Priapismo: Il Priapismo le cause i sintomi terapia

Cosa si intende per priapismo?

Con priapismo si intende un erezione persistente, e solitamente dolorosa, che non è necessariamente associata ad una stimolazione od al desiderio sessuale.

Il significato di "persistente" è stato abbastanza dibattuto, tuttavia la situazione può perdurare per sei ore.

E' raccomandazione quella di consultare un medico per un erezione dolorosa che duri per più di quattro ore.

Priapismo: Il Priapismo le cause i sintomi terapia

Priapismo

Quali sono le cause del priapismo?

Un erezione è il risultato del rilassamento di alcuni muscoli all'interno del pene con un conseguente aumento del flusso di sangue arterioso nei corpi cavernosi del pene.

Il conseguente rigonviamento dei muscoli, comprime le vene del pene ed il sangue viene intrappolato all'interno.

Dopo l'eiaculazione l'ondata di adrenalina associata restringe le arterie e rilassa la pressione sulle vene che determina la detumescenza, cioè loscomparire dell'erezione.

Il priapismo può essere spontaneo oppure causato da un trattamento medico. Il 35% dei casi è idiopatico (cioè con causa sconosciuta), il 21% dei casi è associato ad una terapia farmacologica o l'abuso di alcool, un altro 21% è dovuto ad eventi traumatici mentre un 8% è causato da una malattia del sangue.

Anche se esistono ipotesi discordanti sul modo in cui può apparire il priapismo, è ampiamente diffusa la convinzione che il pripismo sia un risultato di un infortunio o di un danno al meccanismo che produce la detumescenza del pene.

Questi danni possono essere causati da:

  • malattie del sangue, anemia falciforme, mieloma, talassemia e leucemia;
  • trauma sia accidentale, che successivo ad un intervento chirurgico;
  • danni al sistema nervoso, in particolar modo lesioni al midollo spinale (ma raramente la sclerosi multipla) od il diabete;
  • farmaci usati per curare l'impotenza (in particolari quelli somministrati con iniezione nel pene);
  • papaverina;
  • protaglandina E1, che causa un aumento del flusso sanguigno nel pene;
  • fentolamina;
  • Viagra;
  • altri tipi di droghe, soprattutto in caso di sovradosaggio:
  • farmaci psichiatrici come il trazodone e la clorpromazina;
  • anticoaugulanti (come l'eparina);
  • varie (omeprazolo, metoclopramide, tamoxifene)
  • alcool.

Come si tratta il disturbo?

La presenza di una erezione dolorosa più lunga di quattro ore giustifica una visita dal medico di famiglia, o meglio al pronto soccorso nel caso fosse più veloce:

  • Molti casi si risolvono spontaneamente dopo eiaculazioni ripetute, attività fisica, od una camminata veloce;
  • se dato all'apparizione dei sintomi la terbutalina per via orale, o il salbutamolo possono aiutare;
  • estrazione di sangue (50ml) dal pene, con iniezione di eparina per ridurre la coaugulazione;
  • in casi resistenti possono essere iniettati dei farmaci quali il metaraminolo;
  • in casi molto rari è necessario intervenire chirurgicamente per evitare danni permanenti all'organo maschile.

In casi in cui il priapismo sia dovuto ad un iniezione di farmaci per il trattamento dell'impotenza, sarà bene cambiare terapia.

Fortunatamente con lo sviluppo di nuovi farmaci questo genere di casi si verifica sempre meno di frequente.

Quali possono essere le complicazioni del priapismo?

In casi rarissimi, il priapismo non risolto può portare grossi danni ai tessuti del pene.

In questo caso le erezioni possono mancare definitivamente.

Un impianto od una protesi può essere collocata alla base del pene per poter recuperare completamente.

Priapismo

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo priapismo: Il Priapismo le cause i sintomi terapia

Il priapismo

Diagnosi ineccepibile!!

Priapismo e informazioni utili a riguardo

Io ne soffro da alcuni mesi ma non ho ancora individuato la causa. Ora ho appreso delle informazioni utilissime e le condividerò con l'urologo e con la sessuologa.

Lascia il tuo commento: