Salute alimentazione

La salute passa innanzitutto per l' alimentazione e per stare in salute ed avere cura della propria alimentazione sono molto utili consigli, pareri, documenti e notizie informative espressamente dedicate all'argomento.

  • Smagliature dopo dimagrimento

    Quando si dimagrisce troppo possono comparire le smagliature
    Dopo un sensibile dimagrimento avvenuto in modo veloce, possono formarsi le tipiche smagliature che compaiono solitamente nella zona addome e fianchi. Nel dettaglio, le smagliature sono linee rosa, rosso o violaceo-blu che appaiono sulle cosce, sull’addome e sui glutei. Appaiono sia sugli uomini che sulle donne e sono il risultato di pressioni eccessive. Quando la pelle è stressata a seguito di una gravidanza, di obesità e di perdita o aumento di peso, il derma (lo strato intermedio della pelle) è danneggiato e si sfoglia fino alla formazione di cicatrici o smagliature.
  • Cibi brucia grassi naturali

    Cibi brucia grassi - I cibi sono dei brucia grassi naturali e efficaci
    I cibi brucia grassi naturali che ci fornisce madre natura sono tantissimi, ed è scientificamente dimostrato che ognuno dei cibi bruciagrassi su cui ci soffermeremo a breve favorisce la perdita di peso e non solo questi alimenti hanno di per sé pochi grassi, ma hanno anche una marcia in più perché possiedono particolari proprietà che aiutano il corpo a consumare più energia e ad eliminare il grasso in eccesso. Questi alimenti possono anche ridurre il desiderio di cibo spazzatura e mantenere il corpo con addosso una costante energia pulita e genuina.
  • Mangiare noci: fa bene o fa male?

    Mangiare noci - Mangiare le noci fa bene oppure fa male?
    Le noci sono un alimento popolare in Italia e molte persone sicuramente si chiedono se mangiare anche un moderato numero di noci possa fare bene oppure male, anche se notoriamente ricco di calorie questo snack aiuta il vostro cuore a restare in forma, Secondo un recente studio condotto dall’università di harvard e pubblicato nel nr di settembre 2006 di Longevity, è emerso che: le donne che mangiavano almento 142gr di noci a settimana, sono risultate avere il 35% in meno di possibilità di avere un attacco di cuore rispetto a quelle che ne avevano mangiate meno di 28 gr per la durata dello stesso periodo.
  • Alimenti da evitare per la colite

    Alimenti da evitare per la colite - Alimenti da evitare con la colite
    In caso di colite conoscere gli alimenti da evitare è la prima cura, la colite ulcerosa è una forma di malattia infiammatoria intestinale che provoca infiammazioni e ulcere sul rivestimento della parete intestinale, andando ad interessare il retto ed il colon. I sintomi più tipici sono dolore, gonfiori e diarrea, che si vanno a manifestare con un’andatura ciclica, alternando periodi di acuta sofferenza nei soggetti interessati ad intervalli dove pochi od addirittura nessun sintomo trova manifestazione.
  • Corretta alimentazione per l'ipertensione

    Alimentazione ipertensione - Corretta alimentazione per l'ipertensione
    Quale alimentazione è più corretta per l'ipertensione? Contro l'ipertensione la corretta alimentazione è rappresentata da una dieta standardizzata negli anni da medici professionisti esperti nel campo dell’ipertensione ed è considerata una soluzione efficace per il suo trattamento. Attenzione!! Una sana alimentazione può aiutare ad abbassare la pressione ma nella maggior parte dei casi non può sostituirsi ai farmaci, che però potranno essere ridotti.
  • Il latte: latte intero, parzialmente scremato, scremato

    Cenni storici sul latte Quando è stato scoperto il latte dall’uomo? L’utilizzo del latte da parte degli esseri umani, affonda le proprie origini molto in la nel tempo. Molto probabilmente l’utilizzo del latte come alimento inizia nel momento in cui l’essere umano impara ad addomesticare alcuni animali, ed in seguito ad allevarli. Esistono tracce di come già circa 8000 anni fa l’uomo stesse provando ad addomesticare animali da latte. Le prime tracce arrivano dalla mesopotamia e si può dire che – probabilmente – molti uomini avessero già compreso i benefici di questa ormai diffusissima bevanda energetica. In Sicilia sono stati rinvenuti dei particolari vasi in rame che dimostrano come gli abitanti che vivevano vicino al sito di Troina fossero già grandi consumatori di latte, e che sapessero produrre e conservare due tipi di formaggi: una sorta di pecorino fresco ed una ricotta. Questi ritrovamenti risalgono all’età del rame. Si può dire – dunque – che già 6000 anni fa l’uso del latte e dei suoi derivati, in Italia, era già noto. Sempre in Italia – a piadena – si sono trovati strumenti utili a sgrondare le cagliate. Gli archeologi – dunque – confermano che l’essere umano consuma latticini da moltissimo tempo.