Rimedi per la premenopausa

Esistono dei rimedi per la premenopausa? Certamente, ma prima è ncessaria una breve panoramica introduttiva per meglio capire la problematica.  La premenopausa è un periodo che permette al corpo di una donna di adattarsi a quella che sarà poi la menopausa, caratterizzata prevalentemente da amenorrea, e cioè la cessazione dei cicli mestruali in seguito alla cessazione dell’ovulazione da parte delle ovaie, che non hanno più ovuli da poter portare a maturazione, e tale evento nella vita di una donna molto spesso porta con se spiacevoli sintomi fisici ed emotivi.

Rimedi per la premenopausa

Rimedi premenopausa

Inoltre questi sintomi possono verificarsi anche in quel periodo che noi chiamiamo premenopausa, che può durare da pochi mesi fino a dieci anni, e che è quel periodo di tempo che precede la menopausa, ed è caratterizzato da fluttuazioni ormonali che possono rendere la vita un po’ più complicata e sofferta.

Le cause principali dei fenomeni che avvengono in premenopausa sono legati ai cambiamenti cui sono soggetti i livelli degli estrogeni, che rappresentano l’ormone femminile per eccellenza, che è prodotto nelle ovaie, in risposta al rilascio dell’ormone follicolo stimolante, detto anche FSH, che viene a sua volta prodotto dall’ipofisi per regolare appunto la produzione di ormoni da parte dell’ovaio, ed in base a questi livelli di estrogeni un uovo può essere portato a maturazione, oppure l’uovo non giunge a maturazione, e quindi non si avrà il ciclo mestruale regolarmente.

I sintomi correlati alla premenopausa sono in primis questo calo di estrogeni, che peggiora negli ultimi uno, due anni della premenopausa, poi ci sono altri sintomi come:

  • il verificarsi di cicli irregolari;
  • vampate di calore;
  • sbalzi d’umore;
  • depressione;
  • sudorazione notturna;
  • insonnia;
  • mal di testa;
  • stanchezza.

Questi sono i sintomi più comuni, che sono molto più spesso riscontrati e raccontati dalle donne in premenopausa. Inoltre, si possono verificare anche sanguinamenti anomali pesanti, ed in questi casi è meglio contattare un medico per tenere sottocontrollo la situazione, dal momento che questi sanguinamenti non sono naturali.

Per quanto riguarda le vampate di calore, circa il settantacinque per cento delle donne sperimenta tale disturbo nei primi cinque anni della premenopausa, ed inoltre è stato scoperto che le bevande, il fumo, l’alcool, la caffeina e il caldo, possono scatenare delle vampate di calore, che in genere hanno una durata che varia dai trenta secondi ai cinque minuti.

I disturbi del sonno invece, si verificano in circa il quaranta per cento delle donne, mentre gli sbalzi d’umore influenzano circa il dieci, venti per cento delle donne.

Quale rimedio per i disturbi della premenopausa?

Per trattare i sintomi della premenopausa, molto spesso i medici somministrano una terapia ormonale sostitutiva, che ha come scopo quello di aumentare i livelli di estrogeni in circolo, ciò porta l’organismo a pensare erroneamente che non ci sia lo stato di premenopausa, inoltre la terapia ormonale può essere somministrata sottoforma di una forma di progesterone. Tuttavia, la decisione di sottoporsi alla terapia ormonale deve essere una scelta che deve essere attentamente valutata, in quanto questa terapia comporta un innalzamento del rischio di sviluppare un cancro al seno, un ictus, un cancro ovarico, consistenti coaguli di sangue e la demenza, inoltre il rischio di soffrire di disturbi cardiaci raddoppia nel primo anno di somministrazione della terapia ormonale.
Ecco perché sempre più donne sono oggi alla ricerca di rimedi alternativi naturali per trattare i sintomi della premenopausa e della menopausa, ma influisce anche il fatto che molte donne che si sottopongono a tale terapia sperimentano spiacevoli effetti collaterali, e tra questi ricordiamo la nausea, il mal di testa e sanguinamenti vaginali anomali, mentre ancora molte donne semplicemente hanno paura al solo pensiero di ingerire dei farmaci che sono stati prodotti sinteticamente. Ed infatti, l’idea di tornare al vecchio stile, ovvero ai trattamenti a base di erbe, che per migliaia di anni sono stati usati per trattare tutta una serie di disturbi, rappresenta un’alternativa abbastanza allettante, inoltre c’è la convinzione diffusa che i farmaci derivati da fonti naturali non comportino il rischio di subire effetti collaterali, come interazioni pericolose e reazioni allergiche, ma questa convinzione è completamente falsa, perché il verificarsi di effetti collaterali dopo la somministrazione di un farmaco, non dipende dalla natura di esso, e cioè se esso sia naturale o sintetizzato chimicamente, ma la differenza consiste nella composizione e nelle caratteristiche chimiche dei principi attivi che vengono utilizzati.
Comunque sia, qualunque tipo di farmaco venga scelto, è essenziale che voi sappiate qual è la dose adatta a voi, quale sia il meccanismo di attivazione del farmaco, e quali sono le sue potenzialità di dare ottimi risultati e quali possono essere gli eventuali effetti collaterali, ed il medico è la persona migliore a cui potete chiedere tutte queste informazioni.

La maggior parte degli esperti ritengono che tutti i sintomi comuni della premenopausa sono causati dal repentino e rapido calo dei livelli di estrogeni e progesterone, ed infatti, gli approcci per alleviare i sintomi causati, in genere si concentrano sul ripristino di tali livelli ormonali.

Piante e rimedi utili per la premenopausa

I trattamenti naturali sono in genere a base di estratti di piante contenenti sostanze che sono simili agli estrogeni e/o al progesterone prodotti dalle ovaie, e i trattamenti a base di queste sostanze sfruttano il fatto che questi fitoestrogeni hanno un effetto simile a quello degli ormoni prodotti dall’organismo. Altri trattamenti, sempre a base di erbe, lavorano stimolando le ghiandole a produrre ormoni naturali in modo più efficace, piuttosto che ripristinare gli ormoni artificialmente.

Inoltre ci sono alcuni alimenti a base di estratti di soia, che sono la fonte più ricca di fitoestrogeni, che molto spesso sono chiamati isoflavoni, e la soia può essere consumata sottoforma di tofu, formaggio di soia, gli hamburger di soia, il pane e le focaccine fatte con la farina di soia, e le bevande di soia, note anche come latte di soia. Inoltre è possibile assumere polveri e pillole di soia, che contengono livelli più alti di fitoestrogeni di soia, e di fatto possono produrre benefici maggiori per la salute rispetto agli alimenti di soia, compresa la riduzione del rischio di osteoporosi, cancro, malattie cardiache, e l’abbassamento del colesterolo. Inoltre alcuni studi suggeriscono che i fitoestrogeni possano effettivamente contribuire a ridurre il rischio di cancro al seno, bloccando la sovrapproduzione di estrogeni naturali nell’organismo.

Ad esempio il trifoglio rosso, che è stato recentemente scoperto come erba ad alto contenuto di fitoestrogeni, è stato utilizzato in Asia per migliaia di anni per trattare le malattie della pelle, l’asma, le bronchiti, i calcoli renali, i disturbi articolari e l’infiammazione della mammella, ed ancora altri studi hanno dimostrato di essere molto efficaci nel ridurre le vampate di calore e nel miglioramento della densità ossea.

Un’altra erba molto importante da ricordare, è un’erba molto utilizzata nella medicina cinese, ed è stato utilizzato per il trattamento della sindrome premestruale, delle irregolarità mestruali e dei sintomi della premenopausa, anche se la sua efficacia deve essere ancora verificata clinicamente dai medici occidentali.

Considerazione sui rimedi utili per la premenopausa

Come vedete trovare dei rimedi per trattare i sintomi della premenopausa, e quindi per alleviare i loro effetti non è molto difficile, ed inoltre non è impossibile trovare dei rimedi abbastanza efficaci per potersi liberare di questi enormi fastidi, che molto spesso ci impediscono di mantenere alta la nostra qualità di vita, ed in più, grazie ai progressi che sta facendo la scienza medica è possibile poi scegliere di sottoporsi a diversi tipi di trattamenti, a seconda delle esigenze della paziente, permettendo in ogni caso di ricevere degli ottimi benefici dal trattamento scelto, e molto presto quei disturbi così noiosi diventeranno un semplice brutto ricordo.

Per controbattere e contenere eventuali disturbi della premenopausa esistono dei rimedi.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo rimedi per la premenopausa

Rimedi per la premenopausa

finalmente ho trovato un sito interessante!!! complimenti....

Utili consigli e rimedi per la premenopausa

Grazie dei consigli! mi sono stati molto utili! per fortuna che su google puoi trovare e conoscere molte cose interessanti! e non solo cose inutili......

Soddisfatta dei rimedi per la premenopausa

soddisfattissima di quello che ho letto molto chiaro efficienti bravi

Informazioni utili sulla premenopausa

Grazie per le info.....da mettere subito in pratica, buona giornata saluti

Consigli da seguire sulla premenopausa

Grazie per i consigli che seguirò!

Tristezza e chiarezza sulla premenopausa

Stamani ero un po' triste,avendo acquisito la consapevolezza che un bel periodo della mia vita,sta' avviandosi al declino.
leggendo queste informazioni mi sono sentita rassicurata .
GRAZIE

Grazieee ..... Periodo particolarmente difficile per una donna. Mi sento meno triste :)

grazie per i consigli ho 46 anni e mi rendo conto che inizio uno strano periodo... mi piacciono i consigli naturali!

Spero tanto di avere benefici da queste indicazioni terapeutiche, sono veramente a pezzi e preoccupata. Grazie

Lascia il tuo commento: