Semi di grano saraceno

Il grano saraceno è una pianta originaria dell'Asia dai cui si ricavano dei semi, di forma triangolare e colore marrone scuro, quasi nero, con cui si fa una farina per uso alimentare ed al contrario del frumento non contiene glutine: per questo motivo è consigliato a chi soffre di morbo celiaco.

Semi di grano saraceno

grano saraceno

Il grano saraceno, ottimo per l'intestino, è indicato anche per il cuore, perché contiene pochi acidi grassi e svolge un'azione disintossicante. I semi di grano saraceno sostituiscono il grano nelle terapie alimentari che prevedono l'eliminazione del glutine dalla dieta.

La medicina naturale lo utilizza per decotti e impacchi che stimolano la circolazione. Per favorire la circolazione sanguigna e in caso di lividi e contusioni sono efficaci impacchi di semi di grano saraceno tritati e acqua, capaci di immagazzinare calore e umidità.

Il decotto di semi di grano saraceno è indicato in caso di mancanza di concentrazione e per attenuare stanchezza e gastrite ed in particolare è indicato per normalizzare la produzione di succhi gastrici. A volte gli spasmi intestinali possono impedire la digestione e l'apporto nutritivo degli alimenti. Impacchi caldi con il grano saraceno riducono i crampi, calmano le contrazioni nervose dell'intestino e sono ottimi anche per ridurre i disagi provocati da mestruazioni dolorose.

Il grano saraceno tritato, impiegato per uso esterno, è un ottimo rimedio in caso di crampi muscolari e strappi. Esso, infatti, contiene delle sostanze basiche in grado di lenire gli spasmi e neutralizzare l'acidità di stomaco.

In 100 g di semi di grano saraceno interi e sbucciati sono contenuti circa 10 g di proteine, 71,3 g di carboidrati, 1,7 g di grassi, 3,7 g di fibre, sali minerali, oligoelementi, vitamine Bl, B2, B6, E e niacina.

Grano saraceno...

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: