Polmonite cause

Quali sono le cause della polmonite? Il termine polmonite si riferisce a una patologia a carico del sistema respiratorio, che si manifesta attraverso un'infiammazione acuta degli alveoli polmonari. Le sue cause possono essere legate a diversi fattori, tra cui l'azione patogena di batteri, virus o funghi, o in casi differenti relativi all’inalazione di sostanze chimiche irritanti.

Polmonite cause

Polmonite cause

Polmonite perchè?

In seguito all’infiammazione, si registra un sensibile accumulo di liquido biologico a livello polmonare, detto essudato, il quale rende difficoltosa la respirazione. Fisiologicamente, il polmone, oltre alle normali difese immunitarie dell’organismo, mette in atto anche dei meccanismo protettivi che impediscono l’ingresso di patogeni e agenti esterni nelle aree respiratorie più profonde. Questi meccanismi consistono principalmente nel cosiddetto “sistema muco-ciliare”. Più precisamente, il muco riveste i bronchi e la trachea, e ha il compito di intrappolare tutto ciò che potrebbe risultare dannoso per i polmoni; in più, sulle pareti interne dei bronchi, sono presenti delle ciglia che si muovono dal basso verso l’alto, spingendo il muco, verso le cavità nasali, in modo da espellerlo più facilmente. Può accadere, però, che i patogeni riescano a bypassare questi meccanismi di difesa, riuscendo a penetrare nelle vie respiratorie più profonde, composte dalle ramificazioni secondarie dei bronchi, i bronchioli, e gli alveoli, piccoli sacchi posti all’estremità di essi. Quando si instaura l’infezione da parte di virus o batteri, l’organismo si attiva per debellarli, attuando le fisiologiche difese immunitarie. Queste consistono principalmente nella messa in atto di un processo infiammatorio, che comporta la formazione di un liquido, il già citato essudato, che si va ad accumulare a livello degli alveoli. In questo modo, risulta difficile per i polmoni, riuscire a svolgere la specifica funzione di scambio di ossigeno e anidride carbonica dagli alveoli verso i vasi sanguigni, e viceversa.

Così, viene compromessa la normale respirazione, e tale condizione è una delle manifestazioni sintomatiche tipiche della patologia.

Ci sono diversi tipi di polmonite, distinti in base alle cause a essa legate.

Riscontriamo principalmente questi tipi:

  • Polmonite da inalazione di patogeni
  • Polmonite da aspirazione di sostanze esterne irritanti
  • Polmonite ab ingestis, quando residui di cibo e succhi gastrici giungono in trachea anziché nell’esofago

I sintomi della polmonite variano in base alla gravità della patologia. Nei primi stadi, questa si manifesta con febbre, tosse, difficoltà a respirare correttamente, e i tipici sintomi che accompagnano l’influenza, come sudorazione, brividi, dolori muscolari e mal di testa. Nei casi più gravi, questi sintomi si intensificano, e sono spesso accompagnati da forte dolore al torace.

Cause della polmonite

La polmonite è causata nella maggior parte dei casi da batteri, ma possono esserne responsabili anche virus, funghi, e altre sostanze. Non sempre è possibile identificare quali tra queste opzioni sia la causa.
La maggior parte dei batteri può essere suddivisa in due categorie, in base alla procedura utilizzata per la loro colorazione in laboratorio. Alcuni batteri, infatti, rispondono alla colorazione col metodo Gram, in seguito alla quale vengono suddivisi in batteri Gram-positivi e Gram-negativi.

I batteri Gram-positivi appaiono con una colorazione blu sul vetrino, e a questa categoria appartiene la maggior parte dei batteri che causano la polmonite.

Tra questi i principali sono:

  • Streptococcus pneumoniae (o pneumococcus): questo batterio è il principale responsabile della polmonite; quasi il 60% dei casi di polmonite batterica negli adulti è causata da pneumococcus, e fino al 38% nei bambini.
  • Staphylococcus aureus: questo batterio è spesso associato all’influenza virale, e può svilupparsi nell’arco di cinque giorni dalla comparsa dei sintomi influenzali.
  • Streptococcus pyogenes: è un batterio emolitico di gruppo A che è presente nelle prime vie aeree ed è anche il responsabile della faringotonsillite acuta.

I batteri Gram-negativi appaiono rosa sul vetrino. Le infezioni da questi batteri interessano soprattutto il personale ospedaliero, bambini affetti da fibrosi cistica e soggetti con patologie respiratorie croniche.

Tra questi troviamo:

  • Haemophilus influenzae: solitamente colpisce soggetti con patologie croniche a carico dei polmoni, in particolare soggetti anziani
  • Klebsiella pneumoniae: colpisce prevalentemente soggetti che presentano problemi con l’alcol o soggetti debilitati. È associata anche all’uso prolungato di antibiotici
  • Pseudomonas aeruginosa: si tratta di un batterio ubiquitario, non fermentante, considerato un patogeno opportunista nell'organismo umano.
  • Moraxella catarrhalis: si trova normalmente a livello del naso e della bocca, ma può dare patologia se la sua replicazione non viene controllata dal sistema immunitario
  • Neisseria meningitidis: è una delle principali cause di meningite, un’infezione a carico del sistema nervoso centrale, ma può colpire anche i polmoni, soprattutto nei militari

Un altra tipologia di polmonite che si può sviluppare è la polmonite atipica, causata principalmente da altri patogeni:

  • Mycoplasma pneumoniae: è un batterio dalle dimensioni molto piccole che riesce a distruggere la parete cellulare. La polmonite da micoplasma si contrae soprattutto in ambienti come quelli scolastici, e prevede una rapida diffusione.
  • Chlamydia pneumoniae: nei soggetti giovani è più comune e non da gravi sintomi, mentre in quelli anziani è meno frequente, ma tuttavia più grave
  • Legionella pneumophilla: causa la cosiddetta “malattia del legionario”, che si contrae respirando nei pressi di acque contaminate, come in piscine o saune. Non è trasmissibile da uomo a uomo.

Per quanto riguarda la polmonite causata da virus, i principali responsabili sono:

  • Virus influenzali: la polmonite può manifestarsi come una complicazione della comune influenza, se non curata adeguatamente. Il rischio riguarda soprattutto i soggetti anziani o con patologie respiratorie o cardiache. L’influenza indebolisce generalmente le difese immunitarie dell’organismo, rendendolo più soggetto all’insediamento dei batteri, che complicano l’infiammazione
  • Virus sinciziali respiratori: tali specifici virus sono la principale causa di polmonite nei bambini
  • Coronavirus: alcuni di questi virus di recente mutazione sono responsabili della SARS (severe acute respiratory syndrome), una patologia correlata all’influenza, ma dalla trasmissione sensibilmente più rapida
  • Virus parainfluenzali: questi virus causano polmoniti e bronchiti nei bambini, negli anziani e nei pazienti con deficit del sistema immunitario
  •  Adenovirus: sono i responsabili di circa il 10% dei casi di polmonite nei bambini.
  • Herpesvirus: il virus dell’herpes simplex o il virus varicella zoster possono causare polmonite negli adulti con sistema immunitario compromesso
  • Influenza aviaria: recentemente si è sentito parlare dell’Influenza A che dai volatili si è trasmessa in un centinaio di persone in varie parti del mondo. Il contagio avviene solo attraverso il contatto diretto con volatili infetti. È pericolosa poiché i suoi sintomi sono facilmente sottovalutabili, poiché simili a quelli di una comune influenza, ma in poco tempo può diventare fatale.

La cavità orale contiene un gran numero di batteri di specie diverse, che fanno parte della normale e innocua flora batterica delle mucose. Nel caso in cui questi batteri, però, riescano a raggiungere le vie respiratorie profonde, possono causare la polmonite da aspirazione. Ciò può accadere dopo un trauma cranico, un’anestesia generale, o quando un paziente fa frequentemente uso di alcol e droghe. In questi casi, il riflesso del vomito viene inibito, così i batteri riescono a raggiungere la trachea.

Un altro tipo di polmonite è la polmonite opportunistica, che si instaura in pazienti immunodepressi, quando entrano a contatto con alcuni patogeni, quali:

  • Pneumocystis carinii (o P. jiroveci): è un microrganismo atipico, riclassificato nella categoria dei funghi. Sebbene sia normalmente innocuo, può dare vita a una condizione patologica in pazienti affetti da AIDS.
  • Mycobacterium avium: si tratta di una particolare classe di batteri che come nel caso precedente può innescare patologie respiratorie soprattutto in soggetti affetti di AIDS o in condizioni di carenza di difese immunitarie.
  • Citomegalovirus: è un tipo di virus diffuso a livello globale nell'organismo umano e che appartiene alla famiglia degli herpesvirus. Si replica facilmente all'interno delle cellule, in modo parassitario, dando vita a patologie specifiche come la mononucleosi infettiva.

Altre cause di polmonite possono essere legate all’inalazione di sostanze irritanti o all’ambiente in cui si vive:

  • Soggetti a contatto con vacche, maiali, pecore e cavalli, possono contrarre polmoniti da B. Anthracis, Brucella e Coxiella burnetii
  • Contadini e carpentieri sono a rischio di coccidiomicosi, causate dalle spore del fungo Coccidioides immitis
  • Soggetti a contatto diretto con piccioni, pappagalli e tacchini sono a rischio di psittacosi, causata dal batterio Chlamydia psittaci

Considerazione finale sulle possibili cause della polmonite

Dunque, la polmonite è una patologia, la cui origine è collegata a una serie di fattori patogeni e non e che si manifesta attraverso un'infiammazione degli alveoli polmonari. A livello sintomatico presenta una respirazione particolarmente difficoltosa, dovuta alla presenza di muco e pus nell'apparato respiratorio, e nei bronchi. Il trattamento terapeutico standard in caso di polmonite causata da agenti virali prevede l'utilizzo di antibiotici che riescono a debellare i microorganismi responsabili dell'infezione, riportando la situazione generale dell'organismo al suo quadro normale.

Elenco delle possibili cause che possono portare alla polmonite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo polmonite cause

La polmonite

sono affetta da qualche giorno da una broncopolmonite, vi ringrazio per
le accurate spiegazioni comprensibili anche a chi come me non conosce
il linguaggio della medicina, non è molto ma mi è servito per avere un poco
di tranquillità. con stima vi saluto.

Esposizione chiara sulla polmonite

esposizione chiara e tutto sommato rassicurante per chi conoscendo poco di medicina si spaventa di fronte alla parola polmonite

Lascia il tuo commento: