Emorroidi ed alimenti

Curare la propra alimentazione in caso di emorroidi è molto importante, e conoscere quali alimenti preferire e quali invece evitare, farà la differenza nella lotta contro le emorroidi.

Quali sono gli alimenti da evitare e preferire per le emorroidi? Le emorroidi sono varicosità delle vene che si trovano a livello rettale: questa particolare posizione sottopone queste vene al contatto con l’attività di continenza e di evacuazione, e questo può provocare fenomeni patologici come infiammazioni anche molto fastidiose. I principali sintomi che tradiscono la presenza di emorroidi sono perdite di sangue, prurito e generalmente anche dolore.

Emorroidi ed alimenti

Emorroidi alimenti

Si tratta di sintomi di sicuro molto fastidiosi e spesso invalidanti nella quotidianità, ma che si possono comunque alleviare sia attraverso piccole variazioni al proprio stile di vita sia attraverso dei rimedi fai da te.
Non importa di che tipo di emorroidi si soffra, ossia se si tratti di emorroidi interne piuttosto che sporgenti: in entrambi i casi si possono ridurre le dimensioni dei vasi sanguigni infiammati attraverso l’alimentazione.
Per questo motivo è importante individuare sia i alimenti da evitare sia quelli che invece possono aiutare a curare questa spiacevole patologia anorettale.

Alimenti da evitare con le emorroidi:

Per prima cosa è necessario capire quali cibi sono controindicati in presenza di emorroidi. Generalmente si tratta di alimenti che favoriscono la stitichezza, peggiorando la situazione della patologia emorroidale vista la difficoltà di defecazione che si genera e la difficoltà nell’espellere le feci.

Innanzitutto sono da evitare i cibi a basso contenuto di fibre, perché si tratta di alimenti che non favoriscono il transito intestinale, causando in questo modo costipazione e stitichezza. Al contrario, i cibi ricchi di fibre migliorano la qualità e la consistenza delle feci: infatti feci troppo dure provocano uno sforzo per evacuarle che può favorire la rottura dei vasi sanguigni a livello anale.

Tra gli con un basso contenuto di fibre si trovano:

  • I cereali raffinati, come la pasta ed il pane bianco
  • I prodotti da forno non integrali, come gli snack, le torte e le varie merendine.

Oltre agli alimenti poveri di fibre, bisogna assolutamente evitare anche i cibi troppo piccanti: il peperoncino, ad esempio, può contribuire a peggiorare la formazione di emorroidi. È per questo che bisogna evitarlo nell’insaporire i propri piatti se si soffre di questo disturbo.

Anche il caffè e l’alcool non sono indicati, poiché si tratta di alimenti considerati irritanti per la mucosa anale, e rischiano così di provocare attacchi di diarrea, che potrebbero causare un aggravamento di situazione.

Ovviamente non si tratta di cibi da evitare del tutto e da bandire completamente dalle proprie tavole, ma è importante ricordarsi di consumarli in modiche quantità e di sicuro non quotidianamente.

Alimenti consigliati e da preferire in caso di emorroidi

Una dieta ricca di fibre è fondamentale per prevenire ed eliminare la stipsi, anando così una delle cause che favoriscono le emorroidi. Le fibre si trovano soprattutto in frutta e verdura, ma si possono trovare in altissima concentrazione soprattutto nella crusca.

Proprio perché la crusca è un alimento dal contenuto di fibre particolarmente elevato, è importante integrarla molto lentamente nella propria dieta, incrementando gradualmente le dosi nell’arco di un paio di settimane, onde evitare attacchi di dissenteria. All’inizio l’organismo, non essendo abituato, potrebbe reagire con la produzione di maggiori quantità di gas intestinale, ma si tratta di una semplice contingenza che si risolve nel giro di una o due settimane.

Tra gli alimenti da utilizzare per combattere la presenza di emorroidi, si ricordano soprattutto i seguenti:

  • I succhi di frutta: ottimi contro le emorroidi, sono da preferire specialmente i succhi di bacche scure, magari mescolati in parti uguali con del succo di mela. I succhi di bacche scure sono quelli di ciliegie, more e mirtilli: questi frutti contengono sostanze come gli antociani e le proantocianidine, che riducono il gonfiore e le dimensioni delle emorroidi, tonificando e rafforzando le vene. È necessario bere almeno un bicchiere al giorno di questi succhi di frutta.
  • Le bacche di ribes rosso e nero: i ribes sono frutti ricchi di vitamina C, rutina e minerali. Questa composizione rende il loro succo prezioso nella cura delle emorroidi. Hanno inoltre una piccola quantità di acidi grassi GLA che, producendo prostaglandine, tengono a bada il dolore fisico causato da questa patologia. È importante ricordarsi di bere uno o due bicchieri al giorno di succo di ribes nero o rosso.
  • Alimenti ricchi di ferro: il ferro è un costituente fondamentale del sangue, e ovviamente può essere perso in grandi quantità con il sanguinamento provocato dalle emorroidi. Per questo è fondamentale avere sempre livelli adeguati di ferro nel sangue.

Gli alimenti ricchi di ferro sono:

  • Il fegato di pollo
  • Il granchio al vapore
  • L’alga Kelp
  • Le prugne secche
  • Le albicocche secche
  • I semi di girasole
  • I pistacchi
  • Gli anacardi, le mandorle e i semi di sesamo
  • Le patate al forno
  • La bietola cotta
  • L’uvetta
  • I broccoli lessi
  • Il tonno
  • I fagioli di Spagna e le fave
  • Il melone

Tra gli alimenti ricchi in ferro sopra elencati, bisogna soprattutto prendere in considerazione il melone, che è uno tra i migliori cibi contro le emorroidi. Infatti il melone è un’ottima fonte di vitamine e minerali, ha un alto livello di beta-carotene che favorisce e migliora la circolazione sanguigna, e fornisce un valido aiuto contro la stitichezza.

  • Lo zenzero, l’aglio e la cipolla: si tratta di tre piante da aggiungere alla propria alimentazione, perché ognuna di queste favorisce la scissione della fibrina. La fibrina è una proteina utilizzata nella coagulazione del sangue: non a caso la fibrina è fondamentale per l’organismo, visto che aiuta a riparare traumi e lesioni a livello dei tessuti, degli organi e delle arterie. Tuttavia ci sono casi in cui il corpo può avere una sorta di “iper-reazione”, accumulando troppa fibrina e causando così infiammazioni delle arterie, in particolare a livello anale.
  • Olii: ad ogni pasto sarebbe il caso di usare olio d’oliva, olio di semi di lino e aceto di mele per condire l’insalata, le zuppe e le pietanze che si mettono sulla propria tavola, ovviamente laddove risulta appropriato l’utilizzo di questi condimenti. Oppure, alla fine di ogni pasto, si può assumere una capsula di olio di pesce, una delle sostanze più importanti da usare quotidianamente contro le emorroidi poiché migliora la circolazione sanguigna.

Alimenti che evitano il sanguinamento emorroidario, come:

  • L’erba medica “Alfalfa”
  • I vegetali a foglia verde
  • La melassa “Blackstrap”
  • I semi di lino, ricchi di olii omega-3, che riducono l’infiammazione e il dolore. Inoltre i semi di lino hanno un ottimo contenuto di fibre.

Considerazioni finali dedicate agli alimenti da evitare e contro le emorroidi:

Occorre specificare che le cause di questa patologia non sono da ricercare esclusivamente nell’alimentazione, ma in tantissimi altri fattori, come la predisposizione soggettiva, la sedentarietà, la postura, l’assunzione di determinati farmaci, l’età e la gravidanza ed il ciclo mestruale nelle donne. Tuttavia la giusta alimentazione ed un corretto stile di vita possono fare davvero molto in questi casi.

Una volta conosciuti i cibi da evitare e quelli da integrare, il gioco è fatto. Tantissimi sono i rimedi alimentari che possono dare sollievo, riducendo il sanguinamento, diminuendo il gonfiore, eliminando il prurito e curando e prevenendo le emorroidi.

Una volta modificata la propria alimentazione ed il proprio stile di vita in questo senso, si possono vedere i primi risultati nel giro di pochissimo tempo, soprattutto per ciò che riguarda le emorroidi più interne, anche dette di I grado. Per ciò che riguarda invece i casi più gravi, come quelle più difficili da riposizionare all’interno del canale anale, è necessario rivolgersi a trattamenti medici.

Consigli dedicati agli alimenti utili e quelli da evitare per le emorroidi.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo emorroidi ed alimenti

Alimenti da evitare in caso di emorroidi

ottima relazione, anke se da altre parti ho letto che le cipolle sono da evitare come la frutta secca. Quali sono gli alimenti ricchi di fibre? Grazie e ciao

Come arrestare il sanguinamento dovuto alle emorroidi?

il mio terrore è il sanguinamento, cosa prendere per arrestarlo in fretta

Grazie per le prezione informazioni sugli alimenti utili e non per l'emorroidi

Adoro il tè verde e lo bevevo quotidianamente (unico alimento della mia alimentazione che poteva darmi problemi riguardo alle mie emorroidi). Poi documentandomi ho scoperto,purtroppo(o per fortuna),che era la causa delle mie crisi emorroidarie e sanguinamenti. Ho smesso di assumerlo da circa 10 giorni e il problema si è risolto al 99%!!!! Grazie per le preziose informazioni ma è dura non potermi rilassare con una bella tazza di tè verde! Ciao

Emorroidi e diario alimentare

Stress e tisane: Queste le cause principali nel mio caso! Anche il caffè al ginseng mi provocava sanguinamento. Credo che un diario alimentare possa aiutare molto. Grazie per i suggerimenti! Buon lavoro :-)

Emorroidi e alimentazione: articolo interessante

Ho trovato l'articolo molto interesssante ed esauriente.

Articolo su alimentazione e emorroidi molto esauriente

Ho trovato l'articolo molto interessante e utile. Grazie molto esauriente.

Utilissimo approfondimento sulle emorroidi e l'alimentazione

Grazie, utilissimo. Molte cose non le sapevo.

Consigli, cibi e bevande utili per le emorroidi

interessante,.Grazie dei consigli non ero a conoscenza dei cibi e delle bevande utili per ridurre il dolore causato dalle emorroidi.

Altri rimedi naturali per le emorroidi

Anche i rimedi naturali che si trovano presso alcune farmacie e erboristerie possono risolvere egregiamente sono prodotti composti di un mix di componenti vegetali e curativi quali: propoli, aloe vera (barbadensis), estratto di semi di pompelmo, ulivo, uncaria tomentosa (unghia di gatto) erba di grano. Si trovano sottoforma di un pratico gel eudermico.

Informazioni sulle emorroidi

Su Google ho trovato molte informazioni sull'argomento, ma non tutte sono scritte cosi bene. Complimenti

Regolarsi in caso di emorroidi

Ottimo articolo, mi regolerò di conseguenza; vorrei aggiungere che, per chi soffre di questa patologia sono da evitare in primis i pomodori ed i sughi. Io da quando evito questi due alimenti (che per me erano la prima fonte di sostentamento e soprattutto di "gustosità"), ho semi risolto il problema in toto. Mi rimane purtroppo la costante infiammazione dopo la defecazione. Ma anche lì, bisognerebbe essere più rapidi e evitare di rimanere troppo seduti e/o in piedi. Comunque ho avuto un progresso enorme già solo con l'eliminazione dei pomodori e del sugo.
Ringrazio per la considerazione, distinti saluti Alessandro B.

Consigli per le emorroidi

E' stato molto interessante e cercherò di mettere in pratica i vostri consigli... è veramente un dolore e un disagio e spero che passi .

Lascia il tuo commento: