Prostata: problemi alla prostata

Cosa è la prostata? La prostata è una piccola ghiandola presente solo negli uomini, che si trova fra il pene e la vescica e circonda l'uretra (il tubo che trasporta l'urina dalla vescica al pene). La funzione principale della prostata è di aiutare a produrre lo sperma (il liquido che trasporta gli spermatozoi). I sintomi legati a eventuali problematiche alla prostata dipendono dal problema di fondo. 


Disturbi legati alla prostata:

Esistono tre condizioni principali che possono influenzare la prostata:

Qui di seguito potrete leggere una sintesi di queste tre condizioni, con i relativi sintomi, cause e trattamenti.

Allargamento della prostata

È una condizione molto comune associata all’invecchiamento, chiamata anche ipertrofia o iperplasia prostatica benigna (IPB). Si stima che un terzo degli uomini oltre i cinquanta anni di età avrà sintomi d’ingrossamento della prostata. L'uretra è un tubo che va dalla vescica attraverso la prostata alla fine del pene. L’urina passa attraverso l'uretra ed esce dal corpo quando urinate. Se la prostata si allarga, può esercitare una pressione sull'uretra, rendendo più difficile svuotare la vescica. 

Sintomi

L’allargamento della prostata può causare sintomi che influenzano il normale andamento della minzione, come:

  • Rendere difficile iniziare a urinare
  • Indebolire il flusso di urina o interromperlo per poi farlo ripartire
  • Sforzo durante la minzione
  • Bisogno di urinare più frequente
  • Farvi svegliare continuamente durante la notte per urinare.

Cause dell'allargamento della prostata

La vera causa dell’allargamento della prostata non è nota ma è risaputo che fattori legati all'invecchiamento e gli stessi testicoli possono giocare un ruolo fondamentale:

  • La probabilità di sviluppare un ingrossamento della prostata aumenta con l'età.
  • L’IPB è così comune che è probabile che tutti gli uomini la contrarranno se vivranno abbastanza a lungo.
  • È presente, anche se lieve, in molti uomini di età superiore ai quaranta anni e in più del 90% degli uomini di età superiore agli ottanta anni.
  • Non ci sono fattori di rischio, anche se è importante che i testicoli funzionino normalmente.

Trattamento e cura dell'allargamento della prostata

Le opzioni di trattamento disponibili includono:

  • Cambiare lo stile di vita, come ridurre la quantità di liquidi che bevete prima di andare a letto.
  • Farmaci per far rilassare i muscoli all'interno della prostata (alfa-bloccanti) o ridurre la sua dimensione, rendendo più facile urinare.
  • Chirurgia in casi gravi, vale a dire se i medicinali sono inefficaci, che consiste nel rimuovere la parte interna della prostata che sta bloccando l'uretra.

Prostatite

La prostatite è una patologia poco conosciuta in cui i tessuti della prostata s’infiammano, diventando rossi e gonfi).

Sintomi

I sintomi della prostatite sono caratterizzati da dolore:

  • Pelvico
  • Ai testicoli
  • Durante la minzione (questo è meno comune e più probabile con un’infezione del tratto urinario)
  • Quando eiaculate
  • Nel perineo (zona tra l'ano e la parte posteriore dello scroto), che peggiora stando seduti, in particolare sulle sedie dure e sui sellini delle biciclette.

Cause

Sul piano scientifico, le cause della prostatite non sono ancora state comprese del tutto: il dibattito fra gli esperti è ancora aperto.

Ci sono tre principali scuole di pensiero:

  • Infezioni batteriche,
  • Auto-risposta immunitaria o squilibrata
  • Tensione neuromuscolare o problemi legati a lesioni fisiche
  • Cause aggiuntive possibili

Cause aggiuntive possibili

  • disturbo legati all’acido urico
  • Calcoli alla prostata
  • stenosi uretrale
  • Tumore raro
  • Cancro alla prostata
  • Iperplasia prostatica benigna (nominata in precedenza)
  • allergia alimentare
  • Infestazione da lievito
  • Problema specifico causato da lieviti del genere Candida
  • Virus

Trattamento

Potete trattare la prostatite con una combinazione di:

  • Antidolorifici e 
  • Un tipo di farmaco noto come alfa-bloccante, che aiuta ad alleviare i sintomi della prostatite.

Cancro alla prostata

Il cancro alla prostata è il tipo più comune di tumore negli uomini. Le probabilità di svilupparlo aumentano quando invecchiate: nella maggior parte dei casi si verifica in uomini di settanta anni o più. Le prospettive sono generalmente buone perché, a differenza di molti altri tipi di tumori, quello alla prostata progredisce di solito molto lentamente. Potreste vivere per molti anni senza alcun sintomo o senza aver bisogno di un trattamento. Molti uomini muoiono con il cancro alla prostata, senza che sia questa la causa del decesso.

Sintomi

I sintomi del cancro alla prostata sono spesso identici a quelli dell’IPB:

  • Bisogno di urinare più frequentemente (spesso durante la notte)
  • Necessità di correre in bagno
  • Difficoltà a iniziare a urinare (esitazione)
  • Sforzo o aspettare a lungo prima di urinare
  • Flusso debole
  • Sentite che non avete completamente svuotato la vescica.

Fattori di rischio

Mentre non sappiamo ancora esattamente cosa provoca il cancro alla prostata, sappiamo che alcuni fattori di rischio sono legati alla malattia:

  • Età
  • Razza
  • Nazionalità
  • Storia familiare
  • Geni
  • Dieta
  • Obesità
  • Fumo
  • Infezione e infiammazione della prostata.

Età

Il cancro della prostata è molto raro negli uomini di età inferiore ai quaranta, quindi le probabilità di ammalarvi aumentano rapidamente dopo che raggiungete i cinquanta anni. Quasi due tumori su tre sono presenti negli uomini di età superiore ai sessantacinque anni.

Razza

Questo tumore è più comune negli uomini afro-americani rispetto a quelli di altre razze e hanno anche maggiori probabilità di sviluppare uno stadio della malattia più avanzato, quindi rischiano di morire di questo disturbo. Il cancro alla prostata si verifica meno frequentemente negli uomini asiatico-americani e ispanici/latini che in quelli bianchi non-ispanici. Le ragioni di queste differenze razziali ed etniche non sono chiare.

Nazionalità

Il tumore è più comune nell’America settentrionale, nell’Europa nordoccidentale e pochi altri luoghi, mentre è meno frequente in Asia, Africa, Centro e sud dell’America. Le ragioni di ciò non sono chiare. 

Storia familiare

Se avete familiari stretti (padre o fratello) che hanno sviluppato il cancro alla prostata, siete più inclini alla malattia, soprattutto se i vostri parenti erano giovani quando l’hanno contratto. Rischiate maggiormente se avete un fratello affetto dal tumore rispetto agli uomini con un padre colpito dalla malattia.

Geni

Gli scienziati hanno scoperto che alcuni geni ereditati sembrano aumentare il rischio di sviluppare il tumore alla prostata, ma probabilmente rappresentano solo un piccolo numero di casi totali. I test genetici per la maggior parte di questi geni non sono ancora disponibili, quindi sono necessari altri studi.

Dieta

L'esatto ruolo della dieta non è chiaro ma se mangiate molta carne rossa, troppi prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di grassi, un’elevata quantità di calcio e meno frutta e verdura, il rischio di sviluppare il cancro aumenta.

Obesità

Alcuni studi hanno rilevato che gli uomini obesi potrebbero essere maggiormente a rischio di avere il cancro alla prostata in una forma più grave e morire di conseguenza per questo motivo. 

Fumare

Uno studio recente ha collegato il fumo alla possibilità di morire di tumore alla prostata, ma è da confermare mediante altre ricerche.

Infezione e infiammazione della prostata

Alcuni studi hanno suggerito che la prostatite aumenta il rischio di cancro alla prostata, ma altri studi non hanno trovato un tale nesso. Alcuni ricercatori hanno anche esaminato le malattie sessualmente trasmissibili ma non si sa ancora se sono collegata al tumore.

Trattamento

Il cancro alla prostata di solito può essere curato se iniziate il trattamento nelle sue fasi iniziali. I trattamenti includono:

  • intervento chirurgico per rimuovere la prostata
  • Radioterapia per uccidere le cellule cancerose
  • terapia ormonale per bloccare gli effetti del testosterone, responsabile della crescita del tumore.

Concludendo, i sintomi legati alla prostata dipendono da che disturbo avete. State attenti ai sintomi che avete per poterli riferire al medico e capire cos’avete davvero. È importante che interveniate subito, visto che tra le malattie descritte compare anche il cancro alla prostata.

La prostata può essere aggredita da vari disturbi.

Corpo umano anatomia organi

Lascia il tuo commento: