Resveratrolo: integratori di resveratrolo

Il resveratrolo a cosa serve e come funziona? Sono utili gli integratori di resveratrolo? Il Resveratrolo è un fenolo presente in alcuni tipi di piante, e si può ottenere in natura da uva, vino rosso, tè verde ed arachidi: non solo il Resveratrolo è una sostanza naturale, ma recenti studi hanno dimostrato che può essere prodotto anche attraverso un'accurata sintesi chimica.

Tale sostanza viene venduta come integratore da diverse aziende legate al mondo dell’erboristeria, e la maggior parte dell’offerta proviene da piante giapponesi.

Resveratrolo: integratori di resveratrolo

Resveratrolo

Resveratrolo in breve:

Benefici del Resveratrolo: migliora la salute generale del corpo.
Per cosa si usa: è un rimedio anti-età, combatte le infiammazioni, previene il cancro, migliora il sistema cardiovascolare, rafforza il sistema immunitario.
Potenziali effetti collaterali: problemi al fegato.

Proprietà benefiche del resveratrolo:

Sono stati condotti diversi test di laboratorio per studiare la sostanza in questione, e come risultato hanno dimostrato che il Resveratrolo si rivela essere particolarmente instabile nei confronti delle forme di vita più piccole, come mosche e vermi, ma non tuttavia per quanto riguarda gli organismi più grandi e complessi, tra i quali l’uomo, che possono invece usufruire grazie ad esso di tutta una serie di effetti salutari e benefici che contribuiscono a migliorare notevolmente la salute generale.

I tre vantaggi principali in modo particolare riguardano il contrastare i sintomi della vecchiaia, la prevenzione del cancro ed il miglioramento della salute cardiovascolare.

Il Resveratrolo sembra essere un ottimo rimedio anti-età, in grado di rallentare in modo efficace gli effetti dell’invecchiamento che avanza.

È importante sapere tuttavia che la maggior parte degli studi che hanno confermato questa proprietà sono stati condotti sui topi da laboratorio: tutti i soggetti presi in considerazione, anche quelli malati, hanno registrato una vita più lunga del normale.

La teoria sviluppata a questo proposito afferma che il Resveratrolo può produrre effetti simili a quelli di alimenti sani e naturali quali frutta e verdura, in quanto entrambi sono ricchi di antiossidanti che contrastano appunto i sintomi della vecchiaia.

Per quanto riguarda le proprietà del Resveratrolo che prevengono il cancro, le prospettive si rivelano essere promettenti, in quanto tale prodotto a base di erbe ha dimostrato di avere delle proprietà antiossidanti in grado di inibire la formazione di radicali liberi propri del tumore.

Tale prodotto è anche in grado di prevenire il rischio di malattie cardiache, sempre grazie all’efficacia delle particolari caratteristiche degli antiossidanti, che possono aiutare le persone a ridurre i problemi legati alle malattie coronariche.

Studi scientifici sull’argomento hanno inoltre suggerito che il Resveratrolo potrebbe avere altri vantaggi benefici per il corpo, in modo particolare grazie agli effetti antinfiammatori, anti-diabetici, antivirali, neuro-protettivi e cardio-protettivi.

Dosaggio del resveratrolo:

Il Resveratrolo è una sostanza vegetale che si può ottenere da diversi alimenti presenti in natura, che tendono comunque a contenerne livelli molto bassi: nel caso del vino per esempio, il suo dosaggio effettivo dipende da tutta una serie di fattori, quali l’origine del raccolto o il tipo di uva. Un ulteriore supplemento può dunque incentivare gli effetti benefici di cui si fa portavoce.

Vista la particolarità del principio, è sicuramente molto consigliato attenersi strettamente alle modalità riportate nell’apposita confezione.

Le pillole di Resveratrolo possono garantire un assorbimento corretto da parte del corpo fino anche al 70%.

Possibili effetti collaterali e controindicazioni del resveratrolo:

Gli aspetti più controversi del Resveratrolo riguardano proprio gli effetti collaterali: ironia della sorte, anche se questa sostanza è in grado di prevenire eventuali rischi di cancro, allo stesso tempo esiste la possibilità che esso possa causare lo sviluppo di cellule cancerogene al seno.

Un altro rischio possibile, anche se molto raro, riguarda un pericolo di danno epatico o di dipendenza alcolica, dal momento che la principale fonte alimentare di questa sostanza è il vino. Potrebbe inoltre minare la salute delle donne in gravidanza.

Appare evidente che per ottenere i migliori risultati dal Resveratrolo, è necessario rivolgersi al proprio medico di fiducia, che vi potrà consigliare le modalità più corrette per assumerlo in base alle vostre caratteristiche fisiche.

Nel caso dovessero presentarsi uno o più dei seguenti problemi, come per esempio problemi dovuti all’interazione con altri farmaci che vengono assunti nello stesso momento o reazioni allergiche, non si deve esitare a richiedere l’assistenza sanitaria.

Proprietà benefiche, effetti collaterali e controindicazioni del resveratrolo.

Integratori alimentari

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo resveratrolo: integratori di resveratrolo

Buongiorno. Chiedo gentilmente se il resveratrolo possa essere utile nel caso di un paziente affetto dalla Granulomatosi di Wegener e, in caso affermativo, almeno indicativamente, in che dose/modalità assunzione/eventuali interazioni possibili con prednisone e azatriopina. Ringrazio anticipatamente, R.

Integratori di resveratrolo

vado a chiedervi le fonti scientifiche che accostano il resveratrolo al k mammario, mi piacerebbe saperne di più. grazie per l'articolo che considero di buon livello divulgativo.

Lascia il tuo commento: