Rimedi casalinghi emorroidi

I rimedi casalinghi per le emorroidi possono rivelarsi in molti casi efficaci, e fortunatamente sarebbe da aggiungere, visto che la parola emorroidi suona davvero terribile sia a leggersi che udirsi, anche perchè sia le persone sopra i cinquanta anni ed anche i più giovani possono "prenderle". Ma cosa sono le emorroidi? Questi tessuti delle vene gonfie e infiammate nella zona rettale sono molto comuni. I sintomi tipici delle emorroidi sono dolore rettale, bruciore o prurito e sangue rosso intenso trovato sulla carta igienica, nel water o sulla superficie delle feci dopo la defecazione.

Rimedi casalinghi emorroidi

Rimedi casalinghi emorroidi

Possono anche essere presenti rigonfiamenti circolari o protuberanze nella zona anale. Ma poiché tutti questi sintomi possono essere causati da altre condizioni più gravi, è importante procurarvi la diagnosi di un medico per sapere se quello che avete sono in effetti emorroidi.

Perché le emorroidi compaiono? Si può fare qualcosa per evitarle? Le emorroidi sono causate da debolezza genetica delle vene nella zona rettale, dallo stare seduti o in piedi per lunghi periodi di tempo e da qualsiasi cosa che provoca un aumento della pressione nelle vene (gravidanza, sollevamento di oggetti pesanti, sforzo frequente durante l'eliminazione). Nei paesi occidentali, le diete povere di fibre con la loro conseguente stipsi sono considerate una causa rilevante. La ragione principale per cui consultare un medico è il dolore insopportabile, abbastanza grave da impedire la defecazione normale. Sebbene il cortisone sia vietato e i prodotti anestetici possano ridurre il dolore e il gonfiore delle emorroidi, essi non possono combatterne le cause.

Come curare le emorroidi con le erbe:

Erbe e altri farmaci botanici possono aiutare a rafforzare e tonificare i vasi sanguigni, diminuire l'infiammazione e arrestare il sanguinamento. Possono anche contribuire a diminuire la stitichezza che accompagna spesso le emorroidi.

Rimedi casalinghi contro le emorroidi:

Fare bagni

Un bagno in acqua calda spesso fornisce un sollievo temporaneo dalle emorroidi: lenisce i tessuti infiammati e stimola la circolazione. Per rendere più efficace il bagno, aggiungete le erbe emollienti sotto forma di oli essenziali o foglie da mettere in acqua. Sono buoni candidati la calendula, la consolida maggiore, la camomilla, la lavanda e l’erba di San Giovanni. State attenti però: se state aggiungendo gli oli essenziali, prima diluirei. Aggiungete non più di 5 gocce d’olio essenziale a un grammo liquido di un olio neutro a base vegetale, come d'oliva o di mandorle.

La dieta per liberarsi delle emorroidi

I cibi ricchi di fibre e di proantocianidine, due composti che migliorano la salute dei vasi sanguigni, possono aiutare a prevenire emorroidi future e guarire quelle attuali. More, mirtilli blu e ciliegie sono tra gli alimenti che contengono questi ingredienti. Se la stipsi è presente, potete prendere in considerazione un integratore di fibre, come bucce di semi di psillio (1 cucchiaio al giorno) mischiato con acqua o succo. Se la vostra dieta è poco salutare, aggiungete un buon multivitaminico per essere sicuri di prendere tutti i nutrienti importanti per la guarigione dei vasi sanguigni. Latticini, carne e cibi grassi tendono provocare stitichezza, quindi è una buona idea ridurre il consumo di questi prodotti.

In breve, le emorroidi possono essere evitate stando attenti a non aumentare la pressione delle vene e conducendo uno stile di vita sano, con particolare attenzione all’alimentazione.

Ricetta medica per le emorroidi

Questa miscela combina erbe emollienti che favoriscono la guarigione della ferita con la rinfrescante amamelide astringente.

  • 4 cucchiai di amamelide distillata
  • 1/2 cucchiaio di tintura di consolida maggiore
  • 1/2 cucchiaio di tintura d’ippocastano
  • 50 gocce d’olio essenziale di lavanda
  • 50 gocce d’olio essenziale di cipresso (opzionale)

Unire tutti gli ingredienti in un flacone di vetro ambrato ermetico con un coperchio chiuso stretto e un’etichetta. Conservare lontano dal calore e dalla luce. Per l’utilizzo, agitare bene e applicare delicatamente con un batuffolo di cotone due volte al giorno e dopo ogni movimento intestinale. Se sono presenti emorroidi interne, inserire il batuffolo di cotone imbevuto brevemente nell'orifizio rettale per permettere che le erbe bagnino quest’area. Siate sicuri di contenere il batuffolo di cotone in modo da non perderlo.

Rimedi erboristici per le emorroidi

Ginkgo (Ginkgo biloba)

Gli estratti delle foglie del ginkgo aiutano a rafforzare i vasi sanguigni. Il ginkgo è anche anti-infiammatorio, proprio quello che state cercando in condizioni che comprendono dolore e prurito tra i sintomi. Posologia tipica: da 40 a 60 milligrammi di capsule standardizzate al 24 percento di glicosidi e 6 percento di ginkgolidi due o tre volte al giorno o ¼-1 cucchiaino di tintura due - tre volte al giorno.

Ippocastano (Aesculus hippocastanum)

Trattamento tradizionale per rafforzare e tonificare le vene, l’ippocastano è anti-infiammatorio e perciò diminuisce il gonfiore. È anche astringente e tende a ridurre il sanguinamento. Quest’erba può essere usata sia internamente sia in maniera topica. Posologia tipica: 1 tazza di tè tre volte al giorno (far bollire 1 cucchiaino di semi essiccati in 1 tazza di acqua per 10-15 minuti) o 1/8-1 cucchiaino di tintura tre volte al giorno. Per usare l’ippocastano esternamente, lasciar raffreddare il tè. Immergere un panno pulito nel tè e strizzare. Applicare sui tessuti gonfi le volte che è necessario.

Pungitopo (Ruscus aculeatus)

Quest’erba riduce l'infiammazione e rafforza i vasi sanguigni. Posologia tipica: 1 tazza di tè tre volte al giorno (versare 1-2 cucchiaini di foglie essiccate in 1 tazza di acqua calda e lasciare in infusione per 10 minuti) oppure ½-1 cucchiaino di tintura tre volte al giorno a stomaco vuoto.

Amamelide (Hamamelis virginiana)

Quest’erba fortemente astringente arresta il sanguinamento e aiuta a restringere i tessuti gonfi. Applicare preparati commerciali di amamelide o prodotti estratti distillati tre volte al giorno e dopo ogni movimento intestinale. Attenzione: prodotti solo per uso esterno.

Dente di leone (Taraxacum officinale) e romice cresco (Rumex crispus)

Queste due erbe condividono alcune caratteristiche chiave. Sono entrambe considerate erbacce, si possono mangiare le foglie giovani e le radici sono lassativi leggeri e delicati. Sono le radici che si usano per il trattamento della stitichezza che è presente a volte con le emorroidi. Posologia tipica: da 1 a 3 tazze di tè al giorno (versare 2 cucchiaini di radici secche e tritate in 1 tazza d'acqua e lasciare in infusione per 15 minuti) oppure ½-3 cucchiaini di tintura al giorno.

Applicare i farmaci dove si sente dolore

Le erbe applicate direttamente sulle emorroidi possono alleviare i sintomi, fermare il sanguinamento e accelerare la guarigione. Cercare creme, balsami o supposte che contengono combinazioni di erbe calmanti, anti-infiammatorie e astringenti come calendula, consolida maggiore, camomilla, lavanda, erba di San Giovanni e piantaggine. L’amamelide distillata è anche un ottimo astringente che restringe le emorroidi gonfie e controlla il sanguinamento controlli (solo per uso esterno comunque). E l'olio essenziale di cipresso può aiutare a restringere le vene gonfie e ridurre il sanguinamento.

Rimedi casalinghi contro le emorroidi.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo rimedi casalinghi emorroidi

I rimedi casalinghi per le emorroidi

mi è stato molto utile..grazie a voi le emorroidi non sono più un problema per me

Consigli in caso di emorroidi

ottimi consigli complimenti e grazie

Lascia il tuo commento: