Alimentazione per combattere la prostatite

Curare l'alimentazione in caso di prostatite è importante, la prostatite è una patologia caratterizzata da infiammazione o infezione della prostata e colpisce soprattutto i maschi giovani; i sintomi principali sono dolore, problemi nella minzione, disfunzioni erettili e problemi di salute diversi, spesso legati a fatica intensa o depressione. Le infezioni sono generalmente causate da batteri e funghi che utilizzano il rigoglioso tessuto prostatico per vivere e proliferare. Una corretta alimentazione è indispensabile per alleviare i fastidi che porta questa patologia perché molti degli alimenti che introduciamo con la dieta sono un buon nutrimento per noi ma sfortunatamente anche per loro.

Alimentazione per combattere la prostatite

Alimentazione prostatite

Per calmare l’infiammazione, la cosa che potete fare è privare i batteri del loro nutrimento, limitando o eliminando i loro “cibi preferiti”, in modo che si riproducano meno; allo stesso tempo è necessario mangiarne altri per irrobustire l’organismo e aiutarlo a combattere l’infezione. In caso di prostatite non infettiva, il consiglio è quello di evitare gli alimenti che causano allergie o scatenano i sintomi dei problemi alla prostata.
Innanzitutto è fondamentale bere grandi quantità d’acqua per aumentare la minzione (almeno 2-3 litri di urina al giorno), così da evitare il ristagno delle urine e aiutare il lavaggio della maggior parte dei microrganismi.
Ultimamente le disfunzioni della prostata sono considerate patologie nutrizionali perché con l’alimentazione occidentale, ricca di alimenti di origine animale (carne, latticini e uova), le tossine ambientali tendono ad accumularsi; frutta e ortaggi invece sembrano avere un effetto protettivo.

6 consigli per alleviare la prostatite con una corretta alimentazione

  • Evitare i cibi speziati e salati. Gli alimenti che contengono, ad esempio, peperoncino, pepe o altre salse piccanti, oppure con una forte aggiunta di sale, peggiorano i sintomi della prostatite, mentre l’aglio è un potente antibiotico naturale, nonostante il cattivo odore. Per una corretta alimentazione, l’ideale è scegliere alimenti freschi e non lavorati come frutta, verdura, cereali integrali, soia, noci, olio d'oliva e pesci d’acqua fredda ricchi di omega-3 (salmone, tonno, sardine o sgombri). Eliminate anche gli zuccheri raffinati e i cibi fritti.
  • Limitare il consumo di alcol. Gli alcolici hanno un effetto negativo sulla prostatite e può sia scatenare che aggravare un evento; l’alcol provoca disidratazione, una situazione altamente controindicata per chi soffre di prostatite. Parlando di bevande, si consiglia di evitare anche succhi di frutta agli agrumi, perché possono irritare l'uretra.
  • Mangiare molto pomodoro o salsa di pomodoro, che contiene licopene, un carotenoide essenziale nella protezione della prostata.
  • Eliminare la caffeina, come caffè, cioccolato, coca-cola, the e altre bevande gassate che possono causare irritazione e disidratazione.
  • Fare attenzione degli alimenti che causano allergie o intolleranze alimentari, perché sembra che le allergie possano essere causa di malattie croniche come la prostatite non batterica.
  • Mangiare cibi ricchi di vitamine, sali minerali, proteine e fibre. Spesso non si riesce ad introdurre vitamine sufficienti solo con l’alimentazione e in tal caso è possibile trovare degli integratori adeguati che aumentino il valore nutrizionale della dieta. Le vitamine e i sali minerali più importanti per contrastare la prostatite sono la Vitamina C (antiossidante che aiuta nella guarigione), la Vitamina E (antiossidante che migliora il sistema immunitario), il Selenio (oligominerale che potenzia l’effetto della vitamina E) e lo Zinco (minerale che migliora l'integrità del tessuto prostatico e la sua capacità di prevenire le infezioni).

Alimentazione e prostatite

Per stimolare la minzione utilizzare solo metodi naturale e non diuretici chimici che possono rivelarsi irritanti per il tratto urinario.

Limitare i farmaci non garantisce che non vengano introdotte sostanze chimiche con gli alimenti e per questo è meglio assicurarsi di mangiare alimenti provenienti da agricolture biologiche, anche per evitare l’eccesso di ormoni spesso utilizzati per aumentare la produzione. Gli ormoni infatti sono responsabili del cattivo funzionamento o dell’ipertrofia della prostata.

Inoltre, il colesterolo è il principale precursore degli ormoni ed è questo il motivo deve essere tenuto a bassi livelli, mangiando alimenti ricchi di fibre e di omega-3.
Si consiglia di evitare i cibi che possono aumentare l’acido urico, un prodotto del metabolismo delle purine (carne e pesce); se il livello di acido urico nelle urine è troppo alto, si possono formare dei cristalli dallo stesso acido urico che, accumulati dei tratti di reflusso o nella prostata possono causare irritazione e infiammazione.

I 5 migliori alimenti per una prostata in buona salute

  • Semi di zucca: sono ricchi di fitosteroli e isoflavoni, che possono prevenire l'iperplasia prostatica benigna.
  • Spinaci: contengono Vitamina E e beta-carotene, combinazione che può ridurre il rischio di problemi alla prostata
  • Guava: frutto tropicale che contiene più licopene di pomodori (5,4 mg per 100 gr di guava)
  • Soia, i cui principi attivi sono simili a quelli dei semi di zucca. Nei paesi asiatici, dove i prodotti di soia si mangiano più frequentemente, ci sono pochissimi uomini con problemi di prostatite o tumore alla prostata.

Esempio di corretta alimentazione per chi soffre di prostatite

Colazione

  • 3 fette biscottate con miele o marmellata con pochi zuccheri
  • Cereali integrali

Spuntino

  • Frutta fresca

Pranzo

  • Pasta integrale al pomodoro
  • Insalata con pomodori, carote, ceci, fagioli e farro

Spuntino

  • Un pugno di semi di zucca
  • Un frutto di stagione

Cena

  • Pesce alla griglia
  • Spinaci
  • Mezzo pezzo di pane integrale
  • Condire con olio extravergine di oliva crudo e bere molta acqua

Alimenti da evitare per una prostata in buona salute

  • Cibi dei fast food, che solitamente sono fritti, ricchi di grassi saturi, colesterolo e zuccheri e poveri di fibre e altri nutrienti essenziali.
  • Carni rosse e lavorate, soprattutto se cucinate alla griglia, perché hanno un’alta concentrazione di elementi tossici tra cui anche cancerogeni.
  • Latticini e alimenti ricchi di calcio
  • Spezie piccanti e sale, che sono causa di irritazione e disidratazione
  • Alcol e caffeina
  • Patatine fritte e patatine, che contengono un particolare amminoacido, l’asparagine, che se scaldato ad alte temperature (come succede nella frittura) può formare acrilamide, una sostanza altamente tossica.
  • Ciambelle, ricche di zuccheri aggiunti e grassi saturi
  • Cibi non biologici, che possono aver assorbito notevoli quantità di erbicidi, pesticidi, fungicidi.

Una corretta alimentazione di questo tipo non è difficile da mettere in pratica e con poche rinunce e qualche accorgimento la vostra prostata ne otterrà un grande beneficio.

Consigli per impostare una corretta alimentazione per la prostatite.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo alimentazione per combattere la prostatite

Ottimo

cercherò di eseguire la dieta da voi consigliata perchè credo che non comporta molti sacrifici e a mio modesto parere avrò dei benefici. grazie

Consigli per l'alimentazione per combattere la prostatite

grazie dei consigli; ciò che fa male alla prostata è dannoso per il cuore e favorisce i tumori in genere,dunque un motivo di più per fare i piccoli "sacrifici" consigliati.
Sulle noci ho letto commenti negativi al riguardo

Utili informazioni per chi ha la prostatite

grazie per le utilissime informazioni..

Seguirò i suggerimenti sulla dieta contro la prostatite

spero di eseguire alla lettera la dieta sperando in benefici............................................

Se la prostata funziona bene si sta bene

Tutto vero .....basta poco per stare bene ....e se la prostata funziona bene ...tutto è colorato ...praticamente c'è sempre il sole ...grazie

Affetto da ipertrofia prostatica sto risolvendo in modo naturale mangiando asparagi selvatici

Sono affetto da ipertrofia prostatica ed, in più, ho anche un "collo vescicale".
La regolare assunzione di asparagi (meglio quelli freschi selvatici di colore verde scuro con lo stelo lungo e sottile, molto amari, segiti da quelli con le foglioline verde più chiaro) ha prodotto benefìci rapidi per l'ipertrofia prostatica ed i disturbi connessi.
Ho potuto constatare (su me medesimo) che i benefici sono addirittura superiori a quelli del PERMIXON altro rimedio di origine vegetale, serenoa repens (ovviamente nel mio caso).
Per quanto possa sembrare poco credibile, gli asparagi hanno avuto effetto benefico mitigando, addirittura sopprimendo, l'indolenzimento tipico durante la minzione o a vescica piena; hanno migliorato notevolmente il flusso (getto) urinario e sono sparite le ripetute interruzioni del flusso, permane tuttora un po' di "ristagno" ; hanno ridotto sensibilmente il numero di minzioni giornaliere aumentando, al contempo, la quantità di urina ad ogni minzione.
Sia ben chiaro che chi scrive non è un medico (anche se qui ho indebitamente usato terminologia medica, non penso sia reato) e che i benefici qui esposti sono riferiti in conseguenza di effetti verificati dallo scrivente su se stesso.
La dose gionaliera utilizzata (molto personale) è la seguente: 4 o 6 punte di asparagi surgelati comprati al supermercato, lavati, scongelati e semicotti nel microonde, ai quali aggiungo 3 di quelli selvatici (quando disponibili). Mastico ed ingoio la parte superiore, ovvero quella più tenera verso la punta, il restante stelo lo mastico per estrarne il succo sputando poi la fibra. Non sono quindi in grado di stabilire se il contenuto benefico si trovi nel succo o nella polpa, nel dubbio ho usato entrambe. Personalmente li uso per una settimana e ripeto al bisogno. Sia altrettanto chiaro che il "fai da te" non può e non deve sostituire il medico o il farmaco. Quanto ho scritto, ripeto ancora una volta, ho potuto verificarlo sulla mia persona ed ho voluto qui raccontarlo quale sperienza personale.
Qualcuno si chiederà come abbia fatto a scoprirlo, è stato per puro caso. Chi soffre di questo disturbo, come me, conosce bene i sintomi. Una bella mattina, appena alzato dal letto, ho urinato in modo assolutamente normale; dire che sono rimasto sorpreso non renderebbe bene l'idea, ero infatti allibito. Anzichè pensare ad un miracolo mi sono concentrato su ciò che di insolito avessi mangiato il giorno prima. La sera prima, cosa insolita, mi ero rimpinzato con una bella frittata fatta con poche uova e molte punte di asparagi. Il sospetto fu immediato: gli asparagi! La successiva verifica (li ho infatti rimangiato) ha confermato che il sospetto era ben fondato.

Alimenti e prostatite

Incredibile quanti ragazze soffrono di questa malatia! Credo per la dieta appunto rica di calcio, carne e uova, mio marito ne soffre ormai da alcuni anni non riesce a dormire! Si alza parecchie volte durante la notte un incubo poveraccio, cercò sempre di cucinare in modo come sopra indicato ma lui sgarra sempre, beve ai pasti, mangia il prosciutto, latte lo bevi moltissimo, collazione con la briosce al bar ogni mattina ovviamente con il cappuccino, non so più che fare! È' così semplice seguire la dieta sopra indicata per star meglio! Vorrei veramente che ci riuscisse ...

Corretta alimentazione per curare la prostatite

Credo che una corretta alimentazione contribuisca a curare la prostatite. Non bisogna far mancare noci, semi di zucca e te' verde.

Alimenti per combattere la prostatite

i consigli ricevuti sono da tenere in debita considerazione.

Consigli preziosi sulla alimentazione per combattere la prostatite

Buon servizio, buoni consigli da immagazzinarli come oro colato....Grazie!!

Seguirò i consigli per la prostatite

Sono dei mesi che soffro di prostatite ho fatto tutti i tipi di esami, solo lievemente ingrossata. Seguirò il vostro consiglio pure essendo sportivo già faccio una buona dieta.

Pratico articolo sui problemi di prostatite

Ho appena letto l'articolo, lo trovo ottimo, veritiero e di molto aiuto pratico, grazie dei preziosi consigli.

Convegno sull'alimentazione in caso di prostatite

ho partecipato proprio questa mattina ad un convegno sulla alimentazione ed in pratica ho ascoltato quanto appena letto , complimenti

Interessanti consigli e dieta per la prostatite da provare

Interessante! Proverò la dieta proposta....
Grazie!

Farà tesoro dei consigli dati dato che soffro da anni di prostatite

sono anni che soffro di prostatite faro' tesoro dei ' vostri consigli sulla alimentazione a breve vi faro un altro commento grazie.

Alimentazione da seguire per la salute della prostata

Alcuni dei prodotti riportati, fanno già parte della mia dieta. Seguirò questa alimentazione.

Grazie per i consigli sulla alimentazione

sono rimasto sorpreso che ancora oggi ci sono persone che pensano alla salute degli altri.Farò di tutto per seguire i tuoi consigli. Grazie per me e per chi non ti ringrazia.cordiali saluti

Contenuti utili sulla prostatite

ho apprezzato moltissimo il contenuto del vostro articolo nonché di quello scritto dal Signor Andrea Arena. Soffro di IPB da almeno 15 anni e, sino ad ora, non ho ottenuto alcun beneficio dalle cure mediche a cui sono stato sinora sottoposto. Comincerò, già da domani, a mettere in pratica i vostri consigli. Grazie a tutti.

Grazie per il vostro articolo sulla prostatite e l'alimentazione migliore

grazie per questo articolo, l'ho letto con molta attenzione, molti di questi alimenti gia' li conoscevo, mentre altri erano in contrasto con quelli suggeriti dal mio urologo. Con questo articolo ora ho un quadro molto piu' completo. In questo modo sapro' cosa posso mangiare e cosa devo assolutamente evitare. Distinti saluti

Preziosi consigli per combattere la prostatite

Grazie per i preziosi consigli. Ne farò tesoro e spero di avere un buon risultato.

Cambierò il mio stile di vita per curare la prostatite

Ho trovato queste informazioni di estrema utilità,sicuramente le utilizzerò per modificare il mio stile di vita sulla alimentazione.
Grazie di cuore

Soffro di prostatite e seguirò i vostri consigli

soffro di prostatite e negli ultimi anni cerco da tutte le fonti riguardi per capire come migliorare , ultimamente mi sono posto il problema sull'alimentazione, per caso ho trovato questo sito, il quale l'ho letto più volte e mi ha convinto. seguirò con attenzione
quanto avete descritto sull' alimentazione ,un infinito grazie e cordiali saluti.

Alimentazione e consigli in caso di prostatite

vi ringrazio del consiglio seguirò da ora in poi tutte le vostre informazioni nutrizionali saluti.

Prostatite e piccoli doloretti nella minzione

..E' un pensiero continuo..piccoli doloretti nella minzione...è vero quello che dice il sig. Andrea Arena nel suo racconto personale...rispecchia a grandi linee la mia situazione..ad urinare ci si impiega un bel po' di tempo durante la quale si avvertono dei piccoli doloretti....verissimo...!!!...dunque leggendo consigli su consigli bisogna proprio evitare parecchie cosette nell'alimentazione..bisogna proprio farlo, sì....perchè questa benedetta ( o maledetta ) prostata è un incubo...Diamoci da fare gente...Buona salute a tutti..:)

Alimentazione e consigli

Ho letto con interesse i vostri consigli. La mia età (52) è quella giusta per cominciare a seguire una certa regola ai pasti e iniziare una dieta che per una Buona forchetta come me è un vero sacrificio! Grazie e buona salute a tutti!

consigli molto apprezzati in caso di prostatite

Ho apprezzato molto i vostri consigli. Ho 64 anni e credo che sia fondamentale e giusto ciò che avete suggerito.Grazie di cuore.

Prostatite e consigli interessanti

Consigli molto interessanti. Mille grazie.....da domani si comincia con gli asparagi verdi ovvero " sparesele " come si dice dalle mie parti . Grazie ancora e saluti a tutti.

Esposizione chiara e utilissima

Grazie per la chiara esposizione
Grazie

Lascia il tuo commento: