Salute alimentazione

La salute passa innanzitutto per l' alimentazione e per stare in salute ed avere cura della propria alimentazione sono molto utili consigli, pareri, documenti e notizie informative espressamente dedicate all'argomento.

  • Alimenti con poche calorie

    Alimenti con poche calorie - Quanto contano le calorie degli alimenti
    La scelta degli alimenti con poche calorie è il primo passo da farsi per raggiungere il successo in termini di dimagrimento. I metodi tradizionali per perdere peso includono diete ipocaloriche che vanno dalle 1200 alle 1600 calorie al giorno accompagnate da un regolare esercizio fisico. Tuttavia un metodo alternativo che viene utilizzato con le persone obese può prendere in considerazione un apporto giornaliero molto ipocalorico, e si tratta di un approccio che prevede una perdita di peso a breve termine.
  • Alimentazione vegetariana

    Alimentazione vegetariana - Corretta alimentazione vegetariana
    L'alimentazione vegetariana con pochi accorgimenti può essere corretta ed equilibrata, tutta via molte persone diventano vegetariani o vegani senza informarsi bene su quali siano i nutrienti che costituiscono una bilanciata dieta vegetariana e di conseguenza la maggior parte dei ‘nuovi vegetariani’ abbandona i propri propositi dopo pochi mesi; se si conoscono le regole base di ciò che si può o deve mangiare invece risulta molto più semplice.
  • Alimentazione per il colon irritabile

    Alimentazione per il colon irritabile corretta
    La corretta alimentazione è fondamentale in caso di colon irritabile, un disturbo molto comune è la sindrome dell'intestino irritabile, i cui sintomi principali sono dolore e crampi addominali, costipazione e diarrea e a volte può verificarsi un periodo di stitichezza. Con una corretta alimentazione e qualche piccola modifica allo stile di vita potrai dimenticare questo problema intestinale! I sintomi della sindrome da colon irritabile non sono costanti nel tempo ma possono ripresentarsi a più riprese; le cause non sono del tutto note e, sebbene l’alimentazione non sia una causa diretta, alcuni cibi possono scatenarne i sintomi.
  • Vitamina b2

    Vitamina b2 - Vitamina b2 a cosa serve e in quali alimenti si trova
    La vitamina b2 a che serve? La vitamina b2 è una vitamina che si trova facilmente negli alimenti e che serve a regolare molte funzioni fisiologiche dell'organismo, la vitamina b2 è nota ancora dal 1932 e furono Warburg e Christian che per primi descrissero un fermento giallo connesso ai sistemi enzimatici di ossidazione e riduzione, il fermento giallo è un enzima composto di una parie proteica e di un gruppo funzionale, associato all'enzima in modo reversibile, che è derivato dalla vitamina B2.
  • Alimenti ricchi di calcio

    Alimenti ricchi di calcio - Quali sono gli alimenti contengono calcio?
    Conoscere quali alimenti sono ricchi o contengono alti livelli di calcio, è molto importante per star bene, poichè sappiamo tutti che il calcio è necessario per la crescita e il mantenimento di ossa e denti forti, ma una giusta dose di calcio serve anche per i segnali nervosi, i muscoli e la secrezione di alcuni ormoni ed enzimi; una carenza di questo minerale può portare all’intorpidimento delle dita delle mani e dei piedi, a crampi, convulsioni, perdita di appetito, sonnolenza e anomalie del ritmo cardiaco.
  • Endometriosi: concepimento e fertilità

    Endometriosi e fertilità - Problemi di concepimento e infertilità
    L'endometriosi può dare problemi di concepimento? L’endometriosi è una malattia molto comune nelle donne in età fertile. Lo stesso nome che indica la malattia deriva da ”endometrio”, ovvero dal tessuto che riveste l’interno dell’utero. Durante il ciclo mestruale, il tessuto endometriale è coinvolto attivamente. Quando nella donna non si verifica uno stato di gravidanza, tale tessuto si accumula per poi essere espulso ogni mese, alla fine del ciclo mestruale, assieme al sangue. In caso di endometriosi tale processo viene alterato a causa della difficoltà che il tessuto incontra per uscire dall’organismo. Oltre ciò la malattia comporta una crescita anomala del tessuto, che cresce in altre parti del corpo o al di fuori dell’utero. I tessuti colpiti e le aree circostanti incorrono il rischio di verificare infiammazioni ed infezioni.