Prurito e perdite

Un prurito intimo può essere accompagnato da perdite vaginali bianche, scure, marroni, biancastre, gialle rosa e verdi anche maleodoranti, il prurito vaginale compare nella pelle vulvare che circonda la vagina e una buona percentuale di donne ne sperimenta gli effetti. Le cause associate possono variare, principalmente derivano dall'uso non idoneo di alcuni prodotti che contengono sostanze chimiche che provocano generalmente pruriti. I prodotti di uso quotidiano come i detersivi, gli ammorbidenti, i saponi da bagno, i deodoranti, le creme unguenti e le lozioni causano fastidiosi pruriti e se trascurati, perdite vaginali.

Prurito e perdite

Prurito e perdite

Prurito e perdite:

Ciò che il commercio offre per l'igiene delle parti intime è anche complice di svariate cause che comportano problematiche legate alla vagina stessa. Le complicazioni che si notano sono principalmente le infezioni vaginali con annesso prurito vaginale. Anche gli antibiotici e le pillole sono causa di pruriti e affezioni, come l'herpes genitale o i pidocchi. Le donne, inoltre, che vanno incontro alla perimenopausa hanno riscontrato che tale condizione comporta frequenti pruriti vaginali, anche se non riscontrano perdite vaginali bensì un'associata secchezza della vagina. Infine, altre possibili cause legate al prurito e alle perdite, ma meno comuni tra le donne, comprendono la presenza di altre patologie della pelle pre - cancerose o cancerose e ossiuri, una condizione che colpisce soprattutto le bambine.

Sintomi che caratterizzano le perdite ed il prurito:

I sintomi che precedono una perdita vaginale o il prurito sono spesso collegati a gonfiori, arrossamenti o irritazioni attorno la vagina o in corrispondenza del clitoride. Si manifestano infatti pruriti generalizzati, o specifici della zona vulvare oppure ancora prurito delle grandi labbra. Se dopo un rapporto sessuale, o dopo alcuni giorni, si nota un certo prurito connesso a delle perdite più o meno abbondanti, è plausibile pensare a queste condizioni come sintomi di una malattia a trasmissione sessuale oppure, a vesciche o cattivi odori connessi a perdite vaginali. Sintomi che sicuramente non sono trascurabili. Le perdite vaginali conseguenti a pruriti sono nella maggior parte dei casi di colore grigiastro o giallo, sintomi per cui di una vaginosi batterica o di una infezione da lievito.

Cosa fare contro il prurito e le perdite?

Una volta che si appurato di avere un disturbo di tipo pruriginoso vaginale è opportuno sottoporsi ad una consulenza medica che sarà poi seguita probabilmente da un primo esame pelvico per escludere una possibile malattia derivante da un rapporto sessuale. In ogni caso è consigliabile seguire alcuni semplici passaggi per evitare di aumentare le problematiche relative a pruriti e perdite vaginali.Innanzitutto è preferibile cambiare gli indumenti bagnati immediatamente, quindi rimuovere per esempio il costume bagnato o i vestiti impregnati di sudore nel più breve tempo possibile lavandoli possibilmente con acqua calda e un sapone naturale. Questa metodica aiuterà a prevenire tutti quei batteri provenienti dal sudore o dall'umidità. E' altresì importante non praticare lavande vaginali per non alterare l'equilibrio del pH all'interno della vagina proprio perché si rischierebbe di contrarre più facilmente infezioni batteriche. Molte persone sviluppano reazioni allergiche che possono causare prurito nella zona della vagina, determinate magari dall'uso di salvaslip profumati e spray deodoranti, quindi, l'utilizzo di prodotti naturali privi di sostanze chimiche, contribuirà alla prevenzione di tali condizioni.

Trattamenti per la cura del prurito e delle perdite:

Alcune donne hanno riscontrato una particolare sensazione di sollievo mangiando yogurt, esso infatti pare possa ricostituire i batteri naturalmente insiti nell'intestino e nella vagina stessa. E' stato comunque confermato che questo particolare trattamento con la semplice somministrazione di yogurt, abbia prevenuto infezioni da lievito, molto comuni nelle donne di qualsiasi età.

Un altro possibile trattamento che aiuti a curare il prurito e le perdite vaginali è dato dalla semplice aria. Vestendo difatti abiti troppo stretti, attillati e poco traspirabili, si va a creare un ambiente, nella zona vaginale, poco idoneo al ricircolo d'aria, provocando quindi sudore e umidità che a loro volta potranno sviluppare batteri atti a produrre infezioni. I vestiti di cotone, invece, promettono un ottimo ricambio continuo d'aria, dando quindi la possibilità di prevenire problematiche nella zona genitale femminile.

Un trattamento sicuro è assolutamente efficace consiste nell'aggiungere, quando si è in procinto di immergersi in una vasca da bagno, del sale e dell'aceto per contribuire a ripristinare la neutralità della zona vaginale, uccidendo così definitivamente tutti i batteri complici di sviluppare condizioni non idonee.

Il trattamento deve ritenersi concluso soltanto dopo 20-30 minuti di immersione nell'acqua.

Consigli utili in caso di prurito e perdite vaginali.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo prurito e perdite

Prurito, perdite rosa. Ho avuto già i primi rapporti TUTTI protetti, però i miei non lo sanno per questo chiedo consiglio qui. Aiuto.. Cosa può essere? Cosa fare?

Leggero prurito e perdite

Ciao vorrei kiedere un parere, e da qualke giorno ke o un leggero prurito e delle perdite giallastre e e da questa mattina biancastre, sai dirmi di cosa si tratta x favore? Grazie

Lascia il tuo commento: