Prurito intimo uomo

Sostanzialmente ogni uomo può soffrire di prurito intimo maschile può o meno grave, ma fortunatamente esistono diverse cure e rimedi contro questo tipo di prurito intimo una volta identificate correttamente le cause.

Il prurito intimo maschile è una condizione piuttosto comune tra gli uomini, per conoscerne la derivazione è pertanto utile indicarne le cause, così da poter usufruire dei trattamenti più pertinenti. Il Tinea cruris, o prurito, colpisce generalmente la categoria dei maschi, sia adolescenti che gli adulti. E' una condizione determinata da una infezione fungina che comunemente è sita nell'area circostante dei genitali sino a comprenderne anche le cosce.

Prurito intimo uomo

Prurito intimo uomo

Cosa può causare il prurito intimo nell'uomo?

Il fungo, causa del prurito, intacca la parte superficiale della pelle, ma in alcuni casi può infettare anche le unghie e i capelli. Generalmente questo tipo di disturbo viene trattato con delle pomate anti fungine, mentre per gli atleti i medici raccomandano a scopo preventivo che dopo qualsiasi attività fisica sia obbligatoria la doccia, igienizzando accuratamente tutta la cute e usando asciugamani puliti. Per quanto riguarda l'abbigliamento si consiglia di indossare abiti larghi mantenendo allo stesso tempo l'area genitale asciutta e igienizzata.

Altre cause del prurito maschile

La scabbia

Una ulteriore eventuale causa del prurito intimo maschile potrebbe essere data da una malattia dermatologica, la scabbia, causata dagli acari. È una patologia estremamente contagiosa e può svilupparsi sia nei bambini che negli adulti. In alcuni casi infatti è stato visto un intero nucleo familiare infettato dalla scabbia. Il prurito genitale quindi si insedia nelle parti intime, ma la scabbia può causare anche grappoli di colore rosso vivo composte da piccole protuberanze sulla zona intaccata. Tale eruzione poi ha la possibilità di diffondersi ai glutei ed ad altre parti del corpo. In questa particolare situazione i medici generalmente prescrivono una crema topica o una soluzione per il trattamento della scabbia.

I pidocchi del pube

I pidocchi pubici sono anch'essi la causa di plausibili pruriti intimi negli uomini. Conosciuti con l'appellativo di Phthirus pube, questi pidocchi tendono ad infettare la regione genitale soprattutto i maschi adolescenti.

Questi minuscoli insetti una volta che hanno infettato l'area intima dell'uomo depongono le uova nei peli del pube. Tale infezione può svilupparsi anche con un contatto accidentale con biancheria intima, asciugamani, vestiti e servizi igienici infettati. I pidocchi del pube inoltre possono essere trasmessi anche con un rapporto sessuale, fortunatamente si rende necessario un singolo trattamento  prescritto da un medico appropriato che comprende uno shampoo, tuttavia se gli indumenti, le lenzuola, gli asciugamani non vengono debitamente sterilizzati con lavaggi in acqua calda l'infezione da pidocchi del pube potrà ricomparire.

Danneggiamento dei nervi

In conclusione si può definire un danneggiamento dei nervi la causa di un probabile prurito intimo presente. A volte il prurito intimo nei genitali dell'uomo può non avere alcuna motivazione apparente. Tuttavia nel 2005 un autorevole rivista americana dell' Academy of Dermatology, pubblicò un articolo dove si parlava di alcuni casi idiopatici di prurito intimo maschile, che venivano attribuiti alla radicolopatia lombosacrale, danni ai nervi che possono a loro volta causare disturbi alla schiena e dolore alle gambe. I pazienti con prurito genitale osservati nei casi sopra menzionati sono riusciti a trovar sollievo con l'iniezione di un anestetico localizzato che serve a riparare i nervi danneggiati.

Il Tinea Cruris, la causa più comune del prurito intimo

Il prurito intimo, definito in inglese col nome di Jock itch, è causato da funghi detti dermatofiti. Questi microrganismi sono “abitanti” naturali della pelle e rimangono sotto controllo sino a quando la cute risulta pulita e asciutta. Però, quegli individui che assumono antibiotici ad ampio spettro, che presentano un sistema immunitario indebolito o che soffrono di diabete possono riscontrare un maggior rischio nel sviluppare un rash cutaneo.

Le cause e gli sviluppi dell'infezione

Il Tinea Cruris è una infezione piuttosto comune, la causa tra le più comuni che è accompagnata dal prurito, e può arrivare alle cosce o all'inguine, colpendo la pelle nel suo interno, come accade spesso sui genitali maschili.

Questa malattia è si comune e radicata negli uomini, tuttavia è una condizione che talvolta può presentarsi anche nelle donne.

L'eruzione cutanea che si manifesta può influenzare solamente l'inguine per esempio, ma può diffondersi anche nelle zone limitrofe fino a raggiungere facilmente le cosce, i genitali, ecc... mentre le lesioni causate dal prurito intimo posso estendersi dall'interno coscia sino al bacino.

Ad ogni modo il prurito intimo causato dal Tinea Cruris è un disturbo che colpisce prettamente gli uomini, prospera in “ambienti” del corpo umano umidi e caldi e mentre si sviluppa si diffonde a forma di cerchio lasciando la pelle dall'aspetto normale soltanto al centro della diffusione facendolo apparire quasi come fosse un anello. Ai bordi di questa particolare formazione causata dall'infezione che genera prurito, la cute è innalzata dall'irritazione ed è di colore rosso, presentandosi all'occhio come squamosa.

La terminologia Jock Itch deriva dalle persone che sudano molto, come gli atleti, tuttavia il termine scientifico per riconoscere queste infezioni fungine dell'area intima è Tinea, mentre è Tinea Cruris in infezioni fungine pruriginose. Nota interessante, le persone che sono in sovrappeso hanno maggiori possibilità di contrarre questa infezione pruriginosa, anche se comunque chiunque potrebbe svilupparla. Questo perché è una condizione alquanto contagiosa.

Alcuni tipi di funghi si sviluppano e vivono in superfici umide, come i pavimenti delle docce pubbliche e quelle negli spogliatoi, pertanto anche l'ambiente che ci circonda può esser motivo di preoccupazione per l'infezione del Tinea Cruris. Il contagio avviene anche tra una persona e un'altra con diretto contatto della pelle o tramite contatto con gli indumenti.

I sintomi del prurito intimo maschile

Il prurito comunque rimane sensibile intorno alle piaghe che si formano nella parte superiore della coscia e non comporta generalmente una presenza di esso anche nello scroto. Per quanto riguarda i sintomi di questa infezione è utile sapere che essi variano in base a dove sia sviluppata nel corpo.

Sintomi

L'interesse che si ha nei confronti di questa infezione è dato dal numero considerevole di persone che ne vengono colpite. La sua diffusione riguarda anche un discorso strettamente fisico perché è possibile un suo sviluppo che intacchi anche l'ano provocando un notevole disagio.

I sintomi che comunque accompagnano l'insorgenza del Tinea Cruris sono utili da conoscere, cosi da poter effettuare una completa ed efficacie cura. Innanzitutto l'infezione si presenta con alcuni segni circolari di color rosso vivo, con lo sviluppo di eruzioni cutanee dai bordi elevati. Poi si farà strada anche un plausibile arrossamento destinato a divenire un prurito che concerne la zona inguinale, tra cui i genitali, l'interno cosce i glutei e anche, come già asserito poc'anzi, la zona dell'ano. La desquamazione è inoltre un altro chiaro sintomo dell'infezione fungina, ma anche la secchezza e le screpolature della pelle la faranno da padrone.

Un ulteriore chiaro sintomo e il colore anomalo della pelle che si presenterà stranamente troppo scura o troppo chiara.

Tuttavia la presenza dell'infezione Tinea Cruris  accompagnata dal prurito potrebbe avvenire anche in altre parti del corpo.

In ogni caso l'infezione fungina col passare del tempo si presenterà con meno eruzioni cutanee, meno prurito e meno arrossamento, ma le placche andranno a fondersi insieme.

Trattamento per rimediare e curare il prurito maschile

I metodi ideali per curare e porre rimedio al disagio generato dall'infezione descritta sono di due tipi, pertanto soltanto uno dei due farmaci anti fungini disponibili sarà adeguato nel trattamento nei confronti del Tinea Cruris.

Azoli o allilamine

Per un lieve caso di prurito intimo causato dall'infezione fungina il medico generalmente raccomanda un primario utilizzo di un unguento antifungino in polvere oppure ancora spray. Tuttavia gli specialisti del settore hanno assicurato che il mantenimento di una pelle pulita e asciutta aiuta a prevenire l'insorgenza di questa particolare infezione dell'area intima maschile.

Esistono poi le possibilità di poter applicare altri rimedi antifungini ad uso topico come polveri di essiccazione che cotnengono miconazolo, clotrimazoloe tolnaftate.

Considerazioni finali sul prurito intimo maschile

Dopo aver parlato del prurito intimo maschile, è utile prender visione delle eventuali precauzioni da tener a mente che sono state menzionate. Il prurito può essere causato da diverse condizioni ambientali o da diversi disturbi intimi, pertanto si ritiene utile conoscere dapprima la motivazione dello sviluppo e poi considerare il trattamento adeguato. In presenza dell'infezione fungina dal Tinea Cruris, essendo una causa piuttosto comune, la quale comporta prurito ma anche altri diversi sintomi, è necessario seguire i trattamenti specifici, oramai assodati dalla comunità scientifica.

Informazioni sui sintomi, le cause ed i rimedi per curare il prurito intimo nell'uomo.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo prurito intimo uomo

Prurito intimo da un mese e mezzo

Buon giorno, è da 1 mese e mezzo che ho prurito intimo nella zona dei testicoli e arrossamenti sotto il glande con pelle 1pò screpolata, e a volte quando mingo mi brucia la fuoriuscita della pipì. settimana proxima ho la visita dal dermatologo perchè non sapendo che cosa può essere, sono molto preoccupato. A fine settembre ero molto stressato dormivo poco e avevo ansie legato al lavoro, può essere una causa? grazie

Combattere il prurito intimo maschile con i boxer in dermasilk

Io c'ho sofferto tanto e per tanto tempo di irritazioni e bruciori dovuti alla candida. Come tutte le cose le capisci quando le provi ed è stato un brutto stare. Consiglio a tutti quegli uomini che ne soffrono di non dar ascolto a chi fa fare cure curette, mettere creme o cremine. L'unica cosa che ha funzionato per me è stato indossare i boxer in tessuto dermasilk: una bomba. Costano però funzionano e funzionano veramente. Sono fatti per chi soffre di problematiche genitali.

Prurito uomo e soluzione erboristica

Ho trovato la soluzione chiedendo al titolare di un erboristeria(tre spighe),che mi ha consigliato l'olio essenziale dell'albero del té verde e l'olio essenziale di MANUKA. Dosi consigliate 4 gocce di ognuno diluite in olio di mandorle dolci o di oliva in un cucchiaio riempito almeno meta, poi frizionare sulla parte in causa, cosigliato più di una volta al giorno secondo della necessità.
P.S. : Mi ha consigliato anche di fare una cura di fermenti lattici per almeno 3 mesi.
Dopo 10 giorni di cura ho dimenticato che avevo il problema.
Vi faccio i miei auguri che funzioni anche per voi.

Utili rimedi per il sollievo da prurito intimo

Sollievo immediato e successiva eradicazione del fungo mediante impacco giornaliero per una settimana di potassio sorbato (disciolto in acqua). Risulta utile, una tantum, immergersi nella vasca da bagno in cui sarà stato disciolto del potassio sorbato, al fine di trattare anche le altre zone (inguine, cosce, testa, ecc)

Lascia il tuo commento: