Propoli rossa

La propoli rossa è un particolare tipo di propoli di origine tropicale che presenta un più elevato potenziale antibatterico e un minore rischio di reazioni allergiche, rispetto alla comune propoli europea che rappresenta ad oggi la quasi totalità del mercato. La ricerca ha valorizzato una speciale varietà di propoli dall’intenso colore rosso (Propolis vermelha), che grazie al differente contesto biologico in cui viene elaborata rappresenta una fonte ricca di sostanze naturali nuove ed inusuali con un ampio spettro di applicazioni.

Propoli rossa

Propoli rossa

Lo studio, affidato al Prof. Luca Rastrelli, docente di Chimica degli Alimenti presso l’Ateneo salernitano, nasce da un proficuo incontro con l’etnomedicina delle popolazioni dell’America Latina.

Utilizzata, infatti, da sempre e con notevole efficacia nella medicina tradizionale locale, la Propoli Rossa Tropicale presenta interessanti attività biologiche, messe in rilievo anche da recenti pubblicazioni su riviste internazionali.

"La ricerca – spiega il prof. Rastrelli, impegnato da oltre un decennio nella classificazione chimica, biologica ed analitica di propoli provenienti da diverse aree geografiche (America Latina, Africa, Europa) – ha evidenziato notevoli differenze tra le propoli originarie delle zone temperate e quelle tropicali"

La composizione chimica della Propoli Rossa Tropicale risulta infatti del tutto diversa da quella delle comuni propoli europee: infatti contiene notevoli quantità di fitoalessine (pterocarpani) insieme a composti appartenenti alla classe dei benzofenoni isoprenilati, noti per gli effetti antibatterici.

Non solo si registra un potenziale di efficacia molto più marcato, ma risultano inoltre assenti gli allergeni delle propoli europee originate dal genere Populus (Pioppo) ed in grado di causare reazioni allergiche.

Non tutti sanno, infatti, che la composizione chimica di questa sostanza antibatterica naturale, raccolta ed elaborata dalle api, è strettamente correlata alla fonte vegetale da cui si origina e dalla quale può assimilare anche eventuali sostanze allergizzanti.

È questo il caso della propoli proveniente dalle zone temperate europee o cinesi, ricca di sostanze allergizzanti da pioppo che possono causare problemi a quella fascia sempre più ampia di soggetti che soffrono di manifestazioni allergiche.

La ricerca è stata realizzata nei laboratori del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Salerno, che vanta una consolidata esperienza nel settore delle sostanze naturali e dei fitoestratti, utilizzando tecniche analitiche strumentali avanzate quali la Risonanza Magnetica Nucleare e la Spettrometria di Massa.

 

Propoli Rossa...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: