Alimenti per perdere peso

Per perdere peso la prima cosa da farsi è documentarsi in merito sugli alimenti utili e più apprezzati dagli esperti per perdere peso.

In natura esistono alimenti per perdere peso ed altri meno indicati e quindi da evitare in caso interessi la graduale perdita di peso nel tempo. È opinione comune credere che per ottenere effettivi risultati nel corso di una dieta dimagrante, sia necessario rinunciare al piacere a tavola, ai cibi gustosi e alle porzioni soddisfacenti. In realtà non è necessariamente così,  in quanto in natura sono disponibili numerosi cibi invitanti, a ridotto contenuto calorico, e capaci di fornire i nutrienti essenziali. A molti di questi elementi sono  inoltre attribuite varie proprietà utili al miglioramento nostra salute; più precisamente molti di essi hanno addirittura la capacità di mantenere basso il tasso di glicemia e colesterolemia, prevengono disordini renali e cardiovascolari, e hanno spiccata azione antitumorale.

Alimenti per perdere peso

Alimenti per perdere peso

Alimenti per perdere peso:

Inoltre la maggior parte di questi cibi ha la fama di “brucia grassi”, in quanto in grado di accelerare quei processi biochimici atti al consumo dei grassi e all’apporto di energia metabolica. Anche la quantità dei cibi ingeriti per poter perdere peso, non deve necessariamente ridursi al minimo, anzi, dovrebbe aggirarsi intorno alle 1200 kcal giornaliere, fino ad un massimo di 1800 kcal, come invece propone il Dr. Charles Klein, che raccomanda di non scendere mai sotto le 1500 kcal. Inoltre, si può optare per cibi che sazino più degli altri, che soddisfino il palato ma che non apportino eccessivamente calorie. Nella lista seguente sono indicati quali sono questi cibi “miracolosi” e i motivi per i quali sceglierli nella nostra dieta dimagrante.

I migliori alimenti per perdere peso:

  • Mele: persino nella tradizione popolare si è sempre riconosciuta la validità delle mele come promotrici di buona salute, ma non tutti sanno che sono altrettanto valide anche per bruciare i grassi. Esse infatti sono ricche di fibra solubile, prive di sodio, grassi saturi e colesterolo; pertanto svolgono un’importante azione sul mantenimento del tasso ematico di glucosio e colesterolo costante, riducono il senso di fame, e mantengono bassa la pressione sanguigna. Inoltre per ogni mela ingerita si assumono solo 81 kcal.
  • Pane integrale: molte diete dimagranti prevedono l’esclusione dei carboidrati, quando invece questi non rappresentano una minaccia per la linea, anzi, sono una fonte naturale di fibre, e addirittura di proteine. È preferibile il consumo di pane scuro, come quello di segale, integrale, di cereale o di farina d’avena, preferibili a quello bianco perché maggiormente ricchi di fibre.
  • Caffè: anche il caffè è da sempre oggetto di dibattiti, per i suoi numerosi effetti dannosi, tra i quali ansia e insonnia; tuttavia basta non eccedere nel consumo, limitandosi ad un massimo di due tazze al giorno, eventualmente con l’aggiunta di latte scremato, e preferibilmente senza zucchero. Tra gli effetti benefici di questa bevanda vi è la sua capacità di accelerare il metabolismo, essendo uno stimolante, aiutando a bruciare anche il 10% in più delle calorie ingerite.
  • Pompelmo: questo frutto apporta solo 74 calorie, fornisce pectina, una fibra particolare legata a grassi e colesterolo, vitamina C, potassio, acido galatturonico, utile nella prevenzione dell’arteriosclerosi, ed è privo di sodio e grassi.
  • Mostarda: è un prodotto a base di senape, con le stesse proprietà della caffeina e dell’efedrina; un solo cucchiaino di mostarda piccante può infatti accelerare il metabolismo del 20-25% per alcune ore, ed è anche ottimo per bruciare i grassi, dato che può far bruciare un extra di 45 calore ogni 700 calorie ingerite.
  • Peperoncino: questa spezia provoca sull’organismo il cosiddetto “effetto termico dieta-indotto” che porta all’accelerazione del metabolismo. È ricco di vitamina A e C, calcio, fosforo, ferro, magnesio e fibre, privo di grassi e povero di sodio, e bassissimo apporto calorico.
  • Patate: con le loro 0,6 calorie per grammo rappresentano un valido alimento per la perdita di peso, evitando condimenti eccessivi e cotture elaborate. Sono un’ottima fonte di carboidrati, fibre e potassio, abbassano il colesterolo e proteggono il sistema cardiocircolatorio.
  • Riso: una dieta del 1930 del Dr. Kempner prevedeva il consumo esclusivo di riso, integrato in seguito da frutta e verdura. La validità di questo tipo di dieta è accertata: oltre alla notevole perdita di peso, si ottengono risultati anche nella prevenzione e nella cura di problemi renali e cardiovascolari. Ha un ridotto contenuto calorico, di sole 178 calorie per 150 grammi. È preferibile consumare riso integrale piuttosto che riso bianco.
  • Zuppe: le zuppe fatte in casa aiutano a perdere peso e a mantenere i risultati acquisiti più a lungo nel tempo. Sono preferibili zuppe vegetali o a base di pollo, mentre sono sconsigliabili quelle a base di carne di manzo o di maiale.
  • Spinaci: noti come importanti riserve di ferro, gli spinaci contengono anche beta carotene, vitamine C ed E, e aiutano ad abbassare il colesterolo e ad accelerare il metabolismo.
  • Tofu: non tutti conoscono questo cibo asiatico a base di soia. Di base è insapore, lega con molte spezie o aromi, e viene prodotto in due tipi: quello più solido si può friggere, aggiungere alle minestre o alle salse, mentre quello più morbido è ottimo per le insalate. Ha un bassissimo contenuto calorico ed è una fonte proteica, oltre che di calcio e ferro, mentre è quasi privo di sodio e grassi saturi.
  • Orzo: assunto integralmente o come bevanda, questo cereale può essere usato come sostituto del riso, in insalate, aggiunto a minestre o mescolato alla farina per realizzare pane e muffin. Riduce il colesterolo del 15% e ha una potente azione antitumorale; inoltre ha un elevato effetto lassativo e promuove la perdita di peso.
  • Fagioli: questi legumi hanno un basso contenuto calorico, molte proteine e pochi grassi. Sono ricchi di potassio e poveri di sodio. I legumi sono composti da proteine dette incomplete, che devono essere accostate ad altri alimenti, come riso, orzo, grano e mais, per conferirne completezza. Spesso vengono stigmatizzati perché causa di produzione elevata di gas intestinali; tuttavia basta lasciarli in ammollo per circa quattro ore prima di cucinarli, per evitare questo fastidioso problema.
  • Frutti di bosco: ricchi di fruttosio, uno zucchero naturale, e potassio, hanno un bassissimo contenuto calorico (more 74 calorie, mirtilli 81, lamponi 60, fragole 45); pertanto sono ideali per soddisfare il desiderio di dolce senza variare l’equilibrio della dieta.
  • Broccoli: hanno pochissime calorie, sono privi di grasso e contengono fibre, carotene, vitamina C, calcio e sostanze antitumorali, i cosiddetti “indoli”. Bisogna consumare esclusivamente quelle con infiorescenze verdi e non gialle.
  • Grano saraceno: è ideale per realizzare pane e zuppe. Ha solo 155 calorie, ed è efficace nel controllo della glicemia, del diabete e del colesterolo.
  • Cavolo: il cavolo cotto ha solo 33 calorie, quello crudo 18. Ha una spiccata azione nel contrastare la formazione del cancro del colon ed è stato dimostrato nelle popolazioni che ne fanno largo uso, che abbassa notevolmente il tasso di mortalità.
  • Carote: una carota di medie dimensioni contiene circa 55 calorie. Sono ricche di beta carotene, utile nella prevenzione del cancro. Possono essere utilizzate in cucina nelle maniere più disparate, sia crude che cotte per condire pasta o riso, nella frittura, combinate alla frutta, verdura o come contorno.
  • Pollo: le carni bianche contengono meno calorie delle carni rosse. Contengono ferro, proteine, niacina e zinco. Il pollo deve essere consumato privo della pelle, che deve essere preferibilmente rimossa dopo la cottura, per rendere la carne più umida.
  • Mais: è un cereale ricco di proteine, ferro, zinco e potassio. Previene i problemi cardiovascolari, abbassando il tasso di colesterolemia
  • Ricotta: povera di grassi e ricca di calcio e riboflavina, può essere usata per ricette dolci senza aggiunta di zucchero.

Considerazioni sugli alimenti utili per perdere peso:

In conclusione, dimagrire con gusto non è più un utopia! Con piccoli accorgimenti è possibile migliorare la qualità del nostro regime alimentare in modo da garantire al nostro organismo un giusto apporto calorico ma senza rinunciare al gusto. Quante diete sono destinate a fallire a causa della loro monotonia? A quanti di noi è noto il classico effetto "yo-yo" che porta a riprendere peso al termine di diete massacranti e tuttavia inutili? Durante una dieta è sempre importante tener conto sì delle giuste calorie ma anche della dimensione del piacere legato ai cibi. Dimagrire è dunque possibile ma con gusto!

Consigli relativi ai giusti alimenti da consumare per perdere peso.

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: