Colite ed alimenti consigliati

Contro la colite è fonadamentale conoscere gli alimenti consigliati ed evitare di conseguenza gli altri meno salubri, la colite ulcerosa è un’infiammazione cronica che causa infezioni ed infiammazioni del retto e dell’intestino crasso. Chi ne soffre versa in una condizione particolarmente dolorosa, che può debilitare un individuo per periodi di tempo anche lunghi. Le membrane mucose del colon si infiammano e piccole aree danneggiate, “ a sacchetto”, vanno a formarsi sulla zona infettata.

Colite ed alimenti consigliati

Colite alimenti consigliati

La diagnosi della colite può essere difficile, dal momento che i sintomi della malattia di Crohn, un’altra malattia infiammatoria intestinale, sono molto simili.

Questa condizione può essere acuta o cronica, e colpisce in particolar modo i giovani e gli adulti all’inizio della loro mezza età. Ci sono diversi tipi di colite, classificate secondo una cala di gravità che va dalla più clemente alla più grave. Le Enteriti e le Ileiti sono particolari tipi di infiammazione dell’intestino tenue spesso associate alla colite. La più grave manifestazione della colite è la colite ulcerosa. In questa condizione, il colon è contemporaneamente infiammato e ricoperto di ulcere. Una corretta diagnosi ed un trattamento tempestivo sono importanti per la gestione dei sintomi,  che possono includere crampi nella zona addominale, diarrea, e un bisogno quasi continuo di evacuare. Spesso si può riscontrare la presenza di sangue nelle feci, o feci acquose con muco e pus. Forti dolori addominali e coliche sono come detto tipici, come una fastidiosa febbre a presenza intermittente ed irregolare. Possono verificarsi infine importanti emorragie e perforazioni.
Alcune delle cause della colite possono risiedere nelle cattive abitudini alimentari, nello stress, od in un'allergia a determinati cibi. Un test per stabilire la propria sensibilità al cibo è consigliato. La dieta è probabilmente il fattore più significativo nella remissione della colite.

Una dieta sana impostata con i giusti alimenti, infatti,  può aiutare l’ammalato a migliorare i sintomi e prevenire le complicanze del suo male

  • Mangiate leggero -  Durante l’acutizzarsi dei sintomi della colite, che possono andare e venire episodicamente, evitate cibi speziati e ricchi di grassi e fibre, che potrebbero andare a peggiorare i vostri dolori addominali, causarvi diarrea ed altri sintomi. Il consiglio dei dottori durante questi periodi è di mangiare cibi leggeri, come ad esempio petto di pollo al forno privato della pelle, che dovrebbe essere preferito a carni speziate o piccanti, così come il purè di patate dovrebbe essere preferito alle patatine fritte. Altri esempi di alimenti delicati che non sacrifichino il sapore possono essere pasta ben cotta, banane schiacciate,  pane bianco senza la crosta,  uova strapazzate, preparate però senza l’ausilio del burro.
  • Lo Yogurt - Lo yogurt fornisce un elevato ammontare di proteine, che contribuiscono ad una più efficiente riparazione dei tessuti ed alla funzionalità del sistema immunitario. Inoltre,  fornisce nutrienti come il calcio e la vitamina D, che aiutano a prevenire carenze nutrizionali. Esso, oltretutto, fornisce anche i batteri cosiddetti probiotici,  batteri "amici" che possono contribuire a ristabilire la salute dell'apparato digerente e ad alleviare i sintomi della colite. I probiotici possono migliorare la digestione se si soffre di intolleranze alimentari. Un consumo abituale di yogurt che contengano culture vive ed attive di batteri, come ad esempio il lactobacillus, vi regaleranno il massimo giovamento.
  • I principali alimenti da assumere  -  Eccovi una piccola lista di integratori e principi nutritivi che non dovrebbero mancare nella vostra dieta, e che potete assumere anche sotto forma di compressa se gli alimenti che assumete non ne contengono abbastanza. Assumere un apporto supplementare di enzimi proteolitici, due compresse fra i pasti, è di grande importanza per una corretta alimentazione. Gli enzimi multi digestivi sono enzimi anti infiammatori, e due compresse dopo i pasti non potranno che farvi un gran bene. L’Acidophilus, da assumere due volte al giorno a stomaco vuoto, normalizza i batteri intestinali. Potete assumere anche integratori di proteine e di vitamina K, capsule di vitamina A ed E, la vitamina B, che è essenziale per una corretta digestione e per la lavorazione di grassi, proteine e carboidrati. L’aglio è un antibiotico naturale e due capsule per pasto vi potranno aiutare. Un integratore minerale con aggiunta di calcio, magnesio e zinco, integratori di acidi grassi insaturi, di vitamina C con bioflavonoidi: le possibilità e gli aiuti sono veramente tanti, a voi consultare un esperto per tracciare la strategia ottimale per curare la vostra alimentazione al meglio.

Per finire, ecco qualche piccolo suggerimento di carattere generale

La cosa più importante da fare è probabilmente tenere un registro giornaliero di ciò che è stato mangiato. Annotando i fatti del giorno, prestate attenzione a cosa vi ha disturbato ed a cosa è stato ingerito senza conseguenze. Questo strumento potrà aiutarci a notare i cibi che hanno aggravato o migliorato le nostre condizioni. La sensibilità a certi alimenti, come le comuni intolleranze a prodotti contenenti lievito, amido e prodotti caseari, può essere scoperta in questo modo. Fate si che la vostra dieta sia ricca di fibre. Crusca, avena, riso integrale, orzo e altri cereali integrali, lenticchie e prodotti correlati  dovrebbero essere inclusi nelle vostre abitudini alimentari. Non esagerate coi grassi, possono esacerbare i problemi di diarrea che spesso accompagnano la colite. Cibi piccanti e caffè possono irritarvi oltremodo,  così come i cibi fritti o salati cui vanno decisamente preferiti quelli alla griglia od al forno. Evitate le salse, il più delle volte non contengono a di buono per chi soffre di questi problemi. Se non riuscite a tollerare le verdure crude, preparatele al vapore.
Bevete molta acqua; la diarrea vi potrà causare una notevole disidratazione, ed avrete bisogno di assumere molti liquidi per recuperare. Se volete mangiare frutta, non mangiatela a stomaco vuoto ma sempre a fine pasto. I succhi di frutta devono essere diluiti con l’acqua.

Considerazioni finali dedicate agli alimenti consigliati in caso di colite:

Questo è quanto, le raccomandazioni sono finite. Confidiamo che queste poche informazioni vi sappiano indirizzare verso uno stile alimentare compatibile con il vostro male, se già avete la sfortuna di soffrirne, o che possano aiutarvi a prevenirlo, evitando quegli errori e quelle abitudini insane che buona parte di noi non abbandona finché non è troppo tardi ed il problema non si è già presentato. Noi abbiamo detto la nostra, adesso tocca a voi!

Informazioni utili per scegliere al meglio gli alimenti consigliati contro la colite.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo colite ed alimenti consigliati

Informazioni sulla colite interessanti

vi ringrazio tanto delle informazioni sulla colite ne farò tesoro grazie grazie.

Colite

bellissimo articolo, grazie

Grazie per le vostre indicazioni sul problema colite

grazie in modo semplice e comprensibile mi avete dato indicazioni precise , senza aver usato paroloni incomprensibili. grazie

Consigli per la colite che cercherò di seguire

Grazie mille... Cercherò di mettere in pratica i vostri consigli !

Colite

grazie per la semplicita' del vostro servizio

colite ed alimenti consigliati

colite ulcerosa: grazie per la semplicita' del vostro servizio.

Consigli che avevo bisogno in caso di colite

Grazie mille dei vostri consigli ,ne avevo proprio bisogno ,grazie ancora

Lascia il tuo commento: