Trigliceridi e alimenti

I livelli di trigliceridi alti sono comuni in una alimentazione scorretta, conoscendo gli alimenti che abbassano naturalmente i trigliceridi sarà possibile arginare con semplicità tale problematica.

Sapere quali alimenti sono ricchi di triglieridi e quindi vietati è il miglior modo per scegliere gli alimenti utili per abbassare i trigliceridi da inserire nella propria dieta.Da sempre la cucina mediterranea è ritenuta quella più salutare in assoluto, infatti alcuni studi effettuati anni addietro hanno dimostrato che l’incidenza delle malattie cardiopatiche nelle popolazioni mediterranee era ridotta rispetto a paesi ad esempio come la Finlandia, e alcuni studiosi riuscirono a intuire che ciò era dovuto ad un consumo minimo di grassi saturi a favore di un enorme utilizzo di grassi vegetali.

Trigliceridi e alimenti

Trigliceridi alimenti

Ma negli ultimi anni il regime alimentare è molto cambiato, e si è avvicinato sempre di più allo stile di vita americano. Di fatto, aumenta sempre di più il numero delle persone che soffrono di ipertensione arteriosa, di ipercolesterolemia, di ipertrigliceridemia, ecc, e ovviamente anche il tasso d’incidenza delle malattie cardiopatiche è aumentato, infatti al giorno d’oggi in Italia le persone decedute a causa di malattie cardiache sono circa la metà dei decessi totali.

Allora cosa si può fare per riportare la nostra salute a quella di un tempo? Prima di procedere con i farmaci, iniziamo da qualcosa di più semplice: come primo obiettivo miglioriamo la nostra alimentazione, diminuendo i trigliceridi, i grassi animali e l’eccesso di colesterolo, poiché recano danni al nostro organismo. Cominciamo dall’inizio.

Cosa sono i trigliceridi?

I trigliceridi sono una molecola chimica composta da uno zucchero e da tre acidi grassi, e svolgono nel nostro organismo funzioni di riserva energetica ma si trovano anche circolanti nel sangue. I trigliceridi vengono formati dai grassi alimentari che noi assumiamo con la dieta e vanno così a costituire le nostre riserve energetiche, da cui il nostro organismo può attingere ogni volta che ne necessita. Per quanto riguarda invece i trigliceridi che si trovano liberi nel sangue, la quantità massima considerata nella norma è meno di 200 milligrammi per decilitro di sangue, ma è bene tenere i propri trigliceridi al di sotto dei 150 milligrammi per decilitro di sangue per ritenersi completamente fuori da tale rischio. Un alto tasso di trigliceridi è forse uno tra i fattori di rischio più importanti per ictus e malattie cardiache, infatti, uno studio recente ha dimostrato che se anche un individuo ha il colesterolo basso, avere i trigliceridi alti gli da due probabilità su tre di avere ictus o malattie cardiovascolari. Inoltre i trigliceridi possono essere indicativi per diagnosticare il diabete o una forte sensibilità ai carboidrati semplici.

Come abbassare ridurre il tasso di trigliceridi?

Diciamo che ci sono due modi per ridurre tale valore:

  1. Utilizzare dei farmaci;
  2. Seguire un’adeguata alimentazione.

Purtroppo soltanto una delle due soluzioni arreca al nostro organismo esclusivamente benefici, questo perchè i farmaci per l’abbassamento dei trigliceridi hanno gravi effetti collaterali, infatti l’American Heart Association raccomanda l’utilizzo di tali farmaci solo dopo che sono state considerate tutte le altre alternative. E inoltre seguire una dieta equilibrata porterà dei benefici a tutto il resto dell’organismo oltre che ridurre il rischio di ictus e morte cardiaca improvvisa di quasi la metà.

Per abbassare i trigliceridi, come è facile intuire, esistono alimenti consigliati e vietati:

  • Diminuire l’apporto di zuccheri:  caramelle, biscotti, crostate, dolci, gelati, succhi di frutta, questo perché lo zucchero è uno dei principali fattori che fanno incrementare il tasso di trigliceridi nel sangue, quindi bisogna diminuire la quantità di cibi ad alto indice glicemico (cioè ad alto contenuto di zuccheri);
  • Diminuire o eliminare del tutto l’alcool: l’alcool è un alimento che non apporta nessun nutriente al nostro organismo sebbene  invece apporti  una notevole quantità di energia proprio perché è costituito quasi esclusivamente di zuccheri, che come abbiamo detto sono da diminuire, quindi anche solo una piccola quantità di alcool può far salire i trigliceridi senza distinzione tra vino, birra o altri tipi di alcool;
  • Diminuire l’apporto di carboidrati raffinati, poiché questo tipo di carboidrati contengono un’elevata quantità di zuccheri semplici. Tuttavia non è salutare seguire diete a basso contenuto di carboidrati, poiché questi sono la principale fonte di energia per il nostro corpo, per cui è opportuno sostituire quelli a più alto indice glicemico con quelli a più basso, cioè sostituire la pasta e il pane fatti dalla farina bianca con la pasta di grano intero, utilizzare riso e altri cereali come la quinoa, l’orzo, l’avena e il miglio; e inoltre è molto importante diminuire lentamente le quantità di carboidrati nella dieta;
  • Sostituire la frittura con la cottura al forno;
  • Seguire una dieta a basso contenuto di grassi saturi, preferendo olio d’oliva, olio di noci, olio di semi di lino, crusca di riso anziché utilizzare burro, strutto, panna, margarina;
  • Evitare  carni altamente grasse, hot dog, snack, pelle di pollame e salse da condimento;
  • Evitare tutti gli alimenti che contengono oli vegetali idrogenati o acidi grassi idrogenati;
  • Aumentare l’apporto di cibi ricchi di fibre, ad esempio fagioli, cereali integrali, semi di zucca, crusca di riso, crusca d’avena, è però opportuno aumentare l’apporto di fibra alimentare lentamente per prevenire qualsiasi disturbo intestinale;
  • Se si fuma o si beve, è meglio smettere;
  • Ridurre la calorie assunte con i grassi fino al venti per cento del fabbisogno giornaliero;
  • Mangiare più verdure;
  • Scegliere cibi ad alto contenuto di proteine, sostituendo però la carne rossa con fonti di proteine a basso contenuto di grassi, come la carne bianca e le proteine vegetali come i piselli, i prodotti di soia e i fagioli secchi;
  • Bere molta acqua per aiutare il sistema digerente a smaltire le fibre e le proteine;
  • Mangiare  carni di pesce almeno tre volte alla settimana, in quanto secondo delle ricerche condotte dall’American Heart Association, nei pesci come il salmone, le trote, il tonno, gli sgombri, le sardine, sono state trovate notevoli quantità di omega tre, che delle molecole importantissime per diminuire i trigliceridi in eccesso; inoltre gli omega tre sono contenuti anche negli oli di pesce ed è stato dimostrato che essi hanno una notevole influenza positiva su altri parametri del nostro organismo, come per esempio aiutano a ridurre  in modo naturale il battito cardiaco irregolare, la coagulazione del sangue, l’indurimento delle arterie, il colesterolo e la pressione sanguigna; inoltre l’olio di pesce si trova in commercio anche sottoforma di capsule, ed esso può anche prevenire e alleviare l’artrite, il cancro, il diabete, la depressione,ecc;
  • Praticare esercizio fisico, in quanto questo aiuta a bruciare i trigliceridi liberi nel sangue, essendo questi fonte di energia, e aumenta il colesterolo buono.

Considerazioni sugli alimenti per abbassare i trigliceridi:

Questi consigli sembrano troppi per essere ricordati tutti, ma in realtà seguire una dieta specifica per abbassare i trigliceridi è molto semplice, non costa a e migliora notevolmente il nostro stato di salute, basta capire che mangiando i cibi giusti non è poi così impossibile tenere a bada i trigliceridi, e poi è molto importante non commettere quel grave errore di seguire delle diete povere di nutrienti, perché nessuna dieta può essere definita salutare se essa comprende fame e privazione di cibo, e non c’è bisogno di escludere nessun gruppo di cibi: al nostro corpo servono i carboidrati, le proteine, gli zuccheri, le vitamine, tutto, purché non in quantità eccessive, ecco perché non possiamo eliminare niente di ciò che mangiamo, ma possiamo sostituirli con altri alimenti dello stesso gruppo alimentare, che però hanno un basso contenuto di zuccheri e grassi. Ed anche se dovessimo trovarci ad una cena, in un ristorante, ad una cerimonia, non per forza dobbiamo privarci di tutto ciò che è condito con oli o salse, possiamo ad esempio chiedere che i condimenti ci siano messi al lato e tutto è risolto!

Per abbassare i trigliceridi bisogna cambiare lo stile alimentare non lo stile di vita, perché non siamo debilitati o malati, preveniamo!

Come scegliere gli alimenti per abbassare i trigliceridi.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo trigliceridi e alimenti

Alimenti e trigliceridi

questa pagina è stata molto utile e ringrazio tutti per le vostre informazioni. un saluto a tutti voi. ciao.

Problema dei trigliceridi alti esposto in modo esauriente

il vostro modo di esplimere le problematiche dei trigliceridi alti e' stato molto esaudiente e facile da interpretare grazie

Alimenti e trigliceridi

condivido l'articolo ed aggiungo che è anche importantissimo il movimento,soprattutto camminare a passo svelto per almeno 6 chilomtri ogni giorno.

Utili consigli per decrementare i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue

Ringrazio vivamente per gli utili consigli atti a decrementare i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue. Complimenti per la guida molto chiara e facilmente comprensibile da chiunque. Saluti.
Piero

Consigli utili, chiari e professionali

Grazie per gli utili consigli che fornite con grande chiarezza e professionalità. buon lavoro.
Cordiali sauti, leon

Consigli per abbassare i trigliceridi alti

Proverò i vostri consigli,sperando che mi vadano bene,poi vi farò sapere. Grazie

Trigliceridi molto alti

Chiarissimo io sono in lotta con un valore di ben 2075 trigliceridi, dieta ed integratori e tra alcuni giorni ripeto gli esami in quanto sono sottopeso,da oltre un'anno non uso nemmeno il bus ma cammino sempre,in citta' come attraverso la campagna,si pensa ad un'errore di laboratorio ma l'ansia c'e' e capire per prevenire e' importante grazie!

I trigliceridi

L'articolo è ottimo.

Seguirò i consigli dati per migliorare i trigliceridi

ottimi consigli grazie! proverò a seguire i vostri consigli ed a seguire la vostra alimentazione... vi farò sapere.

Ottimo vademecum per chi ha problemi di trigliceridi

è vero questi consigli sono un ottimo vademecum per chi ha problemi di trigliceridi e colesterolo, se poi si abbina un buon stile di vita è ancora più facile ottenere risultati positivi, saluti

Grazie dei vostri consigli chiari e comprensibili a tutti

Trigliceridi: articolo chiaro e buoni consigli sull'alimentazione

Ottimo articolo, soprattutto molto chiaro.
Penso di aver ottenuto buoni consigli sulla mia alimentazione futura.
...e diciamo che non bisogna poi privarsi di molto!!

Molto chiari è stato veramente bello leggere la vostra pagina GRAZIE e Saluti

Tutto ciò che ho letto e' stato esauriente e comprensibile,ma sarebbe stato meglio se si poteva fare un elenco dei cibi indicando se sono carboidrati o fibre e così via,almeno uno poteva comporre da solo i suoi pranzi introducendo tutto ciò che occorre per una giusta dieta,grazie.

Consigli molto utili grazie e buon lavoro

Ritengo abbastanza utili i consigli dateci, ma é opportuno metterli in pratica, d'ora in poi proverò a ridurre graduatamente il consumo di pane e pasta e ad eliminare i dolci, penso con qualche difficoltà dal momento che sono un goloso.

Ritengo che quanto esposto sono dei buoni consigli. Aiutano moltissimo ed l'ho trovato molto interessante,
Grazie, Saluti

Lascia il tuo commento: