Primula Veris L., Primula

I fiori della primula hanno proprietà diuretiche, sedative, antispasmodiche utili per eccitazione nervosa, insonnia, palpitazioni e vertigini mentre le radici, più ricche di principi attivi hanno soprattutto prerogative tossifughe ed espettoranti utili durante le influenze.

Primula Veris L., Primula

Primula

Nome comune: Primula
Famiglia: Primulaceae

Principi attivi della primula

  • La radice e il rizoma della primula o primavera odorosa sono ricchissime di saponine triterpeniche (5-10%); la più importante è la primulina, a cui la pianta deve la sua proprietà espettorante e mucolitica.
  • La pianta contiene anche due eterosidi fenolici derivati dall'acido salicilico, la primaverina e la primulaverina, che si trasformano per idrolisi in derivati dell'acido salicilico, le cui virtù analgesiche, antinfiammatorie e antireumatiche sono ben note: infatti si tratta delle stesse virtù che caratterizzano l'aspirina.

La primula le radici calmano i dolori reumatici e della gotta, alleviano il gonfiore delle estremità e fanno regredire le contusioni.

È comunque pianta da non trattare con leggerezza: l'impiego domestico più appropriato è la tisana calmante con i fiori.

Curiosità sulla Primula

  • Il nome deriva dal latino primus per indicare la precocità di fioritura che avviene subito dopo la scomparsa della neve, quando nei prati comincia a comparire l'erba verde.
  • Preparazione del decotto di primula: Bollite per 5 minuti 1 cucchiaio di primula (rizoma essiccato e spezzettato) in 2,5 dl d’acqua. Trascorso questo periodo lasciate riposare 10 minuti, quindi filtrate. Consumatene 2 tazze al giorno lontano dai pasti per curare le malattie che colpiscono l’apparato respiratorio e in particolar modo bronchiti e asme bronchiali.
  • Preparazione dell'infuso di primula: mettere a riposare 20 g di primula (fiori e foglie) in 1 l d’acqua bollente per 10 minuti. Trascorso questo periodo filtrate. Consumatene 2 tazze al giorno lontano dai pasti in caso di raffreddore.
  • Preparazione della tisana di primula: Mettete in infusione 1-2 cucchiaini di foglie di primula sminuzzate in una tazza d'acqua calda. Deve essere dolcificata, preferibilmente con miele. È un infuso dal gusto lieve e ben gradito ed è la classica bevanda da sorbire nelle ore tarde della giornata.
  • Preparazione dell'impacchi: Si fanno con lo stesso decotto preparato per uso interno, ma più concentrato, e si applicano sulla parte colpita.

Primula Veris L.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: