Cibi ed alimenti disintossicanti

Quanti conoscono gli alimenti più disintossicanti per l'organismo? Pochi purtroppo, ma andiamo per grado, ad esempio a chi, dopo un’intensa giornata di lavoro, non piace rilassarsi sedendosi su un divano, davanti ad un caminetto in cui brilla del fuoco acceso, con un bel bicchiere di vino rosso in mano? la risposta è scontata, tuttavia nella società moderna per rilassarsi non basta più sorseggiare un buon vino rosso, ma preferiamo uscire con i nostri amici o colleghi a bere un drink in un buon bar per esempio; addirittura all’estero, e specialmente a Londra, le persone lavorano senza sosta dal lunedì al venerdì, e il sabato lo passano a divertirsi sin dal mattino, dove si recano nei bar per bere un gran bel boccale di birra forse senza nemmeno aver fatto colazione, e la domenica giustamente la passano a disintossicare il proprio fegato e il proprio stomaco.

Cibi ed alimenti disintossicanti

Alimenti disintossicanti

Lo stesso a volte accade ai nostri giovani, quando il sabato sera vanno a ballare e bevono molto, e ovviamente al mattino non si sveglieranno di certo in gran forma. E tutti questi drink, questo alcool che introduciamo nel nostro corpo non apporta nessun beneficio, in quanto esso non è un nutriente per il nostro organismo, ma anzi apporta solo calorie, e se assunto in grosse quantità molto frequentemente, può anche provocare dei danni al cervello, allo stomaco e al fegato.

Ed è per questo che viene consigliato dopo questi “festeggiamenti” di mangiare sano, effettuando attività fisica, e mangiando determinati cibi, aiutando così il naturale processo di disintossicazione del nostro organismo, che serve per eliminare le tossine che potrebbero attaccare i tessuti dei nostri organi.

Ecco perché qui di seguito elenchiamo venti alimenti che aiutano a disintossicare il nostro organismo

  • Il limone: infatti una dieta incentrata su di esso ha dimostrato di essere una delle più efficaci e semplici utile alla purificazione del corpo, e questo perché oltre ad essere ricco di vitamina C, il limone aiuta a ripristinare l’equilibrio acido-base nel nostro organismo, mantenendo un pH costante. Infatti in questi casi è molto consigliato bere una tazza d’acqua calda al mattino.
  • Acai Berry, queste bacche di Acai possono essere anche molto piccole, ma sono una delle più grandi fonti di antiossidanti, e inoltre sono i sostenitori più potenti del metabolismo dell’organismo umano. Gli antiossidanti proteggono il corpo dalla produzione eccessiva di radicali liberi, cioè delle sostanze chimiche che possono causare danni alle proteine, ai grassi, ai carboidrati, e al Dna. Inoltre ci sono alcuni studi che hanno dimostrato come i radicali liberi siano in parte responsabili dell’invecchiamento della pelle, per cui è meglio approfittare di questo “super-alimento” e farne scorta. La maggior parte dei negozi di alimenti naturali o anche le erboristerie vendono concentrati o compresse a base di estratto delle bacche di Acai.
  • Le bacche secche del Goji. Che cosa sono? Innanzitutto queste bacche, alle quali sarebbe utile prestare molta attenzione, sono dei frutti rossi che nascono dalla pianta del Goji, una pianta che cresce nel Tibet e in alcune zone della Cina del Nord. Il Goji, il cui nome scientifico è Lycium Barbarum, ed è una pianta arbustacea che può innalzarsi anche fino a tre metri di altezza, e i cui frutti sono appunto delle bacche carnose di colore rosso, che si trovano in commercio spesso in forma secca nei negozi di alimenti naturali o nelle erboristerie, e sono come delle piccole bombe di vitamine, ferro e beta carotene, un composto che può aiutare l’organismo a combattere il cancro e le malattie cardiache. Esiste anche il succo delle bacche di Goji puro al cento per cento, che quindi è come un nettare e non contiene nemmeno l’aggiunta di acqua, come invece spesso accade per i prodotti più commerciali.
  • I melograni: anche questi sono molto utili nella lotta contro i radicali liberi ed inoltre sono più facili da reperire. Ogni seme, che ha le tonalità e le sembianze dei gioielli, contiene un alto tasso di una specie di antiossidanti, che si chiamano flavonoidi, e poi contiene anche le vitamine A, C ed E, l’acido folico, il ferro, che supportano il sangue nel trasporto di ossigeno a tutte le cellule del corpo. E proprio grazie a questi benefici nutrizionali, i melograni sono famosi perché migliorano la qualità della pelle. E anche se non è possibile comprare quelli freschi, è sempre possibile acquistare nelle erboristerie i concentrati di succo di melograno.
  • La verdura: c’è un motivo da piccoli eravamo costretti da nostra madre a mangiare la verdura, e soprattutto quelle a foglia verde come i broccoli, i cavolini di Bruxelles, e le foglie come gli spinaci e i cavoli… questi non sono solo ad alto contenuto di fibre alimentari, che aiutano la digestione e l’escrezione delle tossine, ma inoltre contengono elevate quantità di vitamine A, C, ed E, ferro, beta carotene e calcio. Inoltre per ottenere il massimo dei benefici dalle verdure, possiamo mangiarle crude con insalata o soffriggerle leggermente con alcuni degli altri ingredienti disintossicanti.
  • L’aglio, che potrebbe rendere il vostro respiro un po’ cattivo, ma non si può negare che l’aglio fa bene alla salute, infatti ogni spicchio, è pieno non solo degli antiossidanti che combattono le tossine, ma contiene anche una sostanza chimica naturale chiamata allicina, che durante la digestione reagisce con il sangue per creare un prodotto in grado di uccidere molti batteri e virus pericolosi a cui l’organismo può offrire rifugio. L’aglio è anche famoso perché è efficace nel ridurre il colesterolo, nella regolazione della pressione sanguigna e nel favorire un cuore sano, e per ottenere il massimo dall’aglio possiamo aggiungerlo ad un pasto caldo verso la fine del tempo di cottura.
  • I semi di lino, di cui solo due cucchiai sono sufficienti a fornire oltre il cento per cento del nostro fabbisogno giornaliero di acidi grassi omega 3, ovvero di grassi buoni, che invece di depositarsi sui nostri fianchi, sostengono lo sviluppo sano delle nostre cellule. I semi sono anche ricchi di manganese e fibre alimentari, che aiutano il processo naturale della digestione e della disintossicazione del corpo.
  • Le mandorle brasiliane, che non sono salate e non sono processate, e sono fonti particolarmente potenti di un minerale chiamato selenio, che aiuta ad aumentare il numero di globuli bianchi che combattono attivamente le infezioni nel corpo, e che rafforza la loro capacità di combattere. E anche confezionate in quei duri gusci marroni, sono ricche di vitamina E, rame, magnesio, manganese, potassio, calcio e ferro, che sono essenziali per un sano funzionamento del corpo.
  • Il latte di cardo: il nostro fegato soffre molto quando viene sovraccaricato di lavoro, ed è per questo che durante ilo processo naturale di disintossicazione, l’aggiunta di latte di cardo mariano è spesso raccomandato, in quanto il fegato, tra le tante funzioni che svolge, rimuove le tossine nocive dal nostro organismo. Il cardo mariano ha dimostrato di proteggere e beneficiare il fegato, e può anche migliorarne le sue funzioni. Possiamo comprarlo sotto forma di tè o supplementi.
  • Tè bianco, estratto dalla giovane pianta del tè, quando le foglie hanno succhi più nutritivi. Il tè bianco è ricco di polifenoli, una classe di antiossidanti utilizzati dal nostro corpo per combattere i radicali liberi, e di catechine, un altro gruppo di antiossidanti che hanno dimostrato di ridurre il colesterolo.
  • Le ortiche, che sono di solito infestanti nel nostro giardino, prese in una tazza o in una zuppa tè, sono uno degli integratori alimentari più disintossicanti, ed inoltre hanno anche un effetto antinfiammatorio , che aiuta a curare le malattie della pelle come gli eczemi e l’acne, e aiuta infine ad eliminare i prodotti di scarto del nostro corpo grazie alle loro proprietà diuretiche, prevenendo così la ritenzione di liquidi.
  • Il riso integrale: una porzione di riso al giorno fornisce una ricca dose di vitamine del gruppo B, proteine, manganese, selenio e magnesio, e contiene inoltre grandi quantità di fibra alimentare, e dovrebbero essere reperibili in tutti i supermercati.
  • L’alga o fuco è stata un ingrediente base della dieta giapponese per secoli, e non senza una buona ragione. Ultimamente gli scienziati sono stati in grado di identificare non meno di venticinque vitamine e minerali in esso, e anche lati livelli di magnesio e sodio.
  • Il crescione, ricco di vitamina B1, B2, B6, C, ed E, e minerali come il manganese, il potassio e il carotene, e questo rende il crescione un potente agente detergente, che migliora la digestione e nutre la pelle, mentre le sue proprietà diuretiche aiutano ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso. Il Crescione è una ricca fonte anche di iodio.
  • L’acqua, che costituisce circa il settanta per cento del nostro corpo, ed è essenziale per eliminare le tossine dall’organismo, e mantiene non solo il cervello sempre idratato e perfettamente funzionante. È importante bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno.
  • Curcuma: molte diete raccomandano di evitare l’utilizzo delle spezie, ma queste fanno davvero così male? Ma questa spezia in particolare, definita anche spezia d’oro, contiene una sostanza chimica naturale chiamata curcumina, che ha proprietà infiammatorie e che combatte le infezioni, aiutando a liberare il corpo dai microorganismi indesiderati e accelerare la rimozione delle tossine.
  • Dente di leone, che è un fiore ritenuto tonico per il fegato, ha proprietà diuretiche, contribuisce a purificare il corpo dalle tossine e ad espellere i liquidi in eccesso, e contiene le vitamine A, C, e D e lo zinco, il ferro e il potassio, necessari per il corretto funzionamento dei reni.
  • La bardana: la pianta di bardana appartiene alla famiglia delle margherite, ed è stato usato per secoli per le sue proprietà curative, infatti è un forte antibatterico e un antifungino, ed è talvolta utilizzata per trattare le ulcere e i problemi digestivi, ed è anche un diuretico.
  • I legumi: qualsiasi processo di guarigione ha bisogno del supporto di proteine ed energia e l’organismo li recupera dai legumi, come i fagioli, i piselli e le lenticchie. Le proteine sono essenziali per la riparazione dei tessuti danneggiati del corpo, così come per la funzione delle cellule sane. I legumi inoltre contengono una quantità elevata di fibra alimentare.
  • I finocchi, che sono ricchi di vitamina A, C, potassio e manganese, e sono stati a lungo usati come rimedi per disturbi digestivi, oculari e difficoltà respiratorie,e  aiuta a ridurre il gonfiore nel corpo ed espelle i liquidi in eccesso.

Considerazioni sugli alimenti più disintossicanti

Ovviamente che tra questi ingredienti ci siano delle erbe e dei fiori, non vuol dire mica che adesso dobbiamo andare nel nostro giardino e sradicare denti di leone, ortiche o quant’altro, poiché la parte di queste piante che contiene tutti questi principi nutritivi è la radice. E molto spesso possiamo combinare questi ingredienti tra loro, ad esempio un’ottima ricetta combinata più di un alimento può essere data dalla combinazione di alcune verdure verdi con i legumi e l’aglio per fare un buon curry, utile per aiutare ancora di più il nostro fegato a disintossicare il nostro organismo possiamo servirli con il riso ed il nostro piatto disintossicante è pronto!

Alimenti più buoni e disintossicanti per l'organismo.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cibi ed alimenti disintossicanti

Cibi e alimenti disintossicanti

Sono compiaciuto di queste bellissime notizie, molto chiare e molto interessanti. Grazie

Alimenti disintossicanti molto interessanti

Molto interessante.Grazie

Grazie per le informazioni sui cibi disintossicanti

Informazioni sintetiche ma preziose

Cibi e medicinali intossicanti e allergici

Grazie mi è stato molto utile per capire come fare a curare alcuni disturbi di cui soffro in modo naturale visto che sono intollerante ed allergica alla maggior parte di antinfiammatori e medicine

grazie mi avete dato notizie utilissime per la mia salute

Notizie sugli alimenti disintossicanti

ho trovato molto interessante e istruttivo queste notizie , ne farò tesoro la ringrazio molto

Il più importante alimento disintossicante

Complimenti perché avete citato l'elemento più importante ma spesso dimenticato nelle terapie di disintossicazione: l'acqua!
Infatti l'utilizzo di piante e ortaggi senza il giusto e dovuto apporto d'acqua servono a ben poco.

Lascia il tuo commento: