Alimenti per il colon irritabile

In caso di sindrome da colon irritabile conoscere gli alimenti consigliati e quelli da evitare è un modo molto semplice per donare benessere al proprio organismo, la sindrome da colon irritabile, o IBS dall’acronimo inglese, è un disordine complesso che presenta una gamma di sintomi molto ampia, alcuni dei quali possono essere indicatori di una dieta poco salutare od incompleta. Cattive abitudini alimentari, come il saltare i pasti, assumere basse quantità di fibre e liquidi, l’eccessiva assunzione di cibi grassi, assumere troppo alcool o caffeina,  o particolari condizioni come un’eccessiva sensibilità al latte ed ai suoi derivati, devono essere corrette o trattate per compiere un primo passo per iniziare ad alleviare i sintomi della sindrome da colon irritabile.

Alimenti per il colon irritabile

Colon irritabile alimenti

Una dieta con i giusti alimenti è una dieta utile per alleviare i disturbi da sindrome del colon irritabile

Seguire una dieta per l’IBS può aiutare molto a ridurne i sintomi: molti cibi infatti, hanno sul colon un effetto stimolante od irritante, andando a causare crampi, diarrea gas e costipazione, ovvero tutti quei sintomi che vanno a caratterizzare l’IBS.  Ecco perché avviare una riflessione sul nostro comportamento a tavola può essere molto utile.

Qualche consiglio di natura generale per chi soffre di IBS

Prima di tutto: ogni cambiamento delle nostre abitudini alimentari va eseguito gradualmente, e sempre sotto la supervisione del nostro medico di fiducia. Detto questo, la dieta più comune per chi è affetto da IBS è stata, e continua ad essere, una dieta ad alto apporto di fibre. Per intenderci, troverete quante fibre vorrete in alimenti come frutta e verdura fresca, fagioli e cereali. Molti pazienti ne traggono un grande giovamento, in particolare quelli che soffrono di costipazione. Alcuni, tuttavia, non trarranno molti benefici dall’assumere più fibre, e per altri ancora la situazione addirittura peggiorerà. L’aumento di fibre come per qualsiasi altro cambio nelle nostre abitudini a tavola dovrà essere graduale, dovremo assumere diverse varietà di fibre e dovremo accompagnare il tutto con un adeguato apporto di liquidi, almeno un litro e mezzo al giorno. La maggior parte dell’apporto di liquidi dovrà venire, ovviamente, dall’acqua, ma tè e succhi di frutta potranno andare bene lo stesso.
Bibite gassate o contenenti caffeina potrebbero invece aggravare i sintomi e dovrebbero essere assunte con moderazione, soprattutto nelle fasi iniziali del cambiamento della vostra dieta.
I sintomi dell’IBS si acuiscono dopo pasti abbondanti, soprattutto se si sono assunte grandi quantità di grassi ed il pasto è stato consumato velocemente. Una buona regola potrebbe essere suddividere l’apporto calorico in tre pasti principali e tre spuntini giornalieri. Tutti ormai hanno una lista di cose da fare che chiederebbe giornate di 48 ore per essere conclusa, ma è importante evitate di ingozzarsi e concludere il pranzo in fretta, e cercare di rilassarsi un po’ una volta finito il pasto. Un po’ di regolare, leggero esercizio fisico potrebbe essere un buon viatico per una vita senza sindrome da colon irritabile. Niente di troppo faticoso o traumatico: una tranquilla passeggiata potrà aiutarvi a contenere i sintomi e, magari, vi darà una mano anche ad abbattere i livelli di stress.

Flatulenza eccessiva

Probabilmente uno dei sintomi più imbarazzanti, sul piano sociale, per chi soffre di IBS, va affrontato in primo luogo eliminando tutti quei vegetali come broccoli, cavolfiori, cavoli e legumi che potrebbero andare ad irritare ulteriormente il vostro apparato digerente. Se proprio non ne potete fare a meno, potrete reintrodurli in un secondo momento, una volta che i sintomi saranno scomparsi. Sarebbe meglio evitare anche le bevande gassate.

Per alcuni potrebbe dare giovamento ridurre od eliminare gli alimenti contenenti lattosio, come latte e gelati. Va ricordato però che questo genere di alimenti è una preziosa fonte di nutrienti, e ridurne l’assunzione in maniera troppo drastica potrebbe avere conseguenze sulla regolare assunzione di calcio.

Sensibilità alimentare

Recenti studi hanno sottolineato il ruolo che le intolleranze alimentari potrebbero avere per chi soffre di questo male. Potrebbe essere consigliabile, sotto la guida di un nutrizionista esperto, andare a verificare a cosa siamo effettivamente intolleranti tramite una cosiddetta “ dieta ad eliminazione”, diete molto sbilanciate dal punto di vista del corretto apporto di nutrienti e quindi da intraprendersi solo per periodi di tempo limitati, in cui andare ad eliminare, uno alla volta, una grande varietà di cibi per andare ad identificare i “colpevoli” che possono farci star male.

Un pasto tipico per chi soffre di IBS

In linea generale, chi soffre di questa fastidiosa patologia dovrebbe assumere una quantità giornaliera di fibre che si aggira sui 25, 30 grammi da una varietà di fonti e 30, 35 grammi di grassi a seconda della quantità di olio, margarina e cibi contenenti grassi che si prevede di consumare giornalmente.

  • Prima colazione:  una tazza di cereali ricchi di fibre come il muesli non tostato, frutta fresca, latte di soia arricchito dal calcio od un latte povero di grassi, pane tostato con una leggera spalmata di miele e margarina ed una buona tazza di te sono tutti alimenti più che consigliati in una dieta rivolta a limitare gli effetti dell’IBS
  • Pranzo: potrete assumere a vostra discrezione insalata, manzo magro, pesce in scatola, formaggio magro, pane integrale, frutta fresca od in scatola e yogurt magro, annaffiando il tutto con acqua, succhi di frutta o tè.
  • Cena: pollo magro alla griglia condito con succo di limone servito con insalata, patate  novelle bollite e pane integrale potrebbe essere un esempio di una ricetta attenta alle esigenze del vostro palato ed alla situazione poco piacevole in cui versa il vostro colon.
  • Per quanto riguarda gli spuntini da distribuire lungo la giornata,  potreste mangiare  frutta fresca, yogurt magro, crackers con formaggio o delle ottime focaccine integrali accompagnate da un po’ di miele. Come sempre, potete dissetarvi con acqua, tè o succo di frutta.

Un occhiata in libreria potrebbe darvi una mano per allestire qualche piatto succulento che non vada a danneggiare il vostro apparato digerente. Il problema ha attirato infatti l’attenzione dei nutrizionisti, e la cosa ha portato alla stampa di vari libri di ricette pensati per chi ha un colon che fa i capricci.

Per riassumere: un’assunzione di cibo ragionevole per chi soffre di IBS.

Gli alimenti che andremo ad elencare qui di seguito possono acuire i sintomi dell’IBS:

  • Caffeina.
  • Carni Rosse.
  • Glutine.
  • Cioccolato.
  • Agrumi.
  • Alimenti fritti.
  • Dolcificanti artificiali, come l’aspartame ed il sorbitolo.
  • Le bevande gassate.
  • Tutti gli alimenti ricchi di grassi.
  • Il latte ed i suoi derivati.

Alimenti consigliati in caso di sindrome da colon irritabile:

  • Prodotti ricchi di fibra: cereali integrali, legumi, ortaggi e frutti con buccia
  • Carni bianche e fonti proteiche magre come pollo, tacchino, pesce o albume d’uovo
  • Frutta: assicurarsi dei buoni contenuti di vitamine ogni giorno significa migliorare anche la digestione
  • Acqua: l’acqua, a differenza di molte altre bibite, migliora il passaggio del cibo lungo il tratto gastrointestinale
  • Acidi grassi: le fonti di acidi grassi essenziali principali sono la frutta secca, l’avocado ed il pesce come il salmone, includerli nella propria dieta vi assicurerà salute a tutto tondo

Alimenti sconsigliati e da evitare con problemi di sindrome del colon irritabile:

  • Carni rosse o prodotti animali eccessivamente grassi come il tuorlo d’uovo
  • Prodotti lattero caseari grassi e ricchi di calorie
  • Bibite gassate, caffè o alcolici
  • Cibi zuccherati come dolci o torte
  • Alimenti fritti o cucinati con molto olio
  • Pietanze preconfezionate

Alimenti e sindrome da colon irritabile

Chi soffre di IBS non ha necessariamente problemi con tutti questi cibi. Per individuare il “colpevole”, tenere un diario alimentare, una lista delle ultime cose che abbiamo mangiato, in cui annotare anche l’evolversi dei nostri sintomi può essere un buon modo per analizzare gli effetti della dieta che abbiamo deciso di seguire. A condizione che il nostro organismo la tolleri, è sempre meglio che questa dieta preveda un alto apporto di fibre. La cosa migliore da farsi è suddividere i nostri alimenti in tre pasti principali e due, tre spuntini al giorno. Mangiare quantità ragionevoli di cibo più volte al giorno, poco e spesso dovrebbe essere il nostro motto. Mangiate lentamente e rendete i pasti un’esperienza il più rilassante possibile. Assumete liquidi in misura adeguata, ma non bibite gassate o con caffeina. Se volete escludere degli alimenti dalla vostra dieta, escludetene uno alla volta e registratene i risultati. Una volta che i sintomi dell’IBS sono sotto controllo potrete reintrodurli gradualmente per mantenere una corretta varietà nell’assunzione di cibo. Considerate di consultare un dietista per una consulenza individuale sulla vostra dieta e sulle eventuali modifiche che intendete apportare ad essa.

Alimenti consigliati e da evitare in caso di problemi di colon irritabile.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo alimenti per il colon irritabile

Vorrei fare alcune domande,a maggio 2011, ho fatto una colonoscopia con il risultato di colon irritato e più lungo rispetto alla media,ma non mi è stata prescritta nessuna terapia, poi da qualche tempo mi sono accorta che mangiando alcuni cibi subito dopo cominciano i dolori al fianco sinistro,per esempio formaggi (emmenthal,mozzarella,ecc), ma anche il cioccolato al latte ....che posso fare quali alimenti devo assolutamente eliminare? spero di avere presto una vostra risposta.
Grazie.

A me invece succede soprattutto dopo che mangio cioccolato di avere spasmi al fianco sinistro, che è sempre più gonfio e duro di quello destro... devo proprio vivere senza il mio cibo preferito??

Soffro di coln irritabile da molti anni , se c' è una cosa che ho imparato convivendo con questa malattia è il fatto che non tutti gli alimenti suggeriti ottimi per l ' intestino lo sono veramente .
La frutta in dosi eccessive è lassativa , cosi come la marmellata , i latticini e derivati causano problemi fatta eccezione per il latte senza lattosio , il miele è lassativo e irrita le pareti intestinali .
Ricordate i primi dottori siete voi e non lasciatevi suggestionare troppo da chi dice , questo ti famale , a ma questo non va bene , perchè a volte la suggestione è più forte della verità e influenza i nostri pensieri riflettendoli sul corpo .

Soffro di colon irritabile da anni

Soffro di colon irritabile da svariati anni,anche se in realtà posso dire che negli ultimi tempi quasi non si faceva sentire ,quindi quello che mi sento di dire sulla mia piccola esperienza, è che il cibo conta e aiuta,ma tutto parte dal nostro cervello ,vale a dire che se noi siamo particolarmente sensibili a delle situazioni che esse siano familari o di lavoro o di routine quotidiana se noi non le sappaiamo "digerire" bene il nostro intestino ce lo ricorderà,quindi sì, mangiamo meglio ma soprattutto non dobbiamo incaturirci in pensieri negativi e concludo dicendo anche se questo forse appare più ovvio che un pò di attività fisica fà sicuramente bene, tutto ciò che ci fa scaricare un pò di stress o negatività, va più che bene.

Grazie per aver spiegato chiaramente gli alimenti e le cause del colon irritabile

E' la prima volta che mi è capitato un dolore fortissimo e disturbi collegati al colon irritabile. Interessante capire quali sono gli alimenti pro e contro, leggere questi articoli mi è stato utile effettivamente ci sono cose da evitare ed ho capito la causa (cibo troppo pesante, grasso mangiato al ristorante). grazie

Alimenti utili per capire e curare il problema del colon irritabile

utile per capire e vivere bene

Informazioni molto utili sul colon irritabile

grazie per le vostre spiegazioni estremamente chiare

Per il colon irritabile si devono bere probiotici ed acqua, mangiare sano e fare sport

Ho risolto il problema dopo anni iniziando a bere mattina e sera probiotici inoltre bere molta acqua e mangiare leggero, inoltre un po' di sport non farebbe male.

Problema del colon irritabile

anche io soffro di questo problema,da oggi inizio a mangiare correttamente io ho l'abitudine di mangiare lento ma andare a letto veloce....alcune di queste cose da non mangiare sono cibi preferiti ma faro' come c'e scritto qui sopra li rimettero' gradualmente...cmq lunedi andro' dal medico per gli esami....grazie per le informazioni intelligenti....

Soffro spesso dei problemi del colon irritabile e la colpa è del cioccolato

ne soffro spesso,ma ho scoperto che il vero colpevole per me è il cioccolato!!non lo mangio quasi mai,e quando succede sono dolori..a quel punto tutti gli altri alimenti che normalmente consumo in abbondanza e che non mi danno particolari fastidi (latte,caffè,cibi molto zuccherati,fritti) vanno a peggiorare il tutto..

Colon irritabile e cioccolato e gli altri alimenti che peggiorano la situazione

Ho spesso i sintomi da colon irritabile, confermati anche da una visita gastrointerologica...gli esami del sangue non hanno rilevato intolleranza al glutinei, ma ho in programma anche un test di intolleranza al lattosio, infatti se assumo formaggi o lattici in mio problema aumenta...nell'articolo si consiglia l'assunzione di frutta e verdura ma mi sono accorta che quando mangio frutta e verdura i dolori peggiorano....il cioccolato(e io sono una cacao dipendente!) mi provocano crampi e gonfiore del basso addome...

Colon irritabile e stress da lavoro perso

Per me è un periodo di forte stress psicologico a causa del lavoro che ho perduto. È un mese che ho questo dolore al fianco sinistro, cerco in tutti i modi di mangiare leggero, faccio movimento, ma quando mangio sto sempre male. Soffro da tempo di colon irritabile, anche se è da parecchio che non avevo sintomi. Quello che so è che è davvero difficile riuscire a capire quali alimenti siano i responsabili, perchè non c'è una regola fissa per tutti. Ho il sospetto siano i farinacei però, (adoro!!! :(...) proverò ad eliminarli e a vedere cosa succede.

Alimenti per il colon irritabile

mi è stato molto utile grazie

Lascia il tuo commento: