Polipi nasali: cure naturali o intervento

Polipi nasali cosa sono? I polipi nasali sono dei rigonfiamenti che si sviluppano in zone più carnose nel rivestimento del naso e nei seni paranasali, ovvero tra gli spazi in cui passa l’aria e che sono in comunicazione con la cavità nasale. 

I polipi nasali si presentano come una massa gonfia, coperta da muco e tessuto che cresce al di fuori dei seni paranasali. Possono comparire uno o più di questi polipi anche contemporaneamente e questi possono bloccare il passaggio dell’aria attraverso il condotto nasale, rendendo pertanto difficile la respirazione e la percezione dell’olfatto. Le dimensioni in cui si presentano sono variabili, così come lo è la loro colorazione che cambia da un marrone giallastro ad una colorazione tendente al rosa. Via via che crescono la forma tende ad assumere quella di una goccia. La comparsa si verifica in genere su entrambe le narici, ma non sempre ciò si verifica. I polipi nasali appaiono più frequentemente in prossimità delle aperture nasali, tuttavia, possono svilupparsi ovunque lungo i passaggi nasali o nei seni paranasali.

polipi nasali

Polipi nasali cosa sono?


Polipi nasali e sintomi

I polipi nasali presentano nella maggior parte dei casi un’infiammazione cronica della mucosa nasale. Sintomi legati a questo tipo di problema sono: sensazione di avere un raffreddore perenne con un naso che cola, persistente naso chiuso e difficoltà nella respirazione, gocciolamento retronasale, sensazione in cui si avverte una presenza di muco nella parte posteriore della gola ed inoltre altro tipico sintomo è la mancanza del senso del gusto. Pazienti con polipi nasali spesso scoprono la presenza del problema per via della presenza di un dolore che coinvolge la faccia, o altrimenti a causa di mal di testa, difficoltà nella respirazione durante la notte che porta quindi a russare, prurito nella zona intorno agli occhi ed infine, nei casi più gravi è possibile che si presentino apnee ostruttive durante il sonno.


Polipi nasali e cause

Il fattore di rischio più comune è legato alla presenza di allergie e con maggiore probabilità il problema riguarda allergie all’aspirina. Altre cause meno frequenti alla base di questo problema sono: asma, sinusite fungina allergica, fibrosi cistica così come altre malattie che rendono il soggetto più debole e quindi predisposto alla comparsa di polipi nasali. Secondo alcuni studi, altra causa strettamente legata ai polipi nasali riguarda fattori genetici o altrimenti fattori scatenanti sono infezioni batteriche o virali.


Soggetti a rischio polipi nasali

Questo tipo di problema si presenta spesso in persone con un’età superiore ai 40 anni. Inoltre soggetti particolarmente esposti al problema sono le persone con asma, così come quelle in cui frequentemente si presentano diverse tipologie di infezioni ed allergie. Alcuni bambini con fibrosi cistica possono allo stesso modo essere dei soggetti che con maggiore probabilità vengono colpiti da questo tipo di problema.


Diagnosi dei polipi nasali

La diagnosi è svolta tenendo conto dei sintomi presentati dal paziente e sulla base di un esame fisico svolto dal medico esaminando in particolare il naso. L’uso di uno strumento che emette una luce rende più semplice l’osservazione di un’eventuale presenza di polipi nasali. Test che possono essere eseguiti sono l’endoscopia nasale, ovvero l’osservazione diretta delle vie nasali per mezzo di un piccolo strumento fornito di una telecamera o lente di ingrandimento, detto endoscopio, che viene inserito nelle cavità nasali del paziente. Altra possibile opzione è una tomografia computerizzata che mediante l’elaborazione digitale dell’immagine permette di osservare ed analizzare le via nasali del paziente. Nello specifico il dispositivo permette di individuare delle aree molto infiammate, che indicano appunto la presenza di polipi nasali. Nel caso in cui il sospetto di polipi nasali riguardi un bambino, potrebbe essere richiesto un test per la rilevazione di fibrosi cistica.


Polipi nasali e cura

Polipi di piccole dimensioni possono essere trattati mediante l’utilizzo di spray nasali contenenti corticosteroidi. La risoluzione del problema, può avvenire in questi casi mediante la prescrizione di uno spray con steroidi o con l’utilizzo di gocce nasali. Entrambi i prodotti agiscono riducendo i polipi presenti ed allo stesso tempo operano riducendo il grado di infiammazione. Gocce steroidi nasali comunemente prescritte sono: Betametasone (Betnesol gocce o Vistamethasone gocce) e Fluticasone (Flixonase). Questo tipo di trattamento è efficace per i pazienti che presentano solo un polipo nasale o al più, un numero maggiore di polipi nasali, ma di dimensioni ridotte. Il miglioramento dei sintomi si ottiene già dopo la prima settimana dall’inizio del trattamento. Spray e gocce nasali possono comportare i seguenti effetti indesiderati: mal di testa, mal di gola e fuoriuscita di sangue dal nasoAltra opzione di trattamento comporta la somministrazione di compresse steroidi. Questa scelta è idonea nel caso di pazienti che presentano polipi più grandi o nei quali l’infiammazione è grave. Le compresse risultano essere molto efficaci, ma comportano una serie di possibili effetti collaterali, più pesanti rispetto quelli presentati per l’utilizzo di gocce e spray. L’assunzione di compresse non deve superare un paio di settimane. Altri farmaci possono essere somministrati per la riduzione dell’infiammazione, gli antistaminici vengono prescritti invece nel caso in cui il paziente presenti particolari allergie, mentre farmaci antifungini sono utilizzati per le allergie fungine; infine nel caso in cui assieme ai polipi nasali vi sia la presenza di infezioni è necessaria una terapia antibiotica. Nel caso in cui si presentino dei polipi nasali è bene che questi vengano analizzati da un medico poiché la loro presenza potrebbero in realtà essere un segnale di un tumore maligno.


Cure e rimedi naturali contro i polipi nasali

Per ottenere un sollievo dai sintomi e quindi contribuire a decongestionare il naso chiuso e cercare di sgonfiare i polipi presenti si consiglia di fare docce o bagni caldi. Allo stesso modo efficaci possono essere le inalazioni di vapore acqueo: far bollire dunque dell’acqua e dopo aver posto un asciugamano sulla testa, posizionatevi proprio sopra la tazza che avrete precedentemente riempito con quest’acqua ed inalatene il vapore. Respirate profondamento attraverso la bocca ed il naso per almeno 5-10 minuti circa. Ripetete l’operazione più volte al giorno. Sebbene questo non  riesca a risolvere il problema relativo ai polipi nasali, riuscirà ugualmente ad offrirvi un sollievo dai sintomi di naso chiuso.


Intervento polipi nasali

Nel caso in cui il paziente non risponda positivamente al trattamento è necessaria un’azione chirurgica. Oltretutto polipi di grandi dimensioni devono essere adeguatamente trattati dal momento che possono portare a gravi disturbi, oltre che ad una comparsa di infezioni ed altri tipi di problemi. Sebbene il problema venga risolto con successo è sempre presente il rischio di una ricomparsa anche nel caso in cui i opti per la chirurgia. L’azione chirurgica quindi, benché riesca a risolvere il problema, non rappresenta anche un metodo di prevenzione dal momento che molti dei pazienti che si sottopongono a questo tipo di chirurgia, anni dopo riscontrano nuovamente lo stesso tipo di problema. È necessario ricorrere alla chirurgia oltre che nel caso in cui i polipi siano molto grandi anche quando il paziente nonostante sia stato già sottoposto al trattamento farmacologico, non abbia risposto positivamente alla cura.


Rimozione dei polipi nasali

La rimozione di polipi per via chirurgica avviene nella maggior parte dei casi con un intervento di policectomia. L’operazione è eseguita entrando direttamente nelle narici. In alcuni casi l’intervento potrebbe richiede la rimozione anche di piccoli pezzi di osso del naso, in maniera tale da ridurre il rischio di polipi nasali recidivi. La chirurgia endoscopica sinusale è un’altra possibile alternativa, scelta nei casi in cui le dimensioni dei polipi siano eccessive o nel caso in cui questi ultimi creino un grande ostacolo per il passaggio dell’aria. Dopo l’esecuzione di questo tipo di intervento in genere il trattamento deve essere continuato dallo stesso paziente mediante l’utilizzo di uno spray nasale con corticosteroidi per prevenire una ricomparsa dello stesso problema.


Polipi nasali e prevenzione

Al fine di prevenire l’insorgenza di questo problema, così come la ricomparsa, si consiglia di evitare di restare a lungo tempo in ambienti in cui l’aria è molto asciutta: preferire ambienti più umidi. Si raccomanda inoltre di lavare sempre le mani al fine di evitare non solo la comparsa di questo, ma di ogni altro tipo di infezione batterica o virale. Evitare l’uso di sostanze irritanti quali ad esempio allergeni o sostanze chimiche. Si consiglia infine di utilizzare uno spray nasale o una soluzione salina al fine di migliorare il flusso di muco e favorire allo stesso tempo la rimozione di sostanze irritanti ed allergeni che possono essere presenti all’interno delle narici.

Polipi nasali sintomi cause cure e rimedi naturali.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo polipi nasali: cure naturali o intervento

Polipi nasali

Complimenti ben spiegato .

Lascia il tuo commento: