Reazione di Wassermann

La reazione di Wassermann è basata sulla proprietà di fissazione del complemento, tutti i sieri normali freschi, umani ed animali, contengono una sostanza termolabile chiamata complemento, che viene distrutta dal calore a 56°per mezzora (siero inattivato). Un siero inattivato può acquistare il suo complemento con aggiunta di siero fresco e la reazione Wassermann è basata essenzialmente su questa proprietà sierologica chiamata anche proprietà di deviazione del complemento.

Reazione di Wassermann

Reazione di Wassermann

Attualmente il siero migliore per la conservazione del complemento è rappresentata dalla liofilizzazione, in fiale o flaconi, che al momento dell'uso, vengono ricostruiti con adatte quantità di acqua distillata. Con questa tecnica il comportamento può essere conservato indefinitamente senza perdere attività.

Tecnica della reazione di fissazione del complemento:

Preparazione dei reattivi:

a) si inattiva il siero umano da esaminare per distruggere il complemento, riscaldato a 56° per mezz'ora a bagno maria. Mentre gli anticorpi resistono a tale temperatura, sono distrutti da temperature di 70-80°C.

b) Si preparano gli antigene ( estratto di spirochete e di cardiolipina opportunamente diluiti).

c) si diluisce il siero fresco di cavia contenente il complemento 1/10.

Si preparano globuli rossi di montone al 5% in soluzione fisiologica,ai quali si diluiscono il siero emolitico opportunamente dosato. Il siero emolitico si ottiene dal coniglio inoculato con globuli rossi di montone.

Il siero di sangue contiene le emolisine, anticorpi capaci di provocare l'emolisi dei globuli rossi in presenza del complemento.

Il sistema emolitico si unisce al primo sistema (antigene,siero e complemento) e dopo alcune ore (5-6 ore):

  • se la reazione è positiva il complemento viene fissato dalla combinazione antigene anticorpo e la emolisi non avviene.
  • se la reazione è negativa, il complemento non viene fissato e perciò agisce insieme alla emolisi sui globuli rossi determinando la emoisi.

La reazione di wassemann diventa positiva 15+20 giorni dopo la comparsa della prima manifestazione (sifiloma iniziale). Al malato si prelevano 5-6cc. di sangue.

Ecco come si esegue la reazione di Wassermann

Corpo umano anatomia organi

Lascia il tuo commento: