Rassodare glutei

L’area dei glutei è una zona molto “critica” per il sesso femminile e lo è per 2 motivi principali. In primo luogo è “critica” poiché la sua silhouette esercita delle profonde ripercussioni psicologiche sul grado di accettazione e gradimento di se stessi da parte dell’individuo.

Come rassodare e tonificare i glutei? Rassodare i glutei e arrivare a possedere glutei tonici privi di cellulite è interesse della stragrande maggioranza del pubblico femminile che si riversa in palestra lo fa per “aggredire” le macchine specifiche per l’allenamento del grande gluteo. Il secondo motivo per cui è “critica” è da attribuire alle secrezioni ormonali sesso-specifiche per le quali tale area rappresenta un sito elettivo per l’accumulo di grasso nel sesso femminile.

Se state leggendo questo articolo è perché anche voi, come tante altre ragazze, siete alla ricerca di qualche valida soluzione atta a garantirvi il modellamento e tonificazione di detta area muscolare.

Rassodare glutei

Rassodare glutei

In effetti, glutei tonici, magri e con cellulite ridotta ai minimi termini rappresentano una delle più gettonate mire morfologico-estetiche ambite dal sesso femminile.

Allo stesso tempo dovreste già sapere quanto difficile risulti il raggiungimento di tale obiettivo attraverso i regimi nutrizionali standard propinati da fonti mediatico-pubblicitarie (quali: magazines, spot commerciali e/o pseudo scientifici) ed i soliti programmi d’allenamento uguali per tutti/e.

Infatti, sembra proprio che il raggiungimento di un area glutea in forma sia quasi impossibile per molti individui.

La grandezza e la forma del “fondo schiena” di ognuno di noi è in parte dovuta a caratteri ereditari.

Invece, alcune persone sono semplicemente baciate da madre natura per ciò che concerne l’essere dotati di glutei più stretti e sagomati rispetto ad altri individui.

Se la vostra conformazione genetica rende la vostra area glutea molto più abbondante di ciò che da parte vostra è reputato esteticamente desiderabile, l’unica cosa che potete fare è agire su quelli che sono i: “fattori modificabili”.

Per “fattori modificabili” si intendono tutti quegli aspetti che sono soggetti ad influenze esterne e che, quindi, sono manipolabili dalla nostra volontà ed azioni. Nella fattispecie ci si riferisce al decremento del tessuto adiposo attorniante l’area glutea.

Quindi, se madre natura non è stata tanto generosa nei vostri confronti nel fornirvi dei glutei d’eccezione, cioè nelle dimensioni e forme più papabili ed in linea al comune gusto del bello e desiderabile, bene, potete intervenire con la dieta per ridurre quanto più possibile il livello di grasso che assai facilmente in tale sito si deposita nei soggetti di sesso femminile e con l’allenamento per tonificare e, quindi, conferire a tale area la forma morfologica che più si avvicini alle proprie mire estetiche.

Una delle vie più sicure, forse l’unica, per la perdita di centimetri di grasso dai fianchi e dai glutei è la dieta.

La dieta rappresenta il mezzo attraverso il quale indurre stimolazioni metaboliche, ormonali ed enzimatiche finalizzate ai processi lipolitici (ossia i processi catalizzanti l’utilizzo dei grassi a scopo energetico).

Qui di seguito, non vi dirò cosa mangiare, altrimenti si divagherebbe troppo sul campo nutrizionale per via delle innumerevoli e valide possibilità nonché strategie alimentari che sarebbe opportuno adottare a tal fine.

Il divagare troppo condurrebbe a sconfinare in tematiche nutrizionali tecnico-specifiche avulse dalla fattispecie del contenuto del presente articolo ed inoltre, la rassegna di una strategia nutrizionale favorevole, potrebbe portare ad escludere altre valide soluzioni adottabili in campo nutrizionale intese all’interno di un’ottica dimagrante.

Quindi, più semplice ed utile a tal fine è darvi dei consigli su cosa NON dovete fare per ottenere un sensibile dimagrimento generale:

1) Non consumate fritti e dolci.

2) Non usate il sale per condire insalate e pietanze. Il sale è già presente in moltissimi alimenti naturalmente.
Le uova hanno buoni quantitativi di sodio.
Così pure si dica per gli alimenti inscatolati.

3) Evitate i fast food.

4) Evitate di mangiare di fretta. Indipendentemente dalle vostre porzioni di cibo, impiegate almeno 30 minuti per consumare il vostro pasto. E’ scientificamente dimostrato che il nostro corpo impiega circa 20 minuti dall’inizio della masticazione per inviare al sistema nervoso centrale il segnale di avvenuta introduzione di cibo e, quindi, stimolare i centri nervosi della sazietà. Molte persone mangiano così in fretta che hanno ancora fame alla fine del pasto poiché finiscono di consumare il cibo ancora prima che abbia inizio il circuito metabolico che presiede alla segnalazione nervosa di avvenuta introduzione energetica.

5) Evitate di mangiare sporadicamente durante la giornata. Mangiare 2 o 3 volte è percepito dal corpo come un segnale di carestia “ancestrale” e, pertanto, il corpo si adatterà a tal condizione predisponendo i sistemi metabolici verso la conservazione dell’energia sotto forma di grasso attraverso l’abbassamento del metabolismo di base. In poche parole, meno frequentemente mangiate più il corpo sarà deputato a stoccare le energie derivanti dal pasto successivo sotto forma di grasso piuttosto che disperderne una parte sotto forma di calore.

6) Evitate le compagnie negative. Frequentate amicizie che vi supportino nel raggiungimento dei vostri obiettivi, qualunque essi siano (in tal caso è l’obiettivo di conquistare una migliore forma fisica) e non che remino contro i vostri interessi. Il circondarsi di amicizie di “supporto” e non “contrarie” gioca un ruolo psicologico ed ambientale di sensibile valore nel contributo al raggiungimento delle vostre mete personali.

7) Non seguite diete che millantano e promettono (impossibili) dimagrimenti localizzati.
Vi sono numerosi spot commerciali che per far vendere le riviste nelle quali vengono promulgati e, quindi, far breccia nel lettore non dotto in materia avanzano false speranze nel raggiungimento di dimagrimenti in aree specifiche. Ricordatevi che qualsiasi programma di dimagrimento veramente valido, vi farà dimagrire in modo generale, cioè in tutto il corpo o meglio determinerà un dimagrimento più forte in alcune aree rispetto ad altre in funzione della vostra predisposizione genetica al dimagrimento. Pertanto, non esiste dieta che possa indurre dimagrimenti regionali non in conformità alla predisposizione lipolitica delle stesse aree.

Ma dopo aver perso centimetri di grasso sui fianchi e glutei diventa altresì importante la tonificazione di tale area muscolare.

Senza un programma specifico di tonificazione, potrete avere glutei magri ma non fermi e modellati.

Se chiedeste in giro, per esempio al vostro istruttore di palestra quali esercizi risultano effettivi per i glutei sentireste parlare quasi esclusivamente di “abductor machine” e “gluteous machine” o “slanci all’indietro” con le cavigliere o ai cavi o qualcosa di simile.

Ma la vera tonificazione della regione glutea non può fare a meno di stimolazione meccaniche importanti, e queste non derivano certamente dall’utilizzo di tali attrezzi o l’esecuzione di tali esercizi.

I migliori esercizi per tonificare e modellare i glutei per le donne, sono quelli che i culturisti usano per costruire importanti masse muscolari.

La differenza nel risultato finale - cioè enormi masse muscolari nei culturisti e glutei semplicemente modellati e scolpiti nelle donne - non risiede nella tipologia d’esercizio ed intensità di esso quanto, invece, nel tipo di approccio nutrizionale che accompagna tali allenamenti vigorosi.

Pertanto, il mio consiglio verso tutto il pubblico femminile è quello di non farsi intimorire dai falsi miti della possibilità di risvegliarsi con cosce o glutei grossi ed indesiderati in risposta ad allenamenti vigorosi per gli arti inferiori; se la dieta è finalizzata al dimagrimento, l’allenamento vigoroso potrà solamente modellarvi e non farvi ingrossare in maniera non desiderata.

I migliori esercizi per il modellamento dei glutei sono i seguenti:

  • Squat
  • Squat frontale
  • Affondi con bilanciere (libero o alla Smith Machine) o con manubri
  • Leg press
  • Hack squat

Ovviamente, le esecuzioni tecniche relativamente agli esercizi appena menzionati devono essere corrette quanto complete.

I migliori esercizi e consigli dei glutei sono i seguenti

Esercizi palestra allenamento fitness

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo rassodare glutei

Per rassodare i glutei vanno bene gli squat ma si possono danneggiare schiena e ginocchia

e' vero come letto in tanti articoli che per modellare i glutei sono molto efficaci gli squat e ahime' gli stacchi a gambe tese e anche gli affondi,esercizi che modellano si i glutei ma che come in molti sappiamo danneggiano seriamente i legamenti delle ginocchia e a volte(spesso) anche la schiena.

Lascia il tuo commento: