Psillio, Plantago psyllium L. e Plantago Arenaria

Quali sono le proprietà dell psillio? La mucillagine presente nella psillio la rende un lassativo ed è indicata anche nei casi di stipsi cronica, bisogna assumere lo psillio con molta acqua perché in caso contrario assorbe quella presente nell’intestino, con il conseguente risultato di provocare secchezza e anche stitichezza.

Psillio, Plantago psyllium L. e Plantago Arenaria

Plantago psyllium

Lo psyllium (psillio)

Nome comune: Psillio
Francese: Psyllium; Herbe aux puces
Inglese: Flea wort
Famiglia: Plantaginaceae (vedi nota Plantago lanceolata)
Parte utilizzata: semi

Costituenti principali psyllium

  • 10-20% mucillagìne: presente esclusivamente nell'epidermide del tegumento seminale
    (> xilosio e acido galatturonico, arabinosio e romnosio)
  • 5-10% lipidi, tracce di alcaloidi (plantagonina e indicaina), proteine
  • iridoidi (aucubina): pìccole quantità
  • alcaloidi in tracce

Attività principali: lassativo meccanico

Impiego terapeutico: stitichezza

La fibra di psillio regola le funzionalità intestinali, aiutando la rimozione delle scorie anche in presenza di ragadi ed emorroidi.

Il nome Piantaggine si riferisce generalmente ad alcune specie di piante appartenenti alla famiglia delle Plantaginaceae dotate di proprietà e usi pressoché simili.

Dal punto dì vista classificativo si riporta quanto segnalato dal dottor Monti: «Il British Herbal Compendium fa riferimento alla specie Plantago ovata Forssk; la Farmacopea Europea prende in considerazione Plantago Afra L, conosciuta anche con il sinonimo Phntago psyllium L, e Plantago indica L, nota anche con il nome di Plantago arenaria Woldstein et Kitaibel; nella Farmacopea degli Stati Uniti si trova la voce generica "Plantago species", sotto la quale vengono accomunate P. ovata, P. psyllium e P. indica.

In Inghilterra viene chiamata "Ispaghula husk", mentre negli Stati Uniti il termine "psyllium" può indifferentemente riferirsi a P psyllium o all'una o all'altra delle ulteriori due specie prima menzionate.

Curiosità sullo Psyllium

  • «In medicina si usò come quella (ndr: mucillagine) delle altre piantaggini contro le oftalmie, i flussi mucosi, la bronchite, l'emoftoe, la tisi, a guarire la quale il napoletano Boccone la diceva utilissima nel brodo di tartaruga» (Scotti, 1872).

Psillio, Plantago psyllium L. (proprietà ed uso)

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: