Pianta Cimicifuga racemosa

Cimicifuga racemosa, quali effetti? Oltre che per la menopausa, la cimicifuga racemosa ricca di proprietà benefiche e curative tanto che è una delle piante officinali utilizzate spesso e volentieri nel trattamento di vampate di calore, turbe d'umore e secchezza della mucosa vaginale ed altre problematiche femminili.

Pianta Cimicifuga racemosa

Cimicifuga

La pianta di cimicifuga racemosa:

Nome comune: Cimicifuga racemosa
Francese: Actée à grappes; Herbe aux punaises
Inglese: Block snakeroot; Rattleroot
Famiglia: Ranuncolaceae
Parte utilizzata: Rizoma

Costituenti principali della cimicifuga:

  • glicosidi triterpenici: acteina (xyloside dell'acetilacteolo), cìmicifugoside (xyloside del cimigenolo) e un altro xyloside del 27-desossiacteolo (a struttura steroidale)
  • un isoflavone, la formononetina
  • alcaloidi (citosina e metilcitosina) in concentrazione assai scarsa e variabile
  • tannini, zuccheri, acidi grassi (palmitico, oleico), acidi fenoli (isoferulico, salicilico)
  • sali minerali e oligoelementi

Attività principali: azione estrogenica e anti-LH

Impiego terapeutico ed effetti benefici: climaterio e menopausa (turbe funzionali); sindrome premestruale, dismenorrea ed inoltre la cimicifuga racemosa è una pianta officinale che aiuta nei casi di vampate di calore.

Cimicifuga può essere associata a piante come Alchemilla, Verbena, Salsapariglia; a piante ad azione sedativa come Biancospino, Passiflora, Valeriana, Camomilla, Papaver r.; piante ad azione estrogenica come Angelica, Medicago, Salvia, Luppolo, Ortica, Ginseng.

A cosa serve la cimicifuga racemosa?

La pianta trova impiego anche nel trattamento di nevralgie, reumatismi e artrosi e nel ronzio delle orecchie (acufeni) di origine nervosa.

Gli estratti di Cimicifuga racemosa esercitano, infatti, un effetto calmante sul sistema nervoso neurovegetativo

Possibili controindicazioni, effetti collaterali cimicifuga racemosa:

La letteratura non segnala ai dosaggi terapeutici effetti secondari tossici. E possibile, tuttavia, in soggetti sensibili e per dosaggi elevati, la comparsa di disturbi gastrici, mal di testa, vertigini.

Curiosità sulla pianta cimicifuga racemosa:

  • Si riteneva Yactaea racemosa L. utile per allontanare le cimici grazie al suo forte odore (herbe aux punaises); un tempo serviva contro i morsi dei serpenti.
    Benché la pianta fosse utilizzata dalle popolazioni locali (Canada-Stati Uniti) nel trattamento delle forme reumatiche, nelle turbe mestruali e per accelerare il parto, venne descritta per la prima volta, dal punto di vista terapeutico, alla fine del XVII secolo da un medico, Colden.
    Conobbe un periodo di vivo interesse, ma come spesso accade tali e tante furono le proprietà attribuite alla pianta che, nonostante fosse entrata nella Farmacopea britannica nel 1914, cadde in disuso.

Forme farmaceutiche e posologia della cimicifuga racemosa:

Decotto dallo 0,3% al 2% Actaea racemosa
Estratto secco: 40 mg per cps, 1 cps mattina e sera (terapia per tre mesi).
Actaea racemosa T.M.: 20 gocce tre volte al giorno.

Pianta cimicifuga racemosa ed i suoi effetti benefici anche per la menopausa

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo pianta Cimicifuga racemosa

Cimifuga in pastiglie per le vampate di calore notturne

Ho preso le pastiglie di cimicifuga della Ecol per inizio delle vampate di calore notturne e sono terminate; quindi consiglio a tutte di provarla.

Lascia il tuo commento: