Alimenti contro il gonfiore addominale

Contro il gonfiore addominale la prima cosa da farsi è curare l'alimentazione prediligendo determinati alimenti.

Contro il gonfiore addominale o gonfiore di stomaco la scelta di determinati alimenti è molto importante dato che la sensazione di gonfiore allo stomaco e il desiderio di avere un ventre piatto sono comuni a tutte alle donne, infatti il gonfiore addominale, oltre ad essere esteticamente brutto, causa, anche, un vero e proprio disagio fisico: fortunatamente, gli esperti ritengono che questa condizione può essere eliminata senza troppa fatica; infatti, non trattandosi di chili di grasso accumulati, ma, solamente, di una temporanea distensione addominale, che di tanto in tanto affligge praticamente tutti,

Alimenti contro il gonfiore addominale

Alimenti anti gonfiore

Il gonfiore e l'importanza degli alimenti introdotti con la dieta

La causa di ciò è facilmente individuabile: ad eccezione, ovviamente, dei casi casi in cui il gonfiore dipende da una qualsiasi patologia, ad esempio del fegato o del cuore, la distensione dipende, semplicemente, da gas intestinali e non dall’acqua, come alcuni erroneamente ritengono, infatti quello dell’acqua è un vero e proprio mito, poiché l’addome non è certo il luogo dove i liquidi vanno ad accumularsi prima (solitamente, si accumulano nelle caviglie e nei piedi dando, ugualmente, quella fastidiosa sensazione di gonfiore).

Gli esperti ritengono che le cause di accumulo di gas possono essere diverse, perciò proponiamo dieci utili consigli alimentari che vi aiuteranno a raggiungere la tanto desiderata pancia piatta e ridurre la fastidiosa senzazione di gonfiore che affligge lo stomaco.

Evitare la costipazione

Una carenza di fibre e di liquidi e una scarsa attività fisica possono causare stitichezza e conseguente gonfiore addominale; per evitare questa condizione di costipazione, è sufficiente:

  • adottare una dieta ricca di fibre (sono necessari 25 grammi al giorno per le donne, mentre gli uomini hanno bisogno di 38 grammi al giorni), quindi consumare cereali integrali, frutta, verdura, legumi, noci e semi
  • bere molti liquidi, circa 6-8 bicchieri al giorno
  • praticare attività fisica mezz’ora al giorno, almeno cinque volte a settimane

Se non si è abituati a mangiare molte fibre, la quantità va aumentata gradualmente per abituare il sistema digerente, assicurandosi, inoltre, di introdurre molti liquidi per una tolleranza ancora migliore.

Tenere sotto controllo le allergie

Le allergie, come anche le intolleranze, alimentari (ad esempio al glutine o al lattosio) possono causare gas e gonfiore; bisogna ricordarsi però di verificare la reale esistenza di queste intolleranze, sottoponendosi ai test allergici, evitando autodiagnosi ed inutili rinunce a latticini, cereali ed altri alimenti fondamentali per una dieta ricca ed equilibrata.

In caso di conferma da parte dei test, a seconda della gravità del problema, si devono ridurre o eliminare gli alimenti che il proprio corpo non riesce a digerire: ad esempio, nel caso del lattosio, può essere utili scegliere formaggi stagionati o yogurt, che ne contengono quantità minori, rispetto magari al latte intero.

Mangiare lentamente

Quando si mangia non bisogna avere fretta, in quanto mangiare velocemente, senza masticare bene il cibo, comporta la deglutizione di troppa aria, che si accumula e causa il gonfiore addominale; i pasti dovrebbero durare, almeno, mezz’ora e, soprattutto, bisogna ricordarsi che la prima digestione inizia in bocca, perciò una corretta e lenta masticazione è il primo passo per una buona digestione e per limitare l’accumulo di gas; infine, è importante sapere che consumare lentamente il proprio pasto aumenta la sensazione di sazietà, quindi se si mangia con calma, si mangia meno mentre mangiare velocemente comporta anche mangiare di più.

Scegliere le bevande

L’effervescenza delle bevande gassate, comprese quelle così dette dietetiche, può causare un eccessivo accumulo di gas, quindi non bisogna esagerare con il consumo di questo tipo di  bevande, anzi il consumo va notevolmente ridotto; in alternativa, si possono consumare acqua aromatizzata al limone, lime o cetriolo, ugualmente fresche e dissetanti ma prive di bollicine.
Inoltre, si possono assumere bevande calmanti, come il te alla menta, che contribuiscono a ridurre la sensazione di gonfiore.

Non esagerare con le gomme da masticare

Masticare continuamente la gomma porta, anche, ad inghiottire molta aria, che va poi ad accumularsi e crea gonfiore; per sopperire al desiderio di masticare, si possono prendere delle caramelle dure o degli alimenti sani, come uno spuntino di frutta o di verdura, o dei pop corn, preferibilmente a basso contenuto di grassi.

Preferire gli alimenti senza zucchero

Molte persone che soffrono di gonfiore addominale, riescono a ridurre il problema limitando il consumo di cibi e bevande eccessivamente edulcorate; gli esperti raccomandano di non eccedere oltre le due o tre porzioni (tra cibi e bevande) di alimenti zuccherati artificialmente.

Limitare il sodio

Gli alimenti altamente trasformati tendono ad essere ad alto contenuto di sodio e poveri di fibre, due condizioni che favoriscono la formazione di gonfiore; quindi, quando si scelgono gli alimenti, bisogna leggere le etichette, assicurandosi di non prendere porzioni contenenti più di 500mg di sodio, magari acquistando quelli che riportano l’indicazione “privo di sodio” oppure “a basso contenuto di sodio”: in totale il consumo di sodio dev’essere compreso tra 1500mg e 2300mg al giorno.

Prestare attenzione a fagioli e verdure

L’organismo va abituato gradualmente al consumo di determinati alimenti: fagioli, broccoli, cavolini di Bruxelles e cavolfiori, per citarne alcuni, possono provocare l’accumulo di gas, soprattutto se non si è abituati a mangiarli; ciò non vuol dire che bisogna privarsi dei legumi o delle verdure, tra l’altro nutrienti e ricchi di fibre vegetali, ma, semplicemente, bisogna introdurli nella dieta, cominciando con piccole dosi, in modo da permette al sistema digerente   di limitare la produzione di gas.

Preferire pasti leggeri e frequenti

Si può scegliere, invece dei classici tre pasti principali, di consumare piccoli pasti ma più spesso, in modo da evitare quella sgradevole sensazione di gonfiore che, spesso, segue i pasti abbondanti; inoltre, mangiare più frequentemente è utile per tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue e per gestire la fame.
Una scelta adeguata potrebbe essere quella di consumare 5-6 piccoli pasti al giorno, ma, ovviamente, ognuno deve tener conto delle proprie esigenze e della quantità di cibo e di calore di cui ha bisogno.

Provare cibi e bevande anti gonfiore

Infine, vale la pena di tentare con alcuni alimenti che pare contribuiscano a ridurre la spiacevole sensazione di gonfiore; alcuni studi suggeriscono di provare, ad esempio, con del te alla menta, con lo zenzero, l’ananas, il prezzemolo e gli yogurt che contengono probiotici, i batteri della flora naturale che si trova nell’apparato digerente.

Considerazioni finali sugli alimenti anti gonfiore:

Con un po’ di attenzione alla propria alimentazione già si potranno notare i primi miglioramenti: sicuramente, sparirà l’eccessivo gonfiore derivante da pasti abbondanti, dal consumo di alimenti sbagliati o ai quali si è intolleranti, dall’assunzione di bevande gassate e dall’uso continuo di gomme da masticare.
Va ricordato che non solo l’alimentazione ma anche l’esercizio fisico può avere i suoi benefici: innanzitutto, perdere peso (se si hanno chili in eccesso) è il primo passo avanti per riuscire ad avere il tanto desiderato ventre piatto, infatti quando si dimagrisce, anche se le persone tendono ad accumulare e perdere i chili di troppo in parti diverse del corpo, solitamente, la regione addominale risulta essere quella maggiormente interessata, perciò con una dieta sana ed equilibrata si potrà, sicuramente, avere una pancia più magra; anche fare sport può contribuire a ridurre la sensazione di gonfiore, infatti tonificare e rafforzare la muscolatura addominale aiuta a migliorare il proprio aspetto e a vedersi meno grassi; inoltre, il tono muscolare permette di assumere una migliore postura, che ha benefici sia per la schiena, sia per l’armonia del corpo in generale.
Quindi per riuscire finalmente ad avere il ventre piatto e per liberarsi dall’inestetica e fastidiosa sensazione di gonfiore bisogna concentrarsi, prevalentemente, sull’alimentazione e sull’attività fisica; senza sforzi eccessivi, ma, semplicemente, con banali accorgimenti, si potranno evitare tutti quelle abitudini che contribuiscono ad aumentare il disagio da addome gonfio.

Gli esperti sono d’accordo all’unanimità che non vanno assolutamente prese iniziative, quali assunzione di lassativi e diuretici o digiuno per sgonfiare la pancia o prendere peso: queste, oltre ad essere delle scelte inutili e poco intelligenti, possono causare problemi di saluti gravi, sicuramente peggiori di un po’ di gonfiore addominale; perciò, sapendo quanto sia facile liberarsi dall’odiata pancia senza troppi sforzi, senza eccessive rinunce e, soprattutto, senza inutili rischi, evitiamo di intraprendere iniziative che potrebbero rivelarsi dannose e cominciamo a mettere in pratica quei piccoli consigli naturali e sani per eliminare il disagio causato dalla sensazione di gonfiore.

Consigli sulla scelta degli alimenti da preferire ed evitare in caso di gonfiore.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo alimenti contro il gonfiore addominale

Consigli per i gonfiori addominali

accetto i consigli e ci provo :-(

Alimenti contro il gonfiore addominale

suggerimenti molto esaustivi

Curare l'alimentazione per evitare i gonfiori addominali

Per quanto riguarda la mia esperienza nel settore alimentare posso cosi' consigliare:
-riduco le calorie globali , mangiando poco
-riduco le bevande zuccherine
-consumo pochissimi alimenti ad alto contenuto energetico (calorie)
-evito i tre famosi pasti al giorno mangiando piccoli spuntini ma scelti fra frutta e verdura
-bevo molta acqua (almeno 2/3 litri al giorno)
-digiuno una volta alla settimana (bevo molto pero, tisane alla menta, al finocchio succo di mela)
-cammino almeno un'ora al giorno
-sono una cuoca vegetariana e docente di alimentazione, mia mi trovo molto bene in questa mia scelta di vita,
Grazie

Consigli e alimenti da inserire nella dieta

Credo di aver trovato finalmente le risposte che stavo cercando, da domani ci si mette a lavoro, devo solo inserire delle proteine nella dieta..Grazie Amici.

Contro il gonfiore addominale

Grazie per i consigli che in parte utilizzo nella mia alimentazione e prima di ogni ecografia addominale.

Indicazioni utili per combattere il gonfiore addominali

Veramente queste indicazioni sono preziose perchè riassuntive, ampie e ben comprensibili.
Le seguirò in genere e per le mie eco addominali, per ridurre il problema di aria e gas in pancia che riscontra il tecnico durante l'esame. GRAZIE DI CUORE!!

Lascia il tuo commento: