Radicali liberi (cosa sono)

Cosa sono i radicali liberi? Come combattere i radicali liberi? I radicali liberi favoriscono l'invecchiamento e questo tutti lo sanno, pero' e' altrettanto utile sapere che formano nei mitocondri delle nostre cellule nel corso dei vari processi metabolici, dove l’ossigeno viene impiegato per la produzione di energia. La quantità di ossigeno che rimane inutilizzato da parte della cellula, concorre alla formazione di queste molecole che contengono uno o più atomi di ossigeno.

Radicali liberi (cosa sono)

Radicali liberi

Si tratta così di un gruppo di molecole instabili e molto reattive che avendo nella loro composizione un elettrone disponibile, sono pronte a legarsi con altre molecole provocando un effetto nefasto sull’organismo.

I radicali liberi con il passare degli anni si accumulerebbero, svolgendo una potente azione ossidante, accelerando i processi di invecchiamento cellulare, deprimendo il sistema immunitario e favorendo l’insorgenza di numerose malattie.

I radicali liberi danneggiano soprattutto il DNA, ossia il patrimonio genetico, e gli stessi mitocondri, fondamentali per la produzione di energia.

Radicali liberi e antiossidanti:

In condizioni normali, vi è uno stato di equilibrio tra la produzione endogena di radicali liberi e la loro eliminazione da parte dei meccanismi di difesa dell’organismo, ma quando la produzione di radicali liberi diventa predominante su quella degli antiossidanti, si consolida una serie di alterazioni che a lungo andare causano un progressivo deterioramento di corpo e mente.

I radicali liberi sono i veri killer delle strutture cellulari e quando si è giovani essi vengono tamponati abbastanza efficacemente, ma con il tempo l’azione neutralizzante da parte dell’organismo si fa meno efficace e si può venire così a determinare un danno definito stress ossidativo.

Lo stress ossidativo fa impazzire il nostro orologio biologico e può essere favorito da vari fattori.

Abitudini alimentari scorrette, come ad esempio un’ alimentazione troppo ricca di grassi animali, di proteine, di ferro o intolleranze alimentari, possono essere fattori di rischio.

Le droghe, il fumo, le sostanze inquinanti, le radiazioni ultraviolette, le infiammazioni, trattamenti farmacologici soprattutto a base di cortisonici, lo stress e l’attività fisica intensa, sono agenti responsabili della formazione di radicali liberi.

Da quanto esposto è evidente come sia importante adottare uno stile di vita salutare, aiutandosi con una dieta antiossidante, ricca di frutta e verdura cruda e fresca, povera di grassi saturi.

La quantità giornaliera di antiossidanti da assumere è pari circa 5000 unità.

Alimenti antiossidanti contro i i radicali liberi (frutta e verdura)

Tra gli alimenti dai poteri antiossidanti per eccellenza troviamo la frutta dal colore nero ad esempio uva e prugne, mirtilli, more fragole e ciliege, il pompelmo rosa. Anche il cavolfiore, la melanzana, il pomodoro, i fagiolini, gli spinaci, hanno potere antiossidante, ma è importante che si faccia attenzione ai tempi di cottura, che se troppo lunghi riducono la loro efficacia.

Gli esperti consigliano di mangiare ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e verdura.

Radicali liberi? Ecco come combatterli

Dieta a zona Sears

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo radicali liberi (cosa sono)

Buongiorno e grazie per aver pubblicato questo articolo. Sto cercando informazioni e pareri riguardanti l'uso degli integratori alimentari come contrasto ai radicali liberi. Vorrei avere la vostra opinione in merito.

Lascia il tuo commento: