'insorgenza di diverse malattie, soprattutto quelle sessualmente trasmissibili, tali patologie causano in una certa percentuale di donne alcune secrezioni vaginali verdi che però variano di quantità in base alla problematica riscontrata. Sono la Tricomoniasi, una malattia sessualmente trasmissibile, causata dal protozoo parassita Trichomonas vaginalis.

Perdite vaginali verdi

Perdite vaginali verdi

La Gonorrea, anch'essa una malattia a trasmissione sessuale, derivata dal batterio Neisseria gonorrhoeae, la Clamidia, sempre una malattia sessualmente trasmissibile, che scaturisce dal batterio Chlamydia Trachomatis e la Vaginosi batterica che non è altro che uno squilibrio della flora batterica naturale della vagina, squilibrio che causa una crescita esponenziale del batterio Gardnerella vaginalis; tutte queste malattie possono essere causa delle perdite vaginali tuttavia la ragione principale di uno scarico vaginale verde è spesso causato da un'infezione vaginale che è accompagnata da febbre alta, forti dolori addominali, alterazioni dello stato mentale, nausea e vomito.

Sintomi delle collegati alle perdite vaginali verdi:

I sintomi che si possono manifestare nel tratto genitale e riproduttivo nelle perdite vaginali verdi sono di vario genere. Inizialmente si possono palesare dei dolori o bruciori genitali, oppure cattivi odori, mentre durante i rapporti sessuali si può incorrere in forti dolori. Oltre a ciò si può presentare anche un prurito vaginale. Tale sintomatologia è di tipo lieve e non occorrono particolari cure ma è comunque consigliabile recarsi in farmacia per un eventuale consulto. Quando si presentano i seguenti sintomi, correlati ad altri organi del corpo umano, è necessario classificarli di media entità in quanto possono peggiorare facilmente e velocemente col passare delle ore. La diarrea, la febbre moderata, un dolore o bruciore durante la minzione, un dolore pelvico oppure un'eruzione cutanea sono tutti sintomi di non poco conto ma comunque controllabili ed è quindi accettabile un confronto con il proprio ginecologo per le eventuali terapie da affrontare. Raramente ma non per questo meno importante, anzi, si va incontro a gravi sintomi che provocano le perdite vaginali verdi. Gravi perché possono mettere in serio pericolo la vita del soggetto. Ciò deriva dal fatto che potrebbe essere in atto una patologia estremamente grave, cambiamento dello stato mentale, cambiamento improvviso del comportamento come delirio, forte delirio, letargia, allucinazioni e confusione. I sintomi che destano seria preoccupazione sono solitamente febbre alta, superiore quindi ai 38.3C, nausea accompagnata da forte vomito e forti dolori addominali.

Cosa fare per le perdite vaginali verdi:

La storia delle perdite vaginali verdi suggerisce che nella stragrande maggioranza dei casi non si è ritenuto necessario l'utilizzo di farmaci in quanto è essenziale seguire alcuni piccoli accorgimenti per evitare un disagio che tali secrezioni provocherebbero. Innanzitutto è indispensabile mantenere una dieta equilibrata ricca di frutta fresca e verdura a foglia verde, proprio perché contenenti proprietà depurative atte a debellare anche le infezioni vaginali che causano le suddette perdite. E' importante anche considerare che lo stress e il peso corporeo possono incidere su questa problematica quindi si consiglia di mantenerli a livelli accettabili. Per quanto concerne il rapporto sessuale si raccomanda l'uso categorico del preservativo per via delle malattie sessualmente trasmissibili in primo luogo e per evitare infezioni batteriche o squilibri della flora batterica vaginale che causerebbero perdite vaginali di tipo verde.

Trattamenti e rimedi per le perdite perdite vaginali verdi:

Le malattie sopracitate, responsabili anche delle diverse tipologie di perdite vaginali, in questo caso anche quelle verdi, necessitano generalmente di trattamenti medici che comunque non risultano impegnativi. La Tricomoniasi, per esempio, è una malattia abbastanza comune nelle donne e basta la semplice prescrizione di un medico specialista del farmaco per uccidere il parassita, movente della malattia. Inoltre, solitamente, i farmaci prescritti possono essere assunti anche durante il periodo della gravidanza dalla maggioranza delle donne. Anche la medicina alternativa, quindi le erbe mefdicinali, si è dimostrata efficacie nel trattamento delle perdite vaginali verdi. L'Aloe vera gel è risolutiva per le infezioni batteriche vaginali, ma altri erboristi prescrivono lavande e impacchi con estratti di Goldenseal, Consolida, Mele selvatiche, Mirra, foglie di Rovo e petali di rosa utili per la cura delle perdite vaginali verdi.

Trattamenti e rimedi per le perdite vaginali verdi.

Malattie

Lascia il tuo commento: