Rassodare le cosce: esercizi e consigli

Rassodare le cosceIl rassodamento del corpo ed in particolare delle cosce è uno dei punti che maggiormente interessa ed allo stesso tempo preoccupa moltissime donne, così come molti uomini. 

Rassodare le cosce quando preoccuparsi? Oltretutto il problema è peggiorato dal fatto che in molte donne l’aumento di peso si osserva in un primo momento proprio nelle cosce, dove il grasso in eccesso va a localizzarsi prima che in altre parti del resto corpo. Il grasso che si concentra su questa area e sui fianchi può essere difficile da perdere ed ancora più difficile è in conseguenza il rassodamento e la tonificazione di queste stesse parti del corpo. Quando si desidera migliorare l’aspetto di cosce ed interno coscia è quindi necessario agire eseguendo specifici esercizi ed allo stesso tempo eseguire un’adeguata alimentazione per bruciare il grasso in eccesso.

Rassodare le cosce

Rassodare le cosce

Perche rassodare le cosce? 

Delle cosce rassodate sono importanti non solo da un punto di vista estetico, ma anche poiché in questa maniera si ottiene un miglioramento nel movimento, il che influenza ovviamente il modo di camminare e correre.


Esercizi per rassodare le cosce

Esercizi che mirino al rassodamento delle cosce permettono un miglioramento generale della circolazione del sangue ad allo stesso tempo offrono un notevole miglioramento per i muscoli che risultano essere più tonificati. Grazie all’esercizio fisico si riesce anche a migliorare la forza, la resistenza ed il livello di stabilità e mobilità. L’esecuzione di questi può avvenire sia con l’ausilio di specifici attrezzi, che in loro assenza. È possibile accelerare il corso del proprio allenamento e quindi aumentare l’intensità in maniera tale da aumentare la massa muscolare in un minor tempo.

Esercizi utili a tal proposito sono i seguenti:

  1. Squat con una palla: con l’aiuto di una palla, iniziate l’esercizio poggiando quest’ultima contro un muro. Poggiate, dunque, la vostra schiena a stretto contatto con la palla, in modo da mantenerla ferma al muro all’altezza in cui l’avete inizialmente collocata. Formate una curvatura verso il muro con la vostra schiena. Divaricate le gambe così da posizionare i piedi in corrispondenza della stessa larghezza delle spalle. Essendo pronti per iniziare l’esercizio, piegate le ginocchia e scendete quindi verticalmente con il busto, mantenendo la posizione eretta e facendo inoltre attenzione a non far cadere la palla. Durante i primi giorni di allenamento eseguite solo 5 ripetizioni di questo esercizio e via via aumentate di 12 ripetizione ad ogni successivo allenamento.
  2. Partendo da una posizione eretta e ponendo i piedi alla stessa larghezza delle spalle, piegate le ginocchia in modo tale che formino un angolo di circa 90 gradi e scendete quindi con il bacino. Durante questa fase, mantenete la schiena in posizione eretta, come se foste seduti. Giunti in questa posizione concentrate il peso sui talloni. Tornate alla posizione iniziale e ripetete nuovamente lo stesso movimento.
  3. Iniziate l’esercizio sdraiandovi su di un fianco. Sollevate una gamba verso l’alto e mantenete questa posizione per qualche secondo. Tornate nuovamente alla posizione di partenza scendendo la gamba lentamente e facendo in modo che non si pieghi, ma mantenendola sempre in linea retta. Ripetete nuovamente la stessa operazione e dopo cambiate lato e quindi gamba. Ripetete 5 volte per ognuna.
  4. Con l’aiuto di una sedia o di qualche altro mezzo di sostegno, ponetevi davanti questo in posizione eretta. La sedia, o altro attrezzo, vi sarà d’aiuto a mantenere l’equilibrio. Partendo da questa posizione sollevata la gamba portandola davanti a voi e facendo in modo di non piegare il ginocchio. Continuate a salirla sino a quando non avvertirete i muscoli tirare. Mantenete la gamba ferma e dritta per qualche secondo e scendetela lentamente alla posizione di partenza. Ripetete alternando l’una e l’altra gamba. È possibile intensificare l’efficacia dell’esercizio, ponendo dei piccoli pesi legati alle caviglie o legando delle bende di resistenza.

Nel caso in cui si preferisca un allenamento all’aria aperta o non soltanto in palestra, anche la corsa può essere favorevole al rassodamento delle cosce. In questo modo si migliora la resistenza e la stabilità di tutto il corpo, quindi non solo della parte inferiore di esso. Oltre ciò, grazie a questo tipo di allenamento, essendo coinvolte tutte le parti del corpo si riesce a bruciare un maggiore numero di calorie, rispetto quante se ne possano bruciare con l’utilizzo di macchinari o altri apparecchi che mirino ad allenare una determinata parte del corpo.


Rassodare interno cosce

L’interno coscia è quella parte del corpo costituita da un gran numero di muscoli, compreso il gruppo adduttore. Tutti i muscoli presenti in questa zona, lavorano insieme per stabilizzare l’anca e le gambe durante ogni movimento e nello specifico aiutano a far roteare e muovere le gambe verso la linea mediana del proprio corpo. L’interno coscia è collegato alle gambe, al bacino, alla parte inferiore della schiena ed anche ai muscoli addominali per mezzo dei tessuti connettivi che circondano muscoli, articolazioni ed organi.

Al fine di allenare e rassodare l’interno coscia è possibile eseguire gli stessi esercizi proposti per il rassodamento delle cosce. Nello specifico è possibile eseguire esercizi quali il seguente: sdraiatevi sulla schiena, poggiando le braccia lungo i vostri fianchi e ponendo i palmi della mani verso terra. Partendo da questa posizione sollevate una gamba e dirigete la punta del piede verso il soffitto. Ruotate la gamba leggermente verso l’esterno. Inspirate e mantenete questa posizione facendo in modo che l’anca non si sollevi dal pavimento. Tornate dopo qualche istante alla posizione di partenza e ripetete nuovamente l’esercizio alzando però l’altra gamba. Questo esercizio risulta essere molto efficace non solo per il rassodamento delle cosce, ma anche per la parte interna di queste ultime.


Come rassodare le cosce

È bene sapere che è possibile allenare e rafforzare i muscoli di una determinata parte del corpo, quindi delle cosce o dell’interno cosce, ma non è possibile perdere peso solamente in quella precisa parte. Il processo mediante il quale il corpo brucia i grassi non è mirato ad una determinata zona, ma si svolge in tutto il corpo. Per questo motivo è bene seguire un allenamento che non miri alle sole cosce, ma che coinvolga tutto il corpo. Si consiglia pertanto di non concentrare l’attenzione su di una sola parte del corpo, né di incentrare l’attenzione solo su determinati esercizi, piuttosto è bene seguire un allenamento generale, associato ad una sana ed equilibrata dieta al fine di snellire le cosce, rassodarle ed allo stesso tempo modellare ogni altra parte del corpo. Seguendo un programma di questo tipo in cui si ha la combinazione di dieta ed allenamento, potrebbe essere necessario del tempo, ma i risultati finali sono assicurati. D’altra parte, le cosce collaborano con altri gruppi muscolari, che insieme sono necessari a svolgere i movimenti, ciò rappresenta un ulteriore motivo per cui è consigliato un allenamento generale e non mirato, di tutto il corpo.

Cosa fare per rassodare le cosce

Quando si svolgono esercizi come lo squat, affondi, step o si svolge un allenamento della velocità o altrimenti il ballo, la parte del corpo maggiormente coinvolta sono le cosce responsabili della stabilità dell’anca e delle gambe. Ad esempio nel caso di esecuzione di squat, si abbassa tutto il corpo avvicinandolo alla terra, ma mantenendo allo stesso tempo una posizione eretta. Portandosi ad una posizione come accovacciata, le cosce anche sulla parte esterna svolgono un certo sforzo e nel frattempo glutei, quadricipiti, tendini del ginocchio e parte inferiore delle gambe agiscono controllando il movimento. Durante l’esecuzione viene in altre parole coinvolta tutta la parte inferiore del corpo. Al fine di aumentare l’efficacia di questo stesso esercizio è possibile alzare le braccia portandole sopra la testa: in questo modo si aumenta la stabilità degli addominali e della colonna vertebrale, il che aumenta in conclusione la stabilità dell’interno coscia.

Consigli per Rassodare le cosce

Esercizi palestra allenamento fitness

Lascia il tuo commento: