Presbiopia: cause cura e trattamento laser

Presbiopia (cos’è/significato, cause/sintomi, a che età?, giovanile, e ipermetropia, e miopia, come si cura, trattamento, laser, occhiali, e lenti a contatto, cure, terapia).

La presbiopia è un problema che interessa l’apparato visivo di una persona riducendo la sua capacità di mettere a fuoco gli oggetti e le immagini da vicino, costringendola a doversi dunque allontanare per avere una visuale nitida; la presbiopia al giorno d’oggi è un disturbo che purtroppo affligge all’incirca una persona su 5, divenendo così fonte di studio da parte degli esperti del settore: il nostro compito oggi sarà dunque spiegarvi come la presbiopia possa subentrare nella vita di chiunque, rendendo più complicati anche i semplici gesti quotidiani, perché capire cos’è la presbiopia e conoscere il suo significato può sicuramente essere la miglior arma per trattare il problema e risolverlo nel modo ideale per la vostra condizione.

presbiopia

Presbiopia


Che cos’è la presbiopia? Quale significato può assumere la presbiopia nella vita di una persona

La presbiopia viene vista in ambito medico come una disfunzione della porzione oculare definita nucleo, il quale perde elasticità e capacità di messa a fuoco delle immagini: sebbene questo processo nella maggior parte dei casi cominci normalmente all’incirca dopo i 40 anni di età nei soggetti coinvolti (come invecchiamento naturale del corpo umano), non è affatto raro che una persona abbia come fattore ereditario la presbiopia, rendendo dunque possibile la sua comparsa fin da giovani; la presbiopia giovanile non è rara, rendendo dunque difficile stabilire a che età specifica possa subentrare questa disfunzione visiva nella vita delle persone. Quante volte vi capita di dovervi allontanare dalla vostra rivista preferita per riuscire a leggere bene le parole? Non siete stufi di dover chiedere aiuto per mettere a fuoco le indicazioni sui foglietti illustrativi? Ora continueremo a parlarvi della presbiopia in maniera da fornirvi tutte le informazioni necessarie a far sì che non sia più un problema per voi.


Quali sono le cause più comuni della presbiopia? Quali sono i suoi sintomi diretti?

Nonostante i numerosi casi di presbiopia le cause più comuni restano sempre e comunque legate all’età, all’invecchiamento naturale del corpo umano; come abbiamo già detto la perdita di liquidi e proteine da parte del bulbo oculare rende impossibile focalizzare a dovere il punto massimo di visione da una distanza ravvicinata. In altri casi l’ereditarietà gioca la sua parte nella presbiopia come in moltissimi altri problemi fisiologici: non è stato infatti difficile registrare numerosissimi riscontri di presbiopia o simili anche in soggetti attorno ai 10 anni di età, così come nel periodo adolescenziale. 


Presbiopia ed  ipermetropia

Esiste una differenza fisiologica tra presbiopia ed ipermetropia che merita di essere spiegato un po’ nel dettaglio, in maniera da fornirvi alcune informazioni utili per riconoscerle ed identificarle fin dai loro primi sintomi. Mentre la presbiopia è un difetto irreversibile derivato nella maggior parte dei casi dall’invecchiamento come sintomo naturale, l’ipermetropia interessa maggiormente le persone a qualsiasi età, riducendo la loro capacità visiva e costringendole a sforzare la vista per mettere a fuoco anche da vicino; i sintomi inevitabili di questo problema si traducono in stanchezza alla vista, rossore e svogliatezza di dover stringere gli occhi per leggere. Il fatto che molte persone sforzano quotidianamente la vista senza chiedersi il perché definisce il fatto che l’ipermetropia, a differenza della presbiopia, si rivela parecchio complicata da riconoscere, in un primo momento.

Presbiopia e miopia

Se vi stavate chiedendo quale differenza esista tra le patologie oculari della presbiopia e della miopia eccovi serviti; le persone colpite da presbiopia, come abbiamo già visto, notano un’accentuata difficoltà nel mettere a fuoco le immagini vicine ai loro occhi, rendendo indispensabile allontanarsi dall’oggetto osservato. La miopia si differenzia dalla presbiopia già dal fatto che colpisce un numero maggiore di persone anche di giovane età, portando il “cristallino” (il nucleo oculare) ad assottigliarsi e ad acquisire una forma più allungata: questo tipo di malformazione si traduce inevitabilmente nella perdita di capacità visiva da lontano, sintomo direttamente opposto a quelli della presbiopia. Ecco dunque come un soggetto colpito dalla miopia vedrà sfuocati gli oggetti da lontano, ma benissimo quelli da vicino!


Come si cura la presbiopia? Esiste una cura efficace per la presbiopia?

Se desiderate sapere come si cura la presbiopia o se esista una cura definitiva per la presbiopia probabilmente rimarrete un po’ delusi, in quanto la presbiopia come avete già visto è un problema legato soprattutto all’invecchiamento fisico dell’organismo umano. Dovete sapere però che esistono diversi tipi di modi per correggere la disfunzione visiva in questione e permettervi di vivere la vostra quotidianità nella totale agiatezza, senza dover sforzare gli occhi. Dovete infatti sapere che negli ultimi anni gli studi svolti sulle malattie che colpiscono l’apparato visivo sono stati davvero numerosi, rendendo così stabilire quali soluzioni ideali una persona possa adottare per limitare e gestire al meglio i sintomi della presbiopia.


Occhiali e lenti a contatto per affrontare la presbiopia

La maniera più semplice per correggere la disfunzione visiva derivata dalla presbiopia è sicuramente quella di utilizzare dei normalissimi occhiali da vista, categoricamente dopo aver consultato un oculista ed aver stabilito il proprio stadio di presbiopia; ricordatevi che ogni persona sviluppa una perdita soggettiva delle diotrie e del livello visivo. La maggior parte delle persone preferisce impiegare dei semplici occhiali “premontati” per leggere la sera o impiegarli durante l’orario lavorativo in ufficio in maniera da non dover stancare eccessivamente gli occhi. Se invece preferite non dover indossare una montatura potete sempre decidere di optare per le lenti progressive a contatto, che vi danno la possibilità di passare inosservati e di scegliere quale tipo di lente è più adatta a voi ed al vostro comfort.


Il trattamento laser per la presbiopia: una terapia efficace per la presbiopia

Ecco una novità importante emersa grazie alle nuove tecnologie ed i nuovi studi svolti sulla chirurgia refrattiva: oggi è possibile effettuare un trattamento laser ideale per curare anche la presbiopia, oltre a tutti gli altri disturbi fisiologici che colpiscono il bulbo oculare diminuendo la capacità visiva dell’individuo. Se avete intenzione di sottoporvi alla terapia laser per correggere la vostra presbiopia sappiate fin da subito che oggi è quasi totalmente sicuro: innanzitutto il medico dovrà sottoporre accurati studi sul soggetto in maniera di ridurre qualsiasi tipo di rischio legato all’operazione, motivo in più per star certi che potrete migliorare la vostra vista scongiurando eventuali pericoli o effetti collaterali; l’operazione svolta è veloce ed indolore ed assicura i suoi risultati positivi per un lunghissimo arco di tempo.  Se desiderate informarvi sui costi del trattamento laser per la presbiopia non possiamo aiutarvi, ma vi consigliamo però di consultare il proprio ufficio ASL perché, in alcuni casi, le operazioni agli occhi sono coperte come servizio sanitario gratuito.


La presbiopia, trovare le soluzioni adatte al proprio caso specifico

Come abbiamo visto oggi la presbiopia è una problematica che può affliggere chiunque in maniera più o meno grave, portando un senso di fastidio e disagio di fronte all’incapacità di vedere bene da vicino: trovare il modo di correggere questa limitazione e tornare a godere di una buona salute vicina sarà un traguardo davvero importante se volete migliorare la vostra vita a partire da ora. Consultate un oculista specializzato per stabilire il vostro piano d’azione e cominciare fin da subito a sconfiggere la presbiopia per voi e per la vostra felicità quotidiana.

Cure e trattamento per curare la presbiopia.

Malattie

Lascia il tuo commento: