Alimenti ritenzione idrica

Contro la ritenzione idrica la scelta degli alimenti giusti è basilare per cercare di arginare ed eliminare questo fastidioso inestetismo.

Esisono vari alimenti contro la ritenzione idrica dei liquidi, poiché la ritenzione idrica si forma perché noi tratteniamo l'acqua in eccedenza per una serie di motivi, come il mangiare troppo sodio, ma anche lo stare in piedi a lungo, in luoghi caldi, così come l’uso di alcuni farmaci, o come la sindrome premestruale nelle donne ancora fertili o la menopausa in donne più avanti con gli anni. La ritenzione idrica può anche essere il risultato di una grave condizione medica, coinvolgendo organi importanti come reni, cuore, e fegato, così come il sistema linfatico.

Alimenti ritenzione idrica

Alimenti ritenzione idrica

Le donne presentano un rischio alto di ritenzione idrica, a causa della

Le donne presentano un rischio alto di ritenzione idrica, a causa della fluttuazione dei livelli ormonali.

Le cause della ritenzione idrica:

Alcune cause note della ritenzione idrica comprendono problemi cardiaci o renali. Questi sono dovute ad una ridotta capacità del cuore o reni nello svolgere il loro compito e può causare grave gonfiore delle gambe e delle caviglie.Una certa debolezza della circolazione nelle vene delle gambe è probabilmente la causa più comune di ritenzione idrica nelle gambe e nelle caviglie. Ciò si verifica in gravidanza e provoca gonfiori. Nelle persone anziane, questo problema può anche tradursi in vene varicose.
Un blocco o la congestione del sistema linfatico può causare un tipo di ritenzione idrica conosciuto come linfo-edema, che è comune, per esempio, dopo alcuni tipi di intervento chirurgico. Le persone che trascorrono molto tempo immobili nei letti d'ospedale, sulle sedie a rotelle, o su voli a lungo raggio, ma anche i cosiddetti  "pantofolai", sono in in grado di sviluppare ritenzione idrica, perché senza movimento regolare, è difficile, per il sistema linfatico, drenare il liquido in eccesso dai tessuti.
La ritenzione idrica premestruale è molto comune, ed è causata dai cambiamenti ormonali del ciclo mestruale.
Sale: una delle cause principali della ritenzione idrica è mangiare troppo salato. Il componente principale del sale è il sodio che il corpo diluisce con acqua se di esso è presente un’eccessiva quantità. Il sale fa venire sete e il corpo trattiene l'acqua introdotta. Ridurre la quantità di sale nella dieta quotidiana aiuterà a ridurre la ritenzione di acqua, ma di solito di non più di circa 2 chili in peso.

Cause meno note sulla ritenzione idrica:

Alti livelli di alcuni ormoni possono indurre il corpo a trattenere l'acqua. Tra questi ricordiamo l'insulina,  necessaria per elaborare lo zucchero; il cortisone, prodotto quando si è sotto stress; gli estrogeni femminili e il progesterone. La ritenzione idrica effetto è causata dagli effetti che questi ormoni producono sui livelli di sodio nel corpo, e sugli ormoni che regolano l’attività dei reni. Alcuni farmaci, come la pillola anticoncezionale e alcuni antidolorifici, possono influenzare i livelli di questi ormoni. La ritenzione idrica che è causata dagli ormoni può essere diffusa in tutto il corpo, ma spesso colpisce soprattutto la pancia. Le donne possono presentare ritenzione idrica anche nei seni, con conseguente tensione mammaria e gonfiore.

Rifiuti e tossine:

La cellulite, che colpisce soprattutto le donne, è una forma di grasso con acqua trattenuta. A volte si trattiene così tanta acqua da avvertire molto gonfiore e dolore al tatto. Rifiuti metabolici e tossine come i pesticidi, che il corpo non può facilmente rilasciare, tendono ad infiltrarsi e a sedimentare nel grasso. Si pensa che le cause della ritenzione idrica nella cellulite siano causate da queste tossine, o dal tentativo del corpo di diluirli ed espellerli.

Diete ipocaloriche:

Dove c’è ritenzione idrica spesso c’è anche sovrappeso. Le persone in sovrappeso tendono a cercare di seguire una dieta ipocalorica, la quale, purtroppo, non aiuta a sbarazzarsi dalla ritenzione idrica. Spesso, paradossalmente, può effettivamente peggiorare la situazione, soprattutto se si mangiano meno di 1.200 calorie al giorno per mesi o per anni. Questo avviene perché non ci sono abbastanza proteine nel sangue da per consumare l'acqua in eccesso dai tessuti. Questo tipo di ritenzione idrica può provocare gonfiore generalizzato, ma può localizzarsi sul ventre, nei casi più seri.

Istamina

L'istamina provoca ritenzione idrica che porta a gonfiore localizzato o diffuso.  Quando entra in azione, per esempio in seguito alla puntura di un insetto, l'istamina si allarga tra le cellule che rivestono i vasi sanguigni più piccoli, noti come i capillari, e questi perdono acqua e proteine, rilasciandoli nei tessuti. Se le proteine non riescono ad essere rimosse dai tessuti, rimarranno lì,  attirando a sé l'acqua.

La cattiva digestione e l'assunzione di antibiotici può causare cambiamenti nell’ intestino che portano ad una elevata produzione di istamina e, di conseguenza, a ritenzione idrica. A volte, mangiando yogurt e probiotici si riesce a contribuire a ridurre questo problema, ma se la ritenzione idrica è presente da lungo tempo, queste misure non possono essere sufficienti. Bere meno acqua non cura la ritenzione idrica. Una delle cause della ritenzione idrica è proprio la disidratazione determinata da una quantità insufficiente di acqua introdotta nell’organismo.

Consigli generali sulla dieta per ridurre la ritenzione idrica:

Mangiare meno sodio e ridurre il consumo di sale. Idealmente, bisognerebbe ridurre l'assunzione giornaliera di sodio a circa 1000 milligrammi al giorno, fino a quando il problema di ritenzione idrica va via. L'unico modo per raggiungere tale riduzione dell'apporto di sodio è quello di evitare cibi elaborati e mangiare cibi più freschi. Al momento dell'acquisto di alimenti confezionati o in scatola, bisogna controllare sempre l'etichetta per verificare il contenuto di sodio. La cosa più importante è non aggiungere sale quando si cucina o si mangia. E’ preferibile scegliere spezie alternative, o aggiungere succo di limone, o una salsa al peperoncino a basso contenuto di sodio. Un'erba che funziona da buon diuretico è il prezzemolo.

Altre indicazioni contro la ritenzione idrica:

  • Bere almeno 8 bicchieri di liquidi al giorno. Acqua minerale, succo di pompelmo, succo di mirtillo e tisane (es. ortica e tarassaco), sono ottime scelte. Paradossalmente, più idratato è il corpo, meno acqua trattiene.
  • Cercare di mangiare cinque o sei piccoli pasti / spuntini al giorno. Non stare più di 3 ore senza mangiare.
  • Consumare molta frutta rappresenta un buon metodo diuretico nella dieta regolare. I frutti migliori sono meloni e agrumi, ricchi di potassio che aiuta ad eliminare liquidi e sodio in eccesso.
  • Includere molta verdura, scegliendo ortaggi a foglia verde, sedano, cetrioli, crescione, lattuga, pomodori, peperoni, carote e cipolle. Come la frutta, anche maggior parte delle verdure è ricca di potassio che aiuta a mantenere un sano equilibrio dei fluidi.
  • Assumere quantità normali di carboidrati amidacei integrali nella dieta quotidiana. Alcune persone prediligono riso, pasta, cous cous e patate.
  • Usare dadi senza glutammato di sodio, prediligere semi di vario tipo, banane, crackers integrali non salati, come spuntini tra un pasto e l’altro.
  • Cercare di prendere 1200-1350 milligrammi di calcio al giorno, fino a quando la ritenzione idrica non si abbassa. Due bicchieri di latte (600 milligrammi di calcio) più una tazza di yogurt magro (415 milligrammi di calcio) apporteranno la maggior parte di quello che serve al corpo.
  • Prediligere salmone, tonno, sardine o qualsiasi altro pesce al posto della carne rossa, almeno due volte alla settimana. Il pesce azzurro possiede numerosi benefici per la salute, specialmente per le donne che soffrono di sindrome premestruale.

Alimenti naturali contro la ritenzione idrica:

Esempio di programma di dieta giornaliera per ridurre la ritenzione idrica:

  • Colazione: una grande ciotola di frutta fresca tritata (es. agrumi, frutti di bosco, melone), condita con 120 grammi di yogurt a basso contenuto di grassi, e cospargere di semi o noci tritate.
  • Snack: una manciata di noci o semi. Una piccola banana.
  • Pranzo: insalata di riso integrale, con fette di arancia, fettine di avocado, pollo cotto a fette, noci tritate. Aggiungere vinaigrette, preparato senza aggiunta di sale e servire su un letto di foglie di lattuga.
  • Snack: una manciata di noci o semi.
  • Cena: una porzione di pollo al forno con aglio e succo di limone, servito con broccoli e carote al vapore. Per dessert, una fetta di melone cantalupo.

Considerazioni finali sulla ritenzione idrica:

I livelli di ritenzione idrica variano a seconda della dieta di una persona. Per arrestare la ritenzione idrica bisogna impegnarsi in modo permanente ad assumere una giusta quantità di acqua al giorno e scegliere una dieta a basso contenuto di sodio. Nonostante tutto, tuttavia, è bene tenere presente che il corpo può conservare sempre un po' d'acqua, soprattutto se si parla di donne mestruate. Questi sintomi possono essere ridotti, ma non possono essere eliminato completamente.

Alimenti e consigli utili ed efficaci contro la ritenzione idrica.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo alimenti ritenzione idrica

Ritenzione idrica molto interessante

Ho letto con molto interesse personale il vostro articolo. Io personalmente sono anni che ho caviglie e mani gonfie durante la giornata, il mio dottore mi ah sempre ignorato una possibile cura. grazie

Alimenti e ritenzione idrica più problemi alla tiroide

molto interessante la vostra spiegazione sulla ritenzione idrica, spero che mi porterà anche qualcche beneficio anche perchè il mio è un problema legato alla tiroide.

Dieta contro la ritenzione idrica

Penso sia una buona dieta

Alimneti e consigli utili per la ritenzione idrica

Ottimi consigli e semplici da provare

Dieta per la ritenzione idrica e benefici

A me questo tipo di dieta sta dando risultati piuttosto positivi ! Mi auguro che il problema di ritenzione idrica non ritorni più! Comunque grazie dei consigli.

Alimenti, dieta e ritenzione idrica

avevo intuito i cibi e la dieta per me ....ma questa pagina è stata una buona consigliera.....

Ritenzione idrica e consigli per combattere la ritenzione idrica

consigli molto-molto utili visto che certi medici ci ignorano. GRAZIE!

Problema femminile della ritenzione idrica

Davvero molto chiari nella spiegazione di questo grande problemino di noi DONNE :-)

Sono aumentata di tre chili nonostante la dieta, forse è perchè, come ho letto sopra, non mangio abbastanza proteine. Proverò ad attuare la dieta che è suggerita.

Ottimi consigli, prenderò atto di ciò che ho letto!

Lascia il tuo commento: