Pressione bassa; pressione sanguigna bassa

La pressione bassa è una problematica comunissima ma che deve necessariamente essere tenuta sottocontrollo.

La pressione bassa che cosa è? La pressione bassa chiamata anche ipotensione è quella situazione che si verifica quando la pressione, che il cuore utilizza per trasportare sangue in tutto il corpo attraverso le arterie, vene e capillari, è bassa. I medici consigliano sempre di mantenere la pressione sotto controllo ed evitare pertanto che da normale diventi troppo alta.

Pressione bassa; pressione sanguigna bassa

Pressione bassa

La pressione sanguigna

La pressione del sangue serve a valutare con quanta pressione il sangue scorra nelle pareti delle arterie, pressione che viene misurata in millimetri di mercurio (mmHg).

Quando viene effettuata la misurazione della pressione, vengono registrate le due misure nel corso di un battito del cuore, misure che prendono il nome di pressione diastolica e pressione sistolica.

Pressione sistolica è quella che si verifica quando il cuore spinge il sangue nel corpo ed in questo caso di parla di pressione massima (120 mmHg).

Pressione diastolica è quella che misura il momento in cui il cuore è a riposo tra un battito e l'altro e la pressione nelle arterie è bassa, in questo caso si parla di pressione minima (80 mmHg).

I valori "normali" della pressione

In generale possiamo dire che in una persona adulta e sana i valori pressori si devono aggirare sui 120 per la massima e non devono superare gli 80 per la minima.

Laddove questi valori dovessero essere maggiori è consigliato fare degli esami specifici per scongiurare l'insorgenza di patologia importanti come l'ictus e l'infarto.

Le persone che soffrono di ipotensione o pressione bassa hanno una sorta di tutela contro le patologie appena menzionate e possono in un certo qualche modo fare un uso normale di sale che com'è noto fa aumentare la pressione del sangue.

Sintomi della pressione bassa

Di solito l'ipotensione è asintomatica e di solito non viene eseguita cura, ma la presenza di questa patologia però sta ad evidenziare che non c'è una sufficiente circolazione sanguigna in tutti gli organi del corpo e si possono avere alcuni sintomi come:

  • vertigini;
  • perdita di coscenza;
  • problemi alla vista;
  • alterazione del battito cardiaco;
  • nausea;
  • stordimento;
  • fiacchezza.

Si parla di ipotensione posturale che si manifesta quando una persona stando in piedi cambia postura e si verificano i sintomi appena descritti.

Si parla di ipotensione post prandiale quando i sintomi si verificano subito dopo aver mangiato.

Ipotensione posturale

Si verifica quando a causa di un movimento veloce la pressione del sangue si abbassa notevolmente e può capitare quando ad esempio da sdraiati ci si alza improvvisamente.

Ipotensione postprandiale

Si verifica immediatamente dopo aver pranzato e di regola si verifica nelle persone anziane che soffrono di ipertensione oppure di parkinson o di diabete.

Questo è dovuto al fatto che durante la fase della digestione all'intestino serve una gran quantità di sangue per digerire il cibo e di conseguenza potrebbe venire a mancare in altre parti del corpo la giusta pressione sanguigna, provocando pertanto i sintomi di cui si è parlato poco prima.

Misurazione della pressione

Durante il giorno la pressione del sangue non è sempre costante e subisce delle variazioni dovute a quello che si sta facendo.

Di conseguenza sarebbe opportuno che nel momento in cui si decide di misurare la pressione, questa venga eseguita alla stessa ora e dopo essersi messi per qualche minuto a riposo.

Prima di eseguire una misurazione pressoria ci sono da considerare diversi fattori:

  • la pressione di mattina è bassa;
  • nelle persone anziane è più probabile riscontrare la pressione alta;
  • se una persona è sottoposta a stress fisico, anche la pressione ne risentirà;
  • se si pratica sport è ovvio che la pressione è alta durante lo sforzo, mentre avrà valori normali a riposo;
  • se c'è freddo la temperatura tende naturalmente a scendere;
  • quando si mangia la maggior parte del sangue viene confluita nell'intestino e di conseguenza si verifica una caduta pressoria.

Cause legate all'ipotensione

Ci sono persone che normalmente hanno una pressione bassa, ma ci possono essere delle cause ben precise legate ad esempio all'assunzione di farmaci e di malattie.

Farmaci

Tra i farmaci che sono accusati essere causa di ipotensione ci sono:

  • beta bloccanti, prescritti nei casi in cui ci siano problemi a carico del cuore;
  • alfa bloccanti, prescritti nei casi di ipertensione;
  • antidepressivi.

Sarà compito del medico quello di trovare il farmaco ideale per il proprio paziente.

Disturbi autonomici

Il sistema nervoso autonomo fa parte del sistema nervoso e controlla funzioni come la sudorazione, la digestione ed il battito del cuore.

Alcuni disturbi autonomici sono:

  • diabete mellito;
  • morbo di parkinson che è una patologia che colpisce il cervello ed in particolare la parte che si occupa dei movimenti del corpo;
  • atrofia sistemica multipla che determina il deteriorarsi dei muscoli e la conseguente atrofia.

Ghiandole surrenali

Le ghiandole surrenali si trovano sopra i reni ed hanno il compito di produrre ormoni che regolano la pressione del sangue e tengono sotto controllo i valori di acqua e sale nell'organismo.

L'aldosterone è uno degli ormoni prodotto da queste ghiandole ed è preposto al controllo della quantità di sale nell'organismo.

Se le ghiandole surrenali si ammalano a seguito di un tumore oppure di un'infezione, la quantità di aldosterone potrebbe diminuire e di conseguenza portare a perdita di salenel corpo, provocando disidratazione e di conseguenza anche abbassare la pressione del sangue.

Un'altra patologia che può colpire le ghiandole surrenali è la malattia di Addison che provoca una riduzione degli ormoni chiamati cortisolo e di aldosterone, ma che può essere tenuta sotto controllo attraverso l'assunzione di farmaci specifici.

Ustioni e shock

La pressione bassa si può presentare anche a seguito di ustioni, oppure gravi lesioni soprattutto in caso di forte emorragia.

Anche in caso di shock, a seguito ad esempio di un grave incidente, si può verificare un repentino abbassamento della pressione.

Altri tipi di shock: shock settico e la sindrome da shock tossico.

Entrambi sono provocati da un batterio che si insinua nelle pareti dei vasi sanguigni e provocano la fuoriuscita di sangue dalle pareti.

Questa situazione ovviamente va a provocare un abbassamento notevole della pressione sanguigna.

Shock anafilattico

È provocato dal contatto con una sostanza che provoca una reazione allergica che può essere la puntura di un'ape oppure mangiare una nocciolina.

Nel momento in cui la reazione allergica si manifesta, l'organismo produce una grande quantità di istamina che provoca una dilatazione dei vasi sanguigni e di conseguenza un abbassamento della pressione del sangue.

Shock cardiogeno

Si verifica quando il cuore non è in grado di fornire la pressione sufficiente al sangue per alimentare il corpo, episodio che si verifica di solito durante un infarto.

Altre cause che possono portare ad ipotensione

  • Patologie legate ai nervi delle gambe che portano ad un abbassamento della pressione quando ci si alza in piedi.
  • Invecchiamento: l'avanzare dell'età porta ad un ispessimento delle arterie.
  • Gravidanza porta ad un naturale abbassamento della temperatura.
  • Restare per un lungo periodo a letto la pressione bassa è data dal fatto che non si fanno movimenti e che il sistema nervoso non ha attività.
  • Disidratazione che può essere provocata da vomito, diarrea, con conseguente diminuzione del livello di acqua e sale nell'organismo.
  • Pressione bassa legata ai geni ereditati dai genitori.

Come viene diagnostica la pressione bassa (diagnosi)?

La pressione bassa si riscontra a seguito di misurazione della stessa che si esegue con un apposito strumento che si chiama sfigmomanometro.

Si tratta di un bracciale che viene applicato sopra il braccio del paziente e collegato ad una scala di mercurio.

Una volta stretto il bracciale intorno al braccio del paziente, il bracciale viene gonfiato con una piccola pompa e tra il braccio ed il bracciale viene inserito lo stetoscopio che serve per ascoltare i battiti del cuore e rilevare i valori pressori della massima e della minima.

Si tratta di un'operazione che richiede una certa dose di esperienza, ma nel caso non si abbia la necessaria preparazione per rilevare i valori in questa modalità, esistono in commercio degli apparecchi elettronici che sono altrettanto validi.

Se si ha una pressione massima di 120 ed una minima di 80, la persona ha dei valori perfetti e non corre il rischio di avere i problemi gravi che invece hanno gli ipertesi.

Consigli generali

Come detto poco prima la pressione bassa o ipotensione è asintomatica, anche se si possono presentare dei problemi in presenza di ipotensione posturale oppure post prandiale.

Per limitare al massimo gli effetti collaterali, basta muoversi senza troppa fretta e non fare movimenti veloci:

  • evitare al mattino di alzarsi subito dal letto, facendo degli esercizi fisici a letto;
  • indossare delle calze elastiche per favorire la compressione agli arti inferiori ed aumentare la pressione del sangue;
  • utilizzare 2 cuscini per dormire;
  • evitare di prendere caffè ed alcol la sera per evitare disidratazione;
  • evitare di fare abbondanti pasti ma preferire degli spuntini per evitare l'ipotensione post prandiale.

Di solito in presenza di ipotensione non si assumono farmaci specifici a meno che non sia necessario assumerli in caso di restringimento delle pareti venose e viene fatto per rendere più agevole il flusso del sangue.

Pressione bassa (cosa faree sapere)

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo pressione bassa; pressione sanguigna bassa

Ho il morbo di parkinson. Subito dopo mangiato ho delle scosse e un indebolimento in tutto corpo, misurando la pressione mi arriva esempio 78\42 e sto male per 2\3 ore. Vorrei sapere cosa posso fare (assumo stalevo da 100 mg erequip 20 mg)

Ho 43 anni, i miei valori sono tutti a posto tranne il colesterolo che è a 210 e il reumatest che è a 86 contro i 14 del suo valore normale. Mi dicono che soffro di fibromialgia a seguito di un incidente d'auto che ho avuto circa 14 anni fa. Sono ipersensibile all'umido, infatti gli ambienti condizionati per me sono un odissea. Comincio ad avere dolore alle ossa e mal di testa. Da giovedì scorso sto avendo problemi alla pressione, è sempre bassa 90/60 e sopatutto dopo aver mangiato. Premetto che a causa dei miei problemi assumo molti antidolorifici tipo nimedex, Dicloreum punture, Muscoril e in piu' il Nicetile e il Pineal tens che me li ha prescritti la Reumatologa. Vorrei capire se la pressione bassa ha un nesso con la mia situazione generale oppure se mi devo preoccupare e pensare a qualche altra patologia in atto.
Grazie.

Lascia il tuo commento: