Polimenorrea: sintomi cause cura e trattamento

Polimenorrea cosa è? La polimenorrea è una disfunzione del ciclo mestruale a causa della quale il periodo di tempo che intercorre tra una mestruazione e l’altra è più breve rispetto alla norma; il ciclo mestruale, infatti, dovrebbe durare 28 giorni, tuttavia questo periodo di tempo può andare, comunque, dai 25 ai 30 giorni: un ciclo di durata inferiore ai 25 giorni o di durata superiore ai 30 giorni viene ricondotto ad una disfunzione mestruale; se il ciclo mestruale è piuttosto breve, inferiore ai 21 giorni, si parla di polimenorreaIl ciclo mestruale, di solito, compare per la prima volta in un’età compresa tra i 9 ed i 13 anni e termina intorno ai 50 anni con la menopausa; durante i primi anni, in genere, il ciclo mestruale tende ad essere piuttosto irregolare, tuttavia, con il passare del tempo, dovrebbe regolarizzarsi e durare, più o meno, 28 giorni, perciò, se ciò non si verifica, è molto probabile che ci sia una disfunzione del ciclo mestruale stesso. Le disfunzioni del ciclo mestruale possono riguardare diversi aspetti, tra i quali, appunto, la durata del ciclo; una delle disfunzioni del ciclo mestruale che riguarda la durata del ciclo stesso è proprio la polimenorrea, una condizione caratterizzata da cicli mestruali eccessivamente brevi. 

Polimenorrea

Polimenorrea cosa è? Quali sono i consigli utili in caso di polimenorrea?

Che cos’è la polimenorrea?


Il termine polimenorrea fa riferimento ad una disfunzione del ciclo mestruale, a causa della quale le mestruazioni si manifestano con intervalli, tra un ciclo e l’altro, di durata inferiore ai 21 giorni, quindi decisamente più brevi rispetto alla norma. Se le mestruazioni, invece, si presentano pochi giorni dopo la fine del precedente ciclo mestruale, questa condizione non viene definita polimenorrea ma viene ricondotta ad altre condizioni, quindi la polimenorrea indica un intervallo di tempo tra una mestruazione e l’altra che è piuttosto breve, ma non eccessivamente. La polimenorrea può essere un disturbo fastidioso, in quanto il ciclo mestruale si verifica diversi giorni prima del previsto, tuttavia, se questa condizione è momentanea e non persiste per più di uno o due cicli mestruali, non occorre preoccuparsi eccessivamente, mentre, se la polimenorrea persiste per un periodo di tempo superiore a due mesi, è necessario rivolgersi ad un medico. Il parere di un medico è fondamentale, in quanto la polimenorrea, pur non rappresentando una condizione grave o pericolosa in sé, può portare a complicazioni di vario genere, di conseguenza è estremamente importante risalire alle cause di questa disfunzione; le cause della polimenorrea possono essere differenti: tra le diverse cause, alcune sono lievi e non eccessivamente preoccupanti, mentre altre risultano essere più significative.


Quali sono le cause della polimenorrea?

Le cause della polimenorrea possono essere diverse, tuttavia le cause più comuni sono lo stress, la perimenopausa, le malattie sessualmente trasmissibili ed altre patologie.


Lo stress

Una delle cause più comuni non solo della polimenorrea, ma di numerosi altri disturbi, è lo stress: lo stress, indipendentemente dal fatto che sia stress fisico o stress psicologico, può influenzare notevolmente il normale equilibrio ormonale dell’organismo, causando, come diretta conseguenza, irregolarità del ciclo mestruale. La polimenorrea, quindi, può dipendere da una condizione di stress, fisico o emotivo, che, creando squilibri nei normali livelli di ormoni, può favorire la comparsa del ciclo mestruale prima del previsto; questa causa non è assolutamente pericolosa, in quanto è sufficiente superare la condizione di stress, attraverso varie tecniche, per ritornare ad avere un ciclo mestruale regolare.


La perimenopausa

Il termine perimenopausa viene utilizzato per indicare il periodo di tempo immediatamente precedente alla menopausa, vale a dire quel periodo in cui si verifica una cessazione definitiva del ciclo mestruale; durante la perimenopausa, l’organismo femminile è soggetto a squilibri ormonali di vario genere, che possono manifestarsi con sintomi diversi, tra i quali anche le irregolarità del ciclo mestruale. La polimenorrea, dunque, può verificarsi nelle donne di mezza età, durante la perimenopausa, proprio perché il periodo precedente alla menopausa è caratterizzato da squilibri ormonali, che possono portare ad avere un ciclo mestruale di durata inferiore alla norma.


La malattie sessualmente trasmissibili

Le malattie sessualmente trasmissibili, tra le quali ricordiamo la Clamidia e la gonorrea, possono tradursi, in alcune donne, nella polimenorrea; questi disturbi dipendono direttamente dall’azione di alcuni batteri, rispettivamente il batterio Chlamydia trachomatis ed il batterio Neisseria, e possono manifestarsi con sintomi diversi, tra i quali anche la polimenorreaLa polimenorrea, come numerose altre irregolarità del ciclo mestruale, può dipendere, perciò, direttamente da una infezione di origine batterica che è stata trasmessa sessualmente.


Altre cause

Le cause della polimonerrea, ovviamente, sono numerose ed impossibili da ricordare tutte, infatti la causa specifica del problema deve essere individuata da un medico, il quale, in baso alla causa, andrà a prescrivere un trattamento specifico. Ricordiamo, comunque, che numerose patologie, tra le quali le infiammazioni, possono portare alla polimonerra, così come disturbi psicologici possono manifestarsi con irregolarità del ciclo mestruale.


Quale cura e terapia fare in caso di polimenorrea?

La cura e la terapia che devono essere intraprese in caso di polimenorrea dipendono direttamente dalle cause del disturbo stesso, di conseguenza, una volta individuata la causa, si può prescrivere una terapia adeguata. Se la causa della polimenorrea è lo stress, la terapia da intraprendere ha come scopo migliorare le condizioni di salute fisica e psicologica del paziente; se la causa della polimenorrea è l’anemia, la cura che viene prescritta aiuta a contrastare questa condizione, così come, se la causa della polimenorrea sono le carenze nutritive, viene prescritta come cura una dieta che comprenda tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno. Se le cause della polimenorrea, quindi, vengono ricondotte a problemi di questo genere, ovvero cause non gravi, è sufficiente intraprendere una terapia volta a contrastare queste condizioni, che possono essere carenze alimentari, stress fisico o stress psicologico. Se la causa della polimenorrea, al contrario, è un disturbo alla base, occorre prescrivere una cura per guarire da questa condizione; le infezioni di origine batterica, che possono essere la causa della polimenorrea, devono essere affrontate attraverso una vera e propria cura, in modo da eliminare la causa e riportare il ciclo mestruale alla normalità. La terapia della polimenorrea, quindi, può basarsi su piccoli cambiamenti nel proprio stile di vita, che possono riguardare la dieta, la gestione dello stress, l’esercizio fisico e così via, o su una vera e propria cura, che deve essere intrapresa quando la causa della polimenorrea è un disturbo alla base.


Quali sono i sintomi della polimenorrea?

Il principale sintomo della polimenorrea è la durata del ciclo mestruale che risulta essere inferiore ai 21 giorni; il ciclo mestruale, di norma, dovrebbe verificarsi ogni 28 giorni, tuttavia molto spesso il ciclo mestruale ha una durata leggermente inferiore o leggermente superiore. Se la durata del ciclo mestruale, al contrario, è eccessivamente breve o eccessivamente lunga, quindi intercorrono pochi giorni o troppi giorni tra una mestruazione e l’altra, è necessario rivolgersi al proprio medico. Le irregolarità del ciclo mestruale, infatti, possono essere diverse ed, in genere, si manifestano soprattutto nei primi anni di mestruazioni o negli anni che precedono la menopausa, mentre, se queste irregolarità insorgono in un altro periodo di tempo, occorre ricercarne le causeLa polimenorrea, quindi, viene diagnosticata prevalentemente in base ad un unico sintomo, ovvero la durata del ciclo mestruale inferiore ai 21 giorni: la breve durata del ciclo mestruale, dunque, è il principale se non unico sintomo della polimenorrea.


Quale trattamento viene prescritto in caso di polimenorrea?

Innanzitutto, occorre ricordare che il trattamento della polimenorrea deve essere prescritto da un medico, in quanto la polimenorrea, pur non essendo una vera e propria patologia, è comunque una disfunzione del ciclo mestruale. Il trattamento che occorre intraprendere in caso di polimenorrea, infatti, dipende principalmente dalla causa di questa disfunzione, di conseguenza è estremamente importante che la diagnosi di polimenorrea venga effettuata da un medico competente, il quale, dopo aver individuato le cause specifiche di questa disfunzione, può prescrivere un trattamento adeguato. La polimenorrea è una disfunzione del ciclo mestruale, caratterizzata da cicli mestruali piuttosto brevi, di durata inferiore ai 21 giorni; le cause di questo disturbo possono essere ricondotte al proprio stile di vita o ad una patologia alla base, di conseguenza è necessario individuare la causa specifica per poter intraprendere un trattamento, una terapia o una cura di questa disfunzione.

 

La polimenorrea è una patologia comune ma l'importante è sapere come comportarsi.

Malattie

Lascia il tuo commento: