Raffreddore e tosse

Tutti prima o poi possono soffrire di tosse o raffreddore durante il corso dell’anno, addirittura i bambini possono arrivare ad avere fino a dieci raffreddori l’anno, mentre gli adulti restano su una media di raffreddori di circa quattro all’anno. Il naso che cola, la febbre, il mal di gola sono sintomi che tutti conoscono e temono, e fanno parte del comune raffreddore, una malattia a cui i medici e le aziende farmaceutiche non sono riusciti ancora a dare una risposta e per cui non è ancora stata scoperta una cura miracolosa.

Raffreddore e tosse

Tosse e raffreddore

In effetti, i farmaci da banco per combattere il raffreddore e la tosse sono solo per i sintomi, non per le cause. Il nocciolo della questione è che poco può essere effettivamente fatto contro i virus del raffreddore o dell’influenza, fuorché superarli.

Se il raffreddore è causato dalla contrazione di rinovirus, la tosse è causata dall’accumulo di muco o dall’irritazione delle membrane delle vie respiratorie. La scienza moderna non considera la tosse una malattia, ma piuttosto il sintomo di una malattia respiratoria o una manifestazione di qualche disturbo cardiopolmonare.

Importanza dell’idratazione contro tosse e raffreddore

Il modo migliore per combattere il raffreddore è quello innanzitutto di evitare un eccesso di stress del corpo. Vi sono vari modi di prevenire l’influenza e il raffreddore, come lavarsi le mani frequentemente, assumere vitamine ed evitare le persone raffreddate. Ma forse la forma più importante e più facile di prevenzione del comune raffreddore è a volte la più trascurata: idratarsi a sufficienza. I fluidi aiutano il nostro corpo ad eliminare le impurità e le tossine, e aiutano a rendere il muco più umido. Proprio perché il corpo utilizza i liquidi molto più del solito per combattere un eventuale raffreddore o un’influenza, può essere disidratarsi parecchio in queste circostanze. La disidratazione, tra le altre cose, può provocare anche febbre alta: per questo motivo si deve bere molta più acqua quando si è raffreddati. Non a caso, la mancanza di idratazione può rendere molto peggiori i sintomi di tosse e raffreddore.

In genere l’acqua è il liquido migliore da ingerire, tuttavia possono rivelarsi molto utili anche i succhi di frutta, il tè, le tisane ed il brodo: l’acqua è di aiuto, dunque, in molte forme. Le bevande calde possono lenire il mal di gola e possono anche aiutare con il decongestionamento nasale. Si raccomandano anche i gargarismi con acqua salata e le inalazioni di vapore.

In medicina naturale, il raffreddore è visto come un modo del corpo per disintossicarsi. Durante l’autunno e l’inverno, il nostro corpo tenta di armonizzarsi con la stagione. Il corpo, quindi, condensa le tossine e si pulisce dal muco in eccesso, il ché permetterà di migliorare la circolazione e di far sì che il pompaggio del sangue ci tenga al caldo. Tuttavia, questo processo dà vita a sintomi di tipo influenzale. Bere più acqua aiuterà il corpo a disintossicarsi. Anche l’esercizio fisico e la sudorazione possono aiutare a mantenere il corpo pulito dalle tossine.
Nel caso della tosse, bere la giusta quantità di acqua manterrà il muco che riveste la zona dei polmoni meno denso e più liquido, rendendo la tosse più produttiva ed espettorante. Bere acqua aiuterà quindi a sciogliere il catarro, e contribuirà a lenire la gola irritata.

Non solo l’acqua può aiutare a prevenire il raffreddore, ma può anche aiutare chi ne soffre a sentirsi meglio. Tuttavia, la persona raffreddata dovrebbe bere solo acqua pulita e purificata, perché l’acqua contaminata può aggiungere più tossine e stress al corpo. Bevendo molta acqua pulita si può rinforzare il proprio sistema immunitario, e questo permetterà di rimanere in buona salute e di godere delle meraviglie della stagione invernale.

Farmci e medicinali contro tosse e raffreddore

Oltre a riposarsi e ad idratarsi, quali sono le medicine per combattere i sintomi di tosse e raffreddore? Esistono moltissimi farmaci per il raffreddore e per la tosse, e ognuno agisce in modo diverso:

  • I decongestionanti nasali sbloccano il naso chiuso
  • I farmaci soppressori della tosse calmano, appunto, la tosse
  • Gli espettoranti sciolgono il muco così che si possa tirarlo fuori
  • Gli antistaminici aiutano contro lo scolo nasale e gli starnuti
  • Gli antidolorifici migliorano la febbre e aiutano contro la cefalea e i dolori vari associati al raffreddore e alla tosse

Ci sono tuttavia varie cose da tenere a mente nel caso delle medicine contro il raffreddore e la tosse. È fondamentale leggere le etichette, poiché molti farmaci contro tosse e raffreddore contengono gli stessi principi attivi: ad esempio, esagerare con gli antidolorifici può provocare forti dolori allo stomaco. Non bisogna dare i farmaci per la tosse ai bambini sotto i quattro anni di età, e non bisogna dare in generale l’aspirina ai bambini e agli adolescenti.

Inoltre, bisogna ricordare di non assumere gli antibiotici nel caso del raffreddore, poiché gli antibiotici non sono degli antivirali, e nel caso del raffreddore, è un virus a provocarlo.

Tosse e raffreddore: rimedi casalinghi

Ecco alcuni accorgimenti fai da te per tenere a bada i sintomi di tosse e raffreddore:

  • Il corpo dovrebbe essere tenuto al caldo, soprattutto i piedi, il petto, la gola e la testa. La sudorazione è molto utile.
  • Prendere mezzo cucchiaino di zenzero con mezzo cucchiaino di miele tre volte al giorno, e cioè mattino, mezzogiorno e sera. In inverno, il composto può essere sciolto in acqua o latte caldo.
  • Mescolare mezza tazza di acqua calda con un cucchiaino di succo di limone ed un cucchiaino di miele e assumere questo composto più volte al giorno.
  • In caso di tosse secca, specialmente durante la notte, sbucciare un piccolo pezzo di zenzero fresco, spargervi sopra del sale e masticare.
  • Mettere insieme quantità eguali di cardamomo, zenzero in polvere, pepe nero e cannella (1 cucchiaino ciascuno). Aggiungere 4 cucchiaini di zucchero e macinare insieme per farne un mix in polvere molto fine. Assumerne mezzo cucchiaino due volte al giorno con miele o acqua calda dopo i pasti.

Tosse e raffreddore: le cause e i trattamenti secondo la medicina ayurvedica

Il raffreddore e la tosse, secondo la medicina indiana, sono strettamente correlati all’alimentazione, e a volte possono essere causati da una digestione debole: quando il cibo che si mangia non è completamente digerito, si trasforma in muco, che nel linguaggio ayurvedico è conosciuto come “ama”. Questo muco o ama raggiunge il sistema respiratorio e causa il raffreddore o la febbre.

Altre cause sono le esposizioni a condizioni di freddo e umidità, oppure ancora agli sbalzi improvvisi di caldo e freddo: l’esempio più comune può essere quello di bere bevande ghiacciate quando si è accaldati e sudati, o ancora il mangiare cibi caldi e freddi nello stesso momento, tipo il caffè col gelato. Sembra inoltre che debbano essere evitati quei cibi grassi, come latticini e cibi fritti, che aumenterebbero la produzione di muco.

Quali sono le cure secondo la medicina ayurvedica? Il trattamento prevede soprattutto delle accortezze alimentari:

  • Si devono evitare cibi freddi, bevande fredde, gelati, dolci, cibi fritti, latticini come formaggi, creme, yogurt etc.
  • Si può bere latte caldo scremato se bollito con un pizzico di zenzero tritato.
  • Si rivela efficace anche mezzo cucchiaino di curcuma in polvere mescolato col latte.
  • Dovrebbero essere evitati i succhi di frutta addolciti con zucchero, così come non sono consigliati il pane, i salumi, la frutta secca e i dolci.
  • Sono consigliate le verdure bollite o al vapore e le zuppe e i passati di verdura.
  • Sono utili il tè speziato, le tisane e altre bevande calde.

Questa è dunque una panoramica molto generale sui rimedi più svariati ai disagi di tosse e raffreddore. Tuttavia è necessario sempre rivolgersi ad un medico prima di assumere qualsiasi medicinale o cura, soprattutto nel caso in cui i pazienti siano delicati come nel caso dei bambini.

Informazioni in merito ai rimedi naturali per tosse e raffreddore.

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: