Alimenti sgonfia pancia

La pancia gonfia è un problema reale, ad esempio, il vostro stomaco è così gonfio che potete chiudere a malapena i pantaloni che vi calzavano a meraviglia appena pochi giorni fa. Sensazione antipatica, persino imbarazzante, che quasi tutti hanno provato almeno una volta nella propria vita.

Gli alimenti sgonfia pancia esistono e quindi perchè non consumarli ad ogni pasto? La maggior parte di noi infatti ha purtroppo confidenza con quello spiacevole, fastidioso senso di gonfiore alla pancia che talvolta ci colpisce. Le cause possono essere più d’una, vuoi che si tratti di ritenzione idrica, vuoi di costipazione. Cattive abitudini alimentari o squilibri ormonali possono contribuire al problema, molto comune fra le donne in particolare.

Alimenti sgonfia pancia

Alimenti sgonfia pancia

Pancia gonfia che fare

Quale che sia la causa, ad ogni modo, non sempre è necessario correre dal farmacista di fiducia per porre rimedio al problema e trovare ristoro.

Alimenti per sgonfiare la pancia

I cibi che andremo ad elencare qui sotto potranno aiutarvi a sentirvi meglio grazie alle loro proprietà naturali anti gonfiore.

La Papaya

L’enzima della papaina, che come il nome lascia intuire si trova nella papaya, è molto simile ad alcuni degli enzimi digestivi secreti dal pancreas per aiutare a trasformare le proteine in nutrimento. I dati fin qui raccolti dagli esperti suggeriscono come il frutto tropicale possa aiutare in molti aspetti del processo digestivo, la qual cosa può semplificare il senso di gonfiore  collegato alla costipazione. Per trarre più benefici possibile dall’enzima, mangiate una papaya intera. I succhi di frutta, infatti, sono spesso privi di vitamine e nutrienti essenziali. Un estratto di papaya, come la papaina,  preso singolarmente non darebbe gli stessi benefici che si potrebbero ottenere se lo si ingerisse mangiando un frutto così come si presenta in natura. Gli enzimi, i minerali, le vitamine e le sostanze fitochimiche presenti nei cibi integrali interagiscono infatti fra di loro regalando al nostro corpo benefici maggiori di quelli che un nutriente assunto isolatamente sarebbe in grado di fornire.

Lo Yogurt

Guardando la televisione, molto spesso vi sarete imbattuti cambiando canale nella pubblicità di qualche marca di yogurt, che dichiarava come il prodotto reclamizzato fosse un toccasana per la digestione. Ed effettivamente, i batteri “buoni” che questi prodotti contengono, i tre ceppi più comuni sono il lactobacillus, il bifidus e l’acidophilus, possono aiutare a regolare il vostro sistema. Tutti gli yogurt contengono probiotici, la questione è scegliere quello che contiene le colture più vive e attive. Un sacco di yogurt altamente elaborati non contengono molte colture attive; andrebbero evitati quelli che contengono dolcificanti artificiali, come ad esempio il fruttosio.
La soluzione migliore risulterebbe essere probabilmente l’acquisto di yogurt privi di aromi artificiali, per andare poi ad aggiungere personalmente una cucchiaiata di miele o marmellata. In questo modo avremo a nostra disposizione tutti i vantaggi forniti dai probiotici, andando nel contempo a risparmiare calorie e denaro. Per tenere a bada i problemi di gonfiore collegati alla digestione l’assunzione regolare di yogurt può rivelarsi molto utile. La giusta quantità va scovata empiricamente, non esiste una formula magica valida per tutti: anche una sola tazza di yogurt al giorno potrebbe rivelarsi già bastante per ottenere benefici.

La radice di liquirizia nera

Non correte subito al reparto dolciumi per questo rimedio naturale contro il gonfiore. La radice di liquirizia nera, ciò che viene usato per produrre la liquirizia così come noi la conosciamo, può essere trovata nella maggior parte delle erboristerie ed ha buona fama di prevenire la ritenzione idrica, grazie alle sue naturali proprietà diuretiche e lassative. I suoi effetti curativi sono ben documentati ed insegnati nelle scuole mediche. Gli esperti raccomandano di assumere un millilitro di estratto di radice di liquirizia nera tre volte al giorno in quei giorni in cui ci dovessimo sentire particolarmente gonfi. Ma se soffrite di ipertensione o di insufficienza cardiaca congestizia, statene alla larga: la radice di liquirizia nera sopprime  il rilascio di aldosterone da parte delle ghiandole surrenali. Questa sostanza regola i livelli di sodio e potassio nel corpo, e può aggravare queste condizioni.

Il calcio

L’assunzione di calcio è un ottimo modo per lenire il gonfiore mestruale. La scienza medica infatti ha ormai dimostrato come aiuti a diminuire la ritenzione di liquidi derivante dal gonfiore. Nonostante questo, molte donne non assumono calcio a sufficienza e quindi non possono godere di tutti i benefici alla salute che l’assunzione regolare di questo nutriente comporta. La quantità giornaliera ottimale di calcio da assumere può essere raggiunta ingerendo almeno tre porzioni al giorno di cibi ricchi di calcio come lo yogurt, latte a basso contenuto di grassi, formaggio e latte di soia. Può essere consigliabile un assunzione parallela di vitamina D, che aiuta il calcio ad essere assorbito. Le quantità giornaliere ottimali raccomandate vanno dai 1300 milligrammi di calcio per le donne dai 14 ai 18 anni, 1000 milligrammi per le donne dai 19 ai 50 anni e 1200 milligrammi al giorno per le donne con un’età superiore ai 50 anni. Ad ogni modo è sempre consigliabile consultare il proprio medico di fiducia prima di prendere un supplemento di calcio, per assicurarsi di assumerne una dose corretta. Troppo calcio può portare infatti sortire un effetto contrario a quello desiderato, causando un aggravamento dei vostri problemi di salute, portando a patologie anche serie come ad esempio i calcoli renali.

L’acqua

Quando si avverte una sensazione di pesantezza allo stomaco è forte la tentazione di ridurre drasticamente l’assunzione di cibo e liquidi; molti in queste condizioni non bevono tutta l’acqua che berrebbero se stessero bene, perché convinti che così facendo peggiorerebbero la situazione. Ma l’acqua è indispensabile per rimanere idratati, specialmente se siamo particolarmente desiderosi di cibi salati. L’acqua, infatti, è l’unica cosa in grado di ridurre il gonfiore legato all’eccessiva assunzione di sodio. Rimanere adeguatamente idratati per tutta la giornata favorisce una buona e regolare digestione, riducendo le probabilità di gonfiare lo stomaco. La dose raccomandabile di acqua da assumere giornalmente varia dai sei agli otto bicchieri.

Le fibre

Le fibre possono aiutare la digestione e ridurre il senso di gonfiore legato alla costipazione, ma è importante assumerle con un po’ di criterio. Le fibre infatti sono come un thermos, che può tenere le bevande calde o fredde: lavorano in due sensi apparentemente opposti. Se si va ad aumentare improvvisamente la quantità giornaliera di fibre senza assumere sufficienti liquidi, si rischia infatti di andare ad aggravare il senso di gonfiore e la costipazione. Un assunzione graduale di frutta e vegetali accompagnata da un sufficiente apporto d’acqua può al contrario aiutare il processo digestivo. Così facendo il tratto gastrointestinale ha infatti il tempo di adattarsi ai cambiamenti.

Asparagi

Sebbene sia ancora argomento di discussione, gli esperti stanno iniziando a guardare più da vicino all’asparago ed alle sue proprietà digestive. Gli asparagi, infatti, sembrano favorire la crescita e l’attività di batteri benevoli nel tratto intestinale, oltre a possedere proprietà diuretiche.

Broccoli e fagioli

Alcuni particolari tipi di vegetali, come quelli sopra elencati, possono essere particolarmente difficili da digerire per alcuni di noi. Occhio anche a cavoli e cavolfiori

Considerazioni finali sugli alimenti utili per sgonfiare la pancia

Oltre al cibo, una sana e regolare attività fisica potrà portarvi sicuro giovamento. Anche una veloce camminata di dieci minuti aiuterà ad alleviare il vostro gonfiore, aiutando il gas a passare attraverso il tratto intestinale più velocemente. Ritagliatevi poi cinque minuti per essere sicuri di conoscere a fondo gli effetti collaterali delle medicine che state prendendo: molte possono causare costipazione e gonfiore, soprattutto se avete iniziato a prenderle da poco.

Molti alimenti e consigli utili per sgonfiare la pancia.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo alimenti sgonfia pancia

Alimenti sgonfia-pancia

Trovo molto interessante l'argomento, visto che è da un pò di tempo, soffro con tre patologie: di ipertensione arteriosa, di colesterolo, e anche con la prostata. E' importante per me, girovagare sui prodotti per fare una dieta che comprende le tre patologie, ed ho trovato molti prodotti di cui possono associre una dieta giusta ed equilibrata, in natura con una dieta a base di prodotti in natura, ho trovato la papaya, ed altri prodotti in erboristeria, cerco di fare questa dieta, e fra sei mesi farò degli esami per ognuna delle patologie, vi ringrazio per le informazioni che proponete a noi lettori.

Lascia il tuo commento: