Protrombina: protrombina bassa e alta

La protrombina è una molecola che permette al sangue di coagulare.

Protrombina:

La protrombina è una glicoproteina, ovvero una molecola composta, in parte, da carboidrati ed, in parte, da proteine; la protrombina si trova nel plasma del sangue e svolge una funzione determinante nel meccanismo di coagulazione del sangue stesso.

protrombina

Protrombina

Protrombina cosa è?

La protrombina è una glicoproteina, ovvero una molecola composta, in parte, da carboidrati ed, in parte, da proteine; la protrombina si trova nel plasma del sangue e svolge una funzione determinante nel meccanismo di coagulazione del sangue stesso.

Un derivato della protrombina, infatti, è la trombina, che viene sintetizzata grazie all’azione di uno specifico enzima che prende il nome di protrombinasi: la trombina, a sua volta, sintetizza la fibrina a partire dal fibrinogeno; la fibrina, insieme alle piastrine contenute nel sangue, forma un coagulo: queste fasi fanno parte di un processo che viene definito di coagulazione.

Il processo di coagulazione si innesca in caso di sanguinamenti anomali, di conseguenza, in circostanze normali, la protrombina non viene trasformata in trombina, né il fibrinogeno in fibrina; una carenza di protrombina, comunque, può causare dei sanguinamenti prolungati.

La carenza di protrombina, in genere, viene associata ad una carenza di vitamina K, in quanto questa vitamina svolge una funzione essenziale nel processo di sintesi della protrombina da parte delle cellule del fegato; la carenza di vitamina K, a sua volta, può dipendere da condizioni diverse, infatti sia una interruzione del flusso di bile, sia una compromissione generale delle cellule del fegato e dell’intestino possono ridurre l’assorbimento di vitamina K, a livello dell’intestino.

La carenza di protrombina, che si manifesta con una difficoltà di coagulazione del sangue e, di conseguenza, con un maggiore sanguinamento, può dipendere non solo dalla carenza di vitamina K, ma anche da altre condizioni, tra le quali ricordiamo l’assunzione, in dosi eccessive, di sostanze che contrastano il processo di coagulazione.

Che cos’è il tempo di protrombina (PT)?

Il tempo di protrombina, indicato anche con l’acronimo inglese PT, è un esame del sangue che permette di misurare il tempo impiegato dal plasma, ovvero dalla parte liquida del sangue, a coagulare; questo esame viene effettuato come un comune esame del sangue, quindi, il sangue viene raccolto in una provetta e successivamente analizzato.

Per valutare il tempo necessario alla coagulazione del plasma, lo specialista del laboratorio analisi va ad aggiungere specifici prodotti chimici nel campione di sangue; il tempo che intercorre tra l’aggiunta di prodotti chimici, che stimolano il processo di coagulazione, e la coagulazione del sangue viene definito tempo di protrombina.

Cosa misura l’esame del sangue tempo di protrombina?

In caso di sanguinamento, l’organismo va ad innescare una serie di meccanismi che favoriscono la coagulazione del sangue ed interrompono, di conseguenza, il sanguinamento: l’insieme di questi meccanismi prende il nome di processo di coagulazione.

Nel processo di coagulazione intervengono specifiche proteine, che prendono il nome di fattori di coagulazione, la cui funzione è, appunto, quella di favorire la coagulazione del sangue: l’esame del sangue che misura il tempo di protrombina, valutando il tempo necessario alla formazione del coagulo, va a misurare proprio la capacità dei fattori di coagulazione di favorire la coagulazione del sangue.

Cosa fare prima di sottoporsi ad un esame del sangue per misurare il tempo di protrombina? Prima di sottoporsi ad un esame del sangue volto a misurare il tempo di protrombina, è necessario informare il medico circa le eventuali sostanze che si stanno assumendo, quindi i farmaci, le erbe, gli integratori e così via; ciò è estremamente importante, in quanto alcune sostanze possono avere sul sangue un effetto fluidificante ed aumentare, di conseguenza, il tempo di protrombina.

L’assunzione di sostanze che ostacolano il processo di coagulazione, quindi, rende inattendibile l’esame del sangue che va a misurare il tempo di protrombina; proprio per questa ragione, è indispensabile avvisare il proprio medico circa la probabile inattendibilità dei risultati.

Perché si esegue l’esame del sangue che permette di misurare il tempo di protrombina?

Il medico può richiedere di effettuare un esame del sangue, in modo da misurare il tempo necessario alla coagulazione del sangue, se sospetta un possibile disturbo che va ad interferire con il processo di coagulazione del sangue; il tempo di protrombina, inoltre, deve essere tenuto sotto controllo, attraverso gli esami del sangue, se si assumono sostanze che contrastano il processo di coagulazione del sangue.

Quali dovrebbero essere, di norma, i risultati del tempo di protrombina?

I risultati che, di norma, dovrebbero emergere da un esame del sangue del tempo di protrombina devono essere intesi, ovviamente, come valori di riferimento, infatti questo intervallo può variare a seconda del laboratorio in cui si effettuano le analisi del sangue; il medico, perciò, nel valutare i risultati ottenuti dalle analisi del sangue, deve tener conto di questo margine di riferimento e di altri fattori: un risultano, infatti, può essere considerato fuori norma secondo un range di riferimento, mentre può essere considerato nella norma secondo un altro intervallo.

Proprio per questa ragione, i vari laboratori utilizzano il rapporto internazionale normalizzato, vale a dire un sistema che permette di ottenere risultati analoghi, indipendentemente dal laboratorio nel quale si effettuano le analisi del sangue; alcuni laboratorio riportano sia il valore del tempo di protrombina (PT), sia il rapporto internazionale normalizzato (INR), mentre altri laboratori si limitano a riportare il risultato standard, ovvero quello del rapporto internazionale normalizzato.

Quando i risultati del tempo di protrombina sono fuori dalla norma? Protrombina alta e bassa

I risultati ottenuti dall’analisi del sangue del tempo di protombina possono risultare fuori dalla norma, tuttavia ciò può dipendere da diverse condizioni; innanzitutto, l’assunzione di sostanze che contrastano il processo di coagulazione rende inattendibili i risultati ottenuti, in quanto il tempo di protrombina, a causa dell’azione di queste sostanze, può aumentare, raddoppiando o assumendo, comunque, valori differenti.

Non solo l’assunzione di sostanze che ostacolano il processo di coagulazione, ma anche altre condizioni di salute possono influire sul tempo di protrombina, di conseguenza il medico, nel valutare i risultati ottenuti dalle analisi del sangue, deve, necessariamente, tenere conto di queste diverse condizioni.

In altri casi, invece, il tempo di protrombina non rientra nel range di riferimento, in quanto uno dei fattori di coagulazione è presente in quantità minori o non funziona correttamente; se il risultato ottenuto, quindi, non rientra nei margini di riferimento, è necessario ricercare le cause di questa condizione.

Protrombina e Cause

Tra le varie cause di un risultato fuori dalla norma del tempo di protrombina, ricordiamo il consumo eccessivo di alcol, l’assunzione di determinate sostanze, quali integratori, farmaci, vitamine ed altri ancora, il consumo di alimenti che possono diluire il sangue, i disturbi del fegato, la carenza di vitamina K ed altre ancora.

Tutte queste condizioni, quindi la mancanza o la carenza di uno dei fattori di coagulazione del sangue, la carenza di vitamina K, l’assunzione di farmaci che rallentano il processo di coagulazione del sangue, le malattie del fegato e così via, possono ostacolare il processo di coagulazione del sangue e favorire, di conseguenza, un sanguinamento eccessivo.

Cosa implica un risultato del tempo di protrombina fuori dalla norma?

L’esame del sangue che va a misurare il tempo di protrombina viene effettuato dalle persone che possono avere problemi di coagulazione del sangue e, al tempo stesso, di sanguinamenti eccessivi; queste persone, quindi, hanno un rischio maggiore di soffrire di determinati disturbi, tra i quali i sanguinamenti eccessivi, gli svenimenti o, comunque, la sensazione di estrema debolezza ed altre ancora.

Queste condizioni, comunque, devono essere prese in considerazione da un medico, il quale va a valutare, tra le altre cose, la necessità di intraprendere un trattamento o, in alternativa, fornisce al paziente alcune precauzioni da adottare.

La protrombina è una molecola, in parte proteica ed in parte glucidica, che svolge una funzione determinante nei processi di coagulazione del sangue; il tempo di protrombina, infatti, è un esame del sangue che va a misurare proprio il tempo necessario per la coagulazione del sangue.

Questo esame viene effettuato come un comune esame del sangue, quindi il sangue viene prelevato ed analizzato, inserendo delle molecole chimiche specifiche; i risultati ottenuti da questo esame permettono di valutare un eventuale problema nei processi di coagulazione del sangue.

Informazioni utili sulla protrombina

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo protrombina: protrombina bassa e alta

Grazie per la spiegazione sulla protrombina chiara e semplice

è stata una spiegazione molto chiara ed semplice

Protrombina alta e bassa

la spiegazione è stata molto chiara

Spiegazione sulla protrombina

la spiegazione è stata molto utile e di facile comprensione. grazie

Protrombina

Spiegazione estremamente chiara. Grazie

Protrombina bassa alta: chiaramente esposta.

Eccellentemente chiari ed asaustivi.

Spiegazione sulla protrombina

grazie per la chiara spiegazione che non ero riuscita ad ottenere dal mio medico.

Utile spiegazione sulla protrombina

grazie per la spiegazione è stata molto utile

PROTROMBINA

Grazie per la spiegazione chiara e semplice

Semplice e chiara spiegazione sulla protrombina

grazie! questa spiegazione è semplice e chiara. Mi piacerebbe sapere se ci sono altri fattori che influiscono sulla coagulazione. Grazie ! Grazie ancora!

Esaustiva e semplice spiegazione sulla protrombina

grazie siete stati molto esaustivi e semplici da capire

Informazioni utili e complete sulla protrombina

Grazie. Una spiegazione chiara e completa.

Grazie, molto completa e comprensibile.

grazie tutto molto chiaro

Chiarezza sulla protrombina

nonostante la mia ignoranza in materia sono ruscito a capire l'importanza della sostanza è descritta con molta chiarezza, essere informato fa sempre bene ,Grazie

Lascia il tuo commento: