Intolleranza lattosio ed alimenti

L'intolleranza al lattosio è una problematica dei giorni nostri che può essere identificata con un semplice test e contenuta con una corretta alimentazione apposita.

Conoscere gli alimenti consigliati per le persone intolleranti al lattosio è la prima mossa contro questa specifica intolleranza, il latte è un alimento molto importante per il nostro organismo, talmente importante che i neonati fino ai quattro mesi di vita si nutrono esclusivamente di esso, ma vi sono persone che non sono in grado di digerirlo, o meglio non sono in grado di digerire un suo componente, il lattosio, per vari motivi. Queste persone soffrono di “intolleranza al lattosio”.

Intolleranza lattosio ed alimenti

Alimenti intolleranza lattosio

Cosa è il lattosio

Il lattosio è uno zucchero complesso, formato da glucosio e da galattosio, che si trova nel latte e nella maggior parte dei suoi derivati (i formaggi dolci, molli e salati, il gelato e lo yogurt).

Cosa è l’intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio è l’insieme di sintomi che si possono manifestare durante l’incapacità di digestione del latte, non è un’allergia, esiste pure l’allergia ma quella è alle proteine del latte e dunque un altro discorso. Si stima che circa il 70% della popolazione mondiale sia intollerante al lattosio, senza distinzione fra i due sessi, mentre per quanto riguarda l’età è molto comune che si verifichi in età avanzata o comunque dopo l’adolescenza. Il nostro corpo, all’altezza dell’intestino tenue circa, produce un enzima, detto lattasi, che permette di scindere il lattosio nei suoi due componenti: il glucosio e il galattosio, che essendo zuccheri semplici vengono assorbiti immediatamente dal nostro organismo. L’intolleranza viene a presentarsi non appena il nostro corpo non produce più l’enzima lattasi e dunque non si riesce a scindere il lattosio, che non correttamente digerito, rimane nell’intestino e viene fatto fermentare dalla flora batterica intestinale con conseguente produzione di gas e di diarrea.

Questa deficienza può avvenire per vari motivi:

  1. Si può avere sin dalla nascita e solitamente si manifesta intorno ai sei anni di vita
  2. La non assunzione di latte e di suoi derivati contenenti il lattosio per un prolungato periodo di tempo può portare l’organismo a non produrre più l’enzima lattasi
  3. Può essere momentanea o durare solo certi periodi ad esempio si può manifestare a causa di diarrea acuta infettiva
  4. Per induzione di altre malattie come la celiachia, la gastroenterite, i tumori, problemi all’intestino e la malnutrizione
  5. L’enzima lattasi inizia a diminuire in età prescolare e potrebbe scomparire del tutto in età adulta

Test per l’intolleranza al lattosio

Il test per diagnosticare l’intolleranza si chiama “Breath test” o H2BT lattosio.
H2 perché quello che viene rilevato dallo strumento è l'idrogeno in forma molecolare (H2 appunto),
BT sta per breath test. Il test consiste nel soffiare ogni 15-30 minuti all'interno di un tubo di cartone collegato ad strumento in grado di rilevare la concentrazione di ioni idrogeno. Tale test dura diverse ore perché vengono fatte diverse rilevazioni: la prima senza avere assunto lattosio, in seguito facendo assumere 12 g di lattosio a distanza di un’ora da una dose all’altra, durante le quali vanno facendo diverse rilevazioni. Si risulta intolleranti al lattosio se si rileva un picco di concentrazione di idrogeno nel respiro.
E’ possibile pure eseguire un test specifico del sangue.

I sintomi da intolleranza al lattosio

Se si è affetti da intolleranza al lattosio i sintomi (si manifestano in genere da 30 minuti alle 2 ore successive al consumo di lattosio) più comuni sono i seguenti:

  • Diarrea
  • Flatulenze
  • Gonfiore di stomaco
  • Dolori addominali
  • Possibile perdita di peso
  • Nausea
  • Crampi addominali
  • Meteorismo
  • Vomito
  • Stanchezza fisica senza apparente motivo

Sintomi che si accentuano se si continuano a consumare alimenti a base di lattosio è dunque importante consumare pasti alternativi evitando il latte e i suoi derivati.

Problemi da intolleranza al lattosio

Quando viene a mancare l’assunzione del latte, non solo non si sta assumendo l’enzima lattasi, ma non stiamo assumendo pure tutto ciò che contiene il latte quale il calcio e alcuni tipi di proteine. Quindi si vengono ad avere problemi soprattutto alle ossa che diventano più fragili e facilmente soggette a rottura.

Alimenti consigliati da consumare per l’intolleranza al lattosio

L’alimentazione risulta fondamentale soprattutto quando si hanno intolleranze legate ad essa e il tutto dipende anche da quanto si è intolleranti all’enzima in questione. Meno si è intolleranti più alimenti si possono mangiare, dunque è opportuno controllare la quantità di lattosio nei cibi in maniera tale da poter stabilire quali è possibile mangiare e quali no.

Per quanto riguarda l’intolleranza al lattosio, non esiste una vera cura, l’unica cosa da fare è evitare di mangiare alimenti ricchi di lattosio, ad esempio si può seguire la seguente dieta:

  • Per colazione: una tazza di cereali ricchi di fibre, della frutta fresca e del latte di soia o basso contenuto di lattosio (se tollerato) e / o pane integrale di grano o pane tostato. Da bere del the o del caffè con latte di soia o basso contenuto di lattosio.
  • Per pranzo: dei panini preparati con pane integrale e carne di manzo magra oppure pesce in scatola come il salmone (includono le lische per avere un apporto di calcio) e insalata, si può condire con margarina senza latte, se necessario. Della frutta in scatola o fresca. Bere dell’acqua, del tè, dei succhi di frutta diluiti o del cappuccino fatto con latte di soia.
  • Come pasto principale: come bevanda acqua con succo di limone. Come primo si può mangiare del riso al vapore, come secondo del pollo con un contorno di verdure. Ovviamente non ci sono limitazioni per la frutta. Come dessert si può consumare del gelato privo di lattosio, della crema di latte di soia o a basso contenuto di lattosio.
  • Per merenda o spuntino: nessun problema per quanto riguarda la frutta fresca, i crackers o i pop-corn. Si può mangiare del pane tostato con margarina priva di lattosio. Come bevande acqua, succhi di frutta, tè, caffè o cioccolata calda a base di cacao e latte di soia.

Principali alimenti da ridurre in caso di intolleranza al lattosio:

  • latte
  • yogurt
  • formaggi
  • gelato
  • crema
  • insalata russa
  • maionese
  • biscotti
  • cioccolato e derivati
  • ovviamente i dolci
  • e molti altri...controllare le etichette per verificare la presenza di proteine del latte o lattosio (farmaci compresi)

Latticini ed altri alimenti ad ad alta digeribilità:

La tecnologia moderna ha prodotto il latte ad alta digeribilità, ovvero il latte privo dell’enzima lattasi (del tutto o parzialmente) che risulta dunque digeribile pure dalle persone intolleranti. Così come l’enzima lattasi non è affatto presente, invece, negli olii, negli alcolici e nello zucchero. Se l’intolleranza è lieve possibile controllare i sintomi bevendo il latte durante i pasti, sostituendo i prodotti freschi con quelli fermentati, bevendo latte povero di lattosio. Levare il lattosio dalla nostra dieta non è molto facile poiché, oltre al fatto che si trova in molti alimenti.

E’ importante mangiare alimenti ricchi di calcio come:

  • Le verdure a foglia verde
  • I fagioli
  • I piselli
  • Le sardine
  • Il salmone
  • Le mandorle

Considerazioni sugli alimenti consigliati e quelli da evitare in caso di intolleranza al lattosio:

Il calcio è indispensabile per l’organismo poiché favorisce la formazione delle ossa e dei denti, contribuisce alla coagulazione del sangue e al funzionamento di tutti i muscoli. Si ricorda, inoltre, che molto spesso il deficit di lattasi è solo parziale e che la quantità di lattosio tollerata varia da individuo ad individuo e può modificarsi nel tempo. Bisogna fare attenzione che il lattosio può nascondersi anche in alimenti al di fuori del latte ad esempio negli insaccati come il prosciutto cotto, alcune verdure come i cavoli, le frittelle, i surgelati, alcuni farmaci, preparati per torte e per biscotti, alcune carni, la purea di patate istantanea e alcuni spuntini, inoltre alcune persone sono così intolleranti  da non poter mangiare neppure alimenti come i biscotti o  le torte. E’dunque importante leggere le etichette degli ingredienti prima di mangiare.

Consigli ed alimenti da evitare e preferire con l'intolleranza al lattosio

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo intolleranza lattosio ed alimenti

io avrei voluto una tabella

Intolleranza che peggiora con questi alimenti...

ho già provato tutto ma non ho avuto nessun risultato anzi con questi alimenti peggiora....

Sono intollerante al lattosio ed ho spesso disturbi gastrointestinali

Convivio da 7 anni con questo problema,e seguo costantemente una dieta priva di lattosio ma spesso ho disturbi gastrointestinali

Altri alimenti da evitare per chi soffre di intolleranza al lattosio

Buongiorno, vorrei suggerire altri cibi da consumare tra gli insaccati, come, bresaola e prosciutto crudo, e tra i formaggi il parmiggiano. Per quanto riguarda la frutta ci dovrebbero essere alcuni tipi che non si possono mangiare, ma al momento non ricordo bene.
Buona giornata a tutti.

Sono intollerante da 3 anni...

Non è vero che frutta e verdura contengono lattosio... Sono le uniche cose che di possono mangiare senza problemi... Il lattosio è presente solo nel latte e i suoi derivati se non trattati diversamente!!

Lascia il tuo commento: